Giovedì 18 Agosto 2022 | 04:38

In Puglia e Basilicata

Turismo, i russi investono in Puglia

Turismo, i russi investono in Puglia
CASTELLANETA MARINA - Il suo nome è quasi impronunciabile, ma la lingua che parla è chiarissima. Perché è quella dei soldi. È la Stankomashkomplex, una holding russa pronta ad investire nel turismo della costa ionica, rilevando dal Gruppo Putignano la Nuova Concordia, l'azienda che a Castellaneta Marina, dai primi anni '90 e fino al 2004, ha costruito il maxi complesso turistico di Nova Yardinia, che si compone di quattro strutture alberghiere per un totale di quasi 800 camere oltre che di due parchi divertimento a tema, una discoteca.

25 Settembre 2009

di ANGELO LORETO

CASTELLANETA MARINA - Il suo nome è quasi impronunciabile, ma la lingua che parla è chiarissima. Perché è quella dei soldi. È la Stankomashkomplex, una holding russa pronta ad investire nel turismo della costa ionica, rilevando dal Gruppo Putignano la Nuova Concordia, l'azienda che a Castellaneta Marina, dai primi anni '90 e fino al 2004, ha costruito il maxi complesso turistico di Nova Yardinia, che si compone di quattro strutture alberghiere per un totale di quasi 800 camere oltre che di due parchi divertimento a tema, una discoteca.

Un complesso che ha già un record, quello di essere stato realizzato con il più grande investimento pubblico-privato, 500 miliardi di vecchie lire, e che negli anni passati è già stato gestito dalla prestigiosa catena alberghiera Hilton. E dopo gli americani, che però sono rimasti da queste parti solamente due anni fin quando decisero nel 2007 di interrompere la collaborazione, ora tocca ai russi ad essere seriamente intenzionati non alla gestione ma all'acquisto dell'intero complesso. Lo rivela una lettera che l'ex senatore Nicola Putignano, numero uno dell'omonimo gruppo, ha inviato nei giorni scorsi al sindaco Italo D'Alessandro e che la «Gazzetta» è riuscita ad ottenere in esclusiva. Putignano descrive la Stankomashkomplex come una holding «di grande capacità, operante in territorio russo con presenze diffuse in diversi Paesi europei» che intende «differenziare l'attività verso il turismo in un'area come la Puglia, di grande richiamo per il mercato internazionale, a partire da quello russo». Imprenditori che «non nascondono inoltre la disponibilità verso nuovi ed ulteriori possibili coinvolgimenti quali quelli finalizzati alla valorizzazione dei prodotti agricoli locali ed alla realizzazione del porto turistico».

Al momento da parte dei russi sarebbe ancora in corso la due diligence, ovvero lo studio di tutte le possibili caratteristiche dell'investimento, dai punti di forzi agli eventuali contrattempi. Tra questi ci sono i debiti verso le casse comunali, sopratutto in tema di Ici e Tarsu, che pesano sulle spalle della Nuova Concordia. Ma ultimamente da Palazzo di Città sono stati lanciati due salvagente. Innanzitutto la concessione della rateizzazione del debito e poi, lo scorso 9 novembre, vale a dire il giorno stesso in cui Putignano ha scritto al sindaco, il consiglio comunale ha approvato la variante planovolumetrica al primo piano di lottizzazione così da permettere la realizzazione di altre strutture. Nella lettera si parla anche di un campo da golf e di un outlet, temi destinati a far nascere polemiche politiche, in quanto nel corso del consiglio comunale la maggioranza di centrodestra, incalzata dalle domande dell'opposizione, aveva assicurato che né campo da golf né outlet fossero previsti nei nuovi progetti.

Ad ogni modo l'iter del subentro da parte della holding russa sembra a buon punto. E potrebbe essere l'inizio del definitivo rilancio del maxi complesso turistico che nel corso degli anni ha incontrato sia ottimi risultati, come per esempio nel campo del turismo congressuale, sia momenti di grossa difficoltà testimoniati dall'abbandono della partnership da parte della Hilton e dalla chiusura (ufficialmente per ristrutturazione) del parco a tema Felifonte decisa nell'estate del 2008. Sul tavolo ci sono quattro strutture alberghiere, Alborea, Kalidria, Calané e Villaggio Valentino, per un totale di 790 camere, due parchi tematici e una discoteca. I russi hanno fiutato l'affare, per la cui conclusione sembra solo questione di tempo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725