Mercoledì 17 Agosto 2022 | 19:12

In Puglia e Basilicata

KABUL/ Salento e Basilicata aspettano i loro 2 figli perduti

KABUL/ Salento e Basilicata aspettano i loro 2 figli perduti
La salma di Davide Ricchiuto, morto giovedi nell’attentato a Kabul, atterra questa mattina a Ciampino assieme a quelle degli altri cinque militari uccisi. Ad attenderlo, la sua famiglia. Il padre Angelo, la madre Marina De Vita, il fratello maggiore, Ippazio Salvatore e la sorella Anna Lucia, accompagnati da Tina Ricchiuto, parente di Davide e vicesindaco nel piccolo centro del Capo di Leuca hanno raggiunto la Capitale ieri a bordo di un aereo partito dall’aeroporto militare di Galatina. I familiari di Antonio Fortunato saranno oggi a Roma per attendere l’arrivo della salma del capitano ucciso a Kabul.

20 Settembre 2009

LECCE - La salma di Davide Ricchiuto, morto giovedi nell’attentato a Kabul, atterra questa mattina a Ciampino assieme a quelle degli altri cinque militari uccisi. Ad attenderlo, la sua famiglia. Il padre Angelo, la madre Marina De Vita, il fratello maggiore, Ippazio Salvatore e la sorella Anna Lucia, accompagnati da Tina Ricchiuto, parente di Davide e vicesindaco nel piccolo centro del Capo di Leuca hanno raggiunto la Capitale ieri a bordo di un aereo partito dall’aeroporto militare di Galatina. 

Assieme a loro un ufficiale e una psicologa dell’Esercito. I familiari del giovane caporalmaggiore della Folgore parteciperanno domani ai funerali di Stato nella basilica romana di San Paolo fuori le Mura, all’interno della quale sarà presente anche una delegazione dell’amministrazione comunale, guidata dal primo cittadino di Tiggiano, Ippazio Antonio Morciano (che ha proclamato due giorni di lutto cittadino, domani e martedì in occasione delle esequie in paese). 

Intanto nel piccolo centro del Sud Salento, tutti attendono il rientro. Gli amici hanno allestito un maxischermo davanti alla villetta della famiglia Ricchiuto che trasmetterà l’arrivo del feretro a Ciampino e i funerali romani. Tanti gli striscioni in ricordo del militare. E nei prossimi giorni, a Galatone, è atteso anche il maresciallo dell’Aeronautica Felice Calandriello, rimasto ferito. «Mio marito sta bene - ha detto la moglie Carmela Lamberti - e spero di poterlo riabbrac ciare presto».

POTENZA - I familiari di Antonio Fortunato saranno oggi a Roma per attendere l’arrivo della salma del capitano ucciso a Kabul. Con loro il governatore lucano Vito De Filippo, l’eurodeputato Gianni Pittella in rappresentanza del parlamento europeo, e tanti altri cittadini che giungeranno in bus dalla Basilicata. Scatta, intanto, la gara di solidarietà: a Sant’Arcangelo, paese che ha dato i natali al carabiniere Filippo Merlino ucciso a Nassirya, il Comune sta pensando di attivare forme di sostegno per la famiglia di Fortunato. 
caserma «Roberto Bandini», sede del 186/mo reggimento Folgore
BRINDISI - I familiari di Rocco Leo, il militare di Francavilla Fontana ferito nell’attentato a Kabul attendono ancora di parlare con il figlio. Lo dice la mamma, Caterina Magrì, casalinga di 48 anni: «Ci hanno garantito – dice – che ci faranno sapere quando rientra, perché possiamo correre a Roma, ma sinora non ci hanno detto nulla». L’unica cosa certa, grazie alle notizie fornite dal ministero, è che le condizioni di salute di Rocco non preoccupano anche, se ha subìto uno choc uditivo.
 
BARI - La Confcommercio della provincia di Bari, aderendo all’iniziativa della Confcommercio nazionale, ha rivolto un forte invito alla categoria delle piccole e medie imprese locali: «Durante i funerali di Stato, lunedì alle 11 - spiega il presidente, Sandro Ambrosi - l’invito è a sospendere le proprie attività, nelle forme ritenute più consone, anche abbassando a metà le saracinesche dei negozi, oppure spegnendo luci, vetrine e stereo e esponendo, se possibile, la bandiera tricolore».

FOGGIA - Bandiere italiane ai balconi della città di Foggia per ricordare le sei vittime dell’attacco di Kabul. Secondo quanto annunciato dalla lista Lucia Lambresa - Movimento Progetto Sud per «la morte dei nostri connazionali impegnati in una missione di pace in Iraq ci addolora profondamente. Riconoscendoci nel messaggio di cordoglio del sindaco di Foggia e del Presidente della Provincia, testimoniamo il nostro affetto e solidarietà ai famigliari delle vittime e a tutti i soldati impegnati per la pace e sicurezza ed invitiamo i foggiani ad esporre alle finestre o balconi di case e uffici la bandiera tricolore fino al giorno dei funerali di Stato». 

Inoltre, una delegazione della «Lista» guidata da Lucia Lambresa e da consiglieri comunali e circoscrizionali del gruppo, renderà omaggio alle vittime di Kabul con un mazzo di fiori al monumento ai caduti di piazza Italia oggi, domenica 20 settembre, alle ore 12.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725