Mercoledì 17 Agosto 2022 | 06:31

In Puglia e Basilicata

Tarantini cambia  mestiere: «Mai più  nel settore sanità»

Tarantini cambia  mestiere: «Mai più  nel settore sanità»
L’ex re delle protesi: «Vengo a Bari solo per incontrare i miei familiari o per difendermi, su di me scritte un mucchio di falsità». Adesso vive a Roma. «Di cosa mi occuperò da ora in poi? Ci penserò quando avrò chiarito la mia situazione giudiziaria»
• Il procuratore Laudati: daremo la caccia alla talpe in Procura
• Giustizia, scomparsi 45 fascicoli dal tribunale di Bari

17 Settembre 2009

di MASSIMILIANO SCAGLIARINI

BARI - Il suo aereo da Roma atterra con 53 minuti di ritardo, costringendo il fido autista Dino a una lunga attesa. Gianpaolo Tarantini torna a Bari per una visita lampo («Voglio salutare mia madre e mio fratello, non li vedo da un sacco tempo») ma in aeroporto non passa inosservato. Stefano Maria Bianchi di «Anno Zero» era lì quasi per caso e da vero mastino non si fa sfuggire l’occasione: convince la troupe di un matrimonio a seguirlo e strappa un’intervista al giovane imprenditore, impeccabile in giacca e cravatta. «Con voi non parlo, avete detto e scritto un sacco di stupidaggini», dice, ma poi affronta i cronisti per un buon quarto d’ora. 

Tarantini ufficialmente non è più nel business della sanità, è uscito dalle aziende che lo hanno trasformato in un uomo ricco. Nega di avere problemi di soldi, vive a Roma in un bel quartiere residenziale: «A Bari - dice - ormai ci torno soltanto per la famiglia, oppure per difendermi». Se ne ritornerà nella Capitale con il volo delle 15, con altri due giornalisti alle calcagna ma - almeno - in perfetto orario. 

Dopo tutto quello che è successo, come stanno andando i suoi affari con la sanità pugliese? «Come sapete non ho più nessun incarico nelle aziende di famiglia, e certamente non mi occuperò più di sanità. Sto pensando a dedicarmi ad altre attività». 

E cosa pensa di fare? «Non lo so ancora. Ci penserò quando avrò chiarito la mia situazione giudiziaria». 

Le sue parole su D’Alema hanno scatenato un putiferio. «Infatti non ho più intenzione di dire una parola a questo proposito». 

Ma D’Alema aveva detto di non conoscerla, poi è saltata fuori la storia del weekend in barca e lui si è ricordato. «Io non ho mai parlato di weekend a Ponza né in altri posti, e non so come abbiate fatto a saperlo». 

Si pente di aver detto quelle cose? « L’unica cosa che mi dispiace, come ho già detto, è di aver coinvolto in questa storia il presidente Berlusconi a cui chiedo scusa ancora una volta». 

È venuto fuori che Patrizia D’Addario potrebbe aver partecipato a un viaggio a Dubai con un assessore regionale. Ne ha mai sentito parlare? «Patrizia mi ha detto di essere stata spesso a Dubai. Di questa storia dei soldi e dell’assessore però non so niente». 

Quando l’ha sentita l’ultima volta, Patrizia? «È passato parecchio tempo». 

Martedì si è presentato in procura il suo ex amico Alessandro Mannarini. Ha detto che... «...con Alessandro non abbiamo più rapporti». 

Cosa è successo? «Ci sono state divergenze di vedute». 

Può confermare che la vacanza in Sardegna dell’estate 2008 le è costata 500mila euro? «Non posso rispondere». 

Come erano fatte le famose valigie in cui sarebbe stata trasportata cocaina da Bari in Sardegna? «Non posso rispondere». 

Senta, i suoi avvocati si sono presentati in procura a Bari per un altro esposto. Perché ? «Negli ultimi giorni “Repubblica” ha scritto un sacco di falsità sul mio conto». 

Si riferisce alle telefonate tra lei e il ministro Raffaele Fitto? «È stato scritto solo un mucchio di falsità. Voi giornalisti dovete fare informazione, invece state facendo gossip. Mi meraviglio che un giornale grande e importante come il «Corriere della Sera» abbia pubblicato i verbali del mio interrogatorio, causandomi un danno enorme». 

Però lei non smentisce il contenuto di quei verbali... «Non posso rispondere». 

Pensa che ci sarà un nuovo interrogatorio? «Al momento penso di no».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725