Martedì 28 Settembre 2021 | 08:59

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Il bollettino regionale

Covid in Puglia, su 6.204 tamponi 40 nuovi positivi e zero morti. Variante indiana presente nel 16% dei casi

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 2.682.225 test. Mentre 244.012 sono i pazienti guariti e 2.727 sono i casi attualmente positivi

Vaccini, in hub di Bari dosi ad «esaurimento» anche ad under 79

BARI - Oggi in Puglia, su 6.204 test analizzati, sono stati registrati 40 casi positivi al Coronavirus, per una incidenza dello 0.6% (ieri sono stati rilevati 35 casi positivi per una incidenza dello 0,4% dei test). Come ieri, neanche oggi sono stati registrati decessi.

I nuovi casi sono 5 in provincia di Bari, 5 in provincia di Brindisi, 1 in provincia di Foggia, 22 in provincia di Lecce, 5 in provincia di Taranto, 1 caso di residente fuori regione, 1 caso di provincia di residenza non nota.
Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 2.682.225 test; 244.012 sono i pazienti guariti; 2.727 sono i casi attualmente positivi.

Per quanto riguarda la campagna vaccinale, la Fimmg fa sapere che: «Nell’incontro di ieri non è stata presa alcuna decisione in merito al coinvolgimento dei medici di famiglia nella eventuale campagna per la terza dose di vaccino anti-Covid. Occorrono garanzie che non si ripeta quanto accaduto negli scorsi mesi». E’ quanto afferma Nicola Calabrese, segretario Fimmg Bari, all’indomani dell’incontro con la Regione in cui si è iniziato a discutere - informa il sindacato dei medici - della prossima campagna antinfluenzale e di come gestire la somministrazione di un’eventuale terza dose di vaccino anti-Covid.
«I medici di famiglia ed il loro personale - prosegue Calabrese - hanno fatto enormi sacrifici negli ultimi mesi per dare il proprio contributo alla campagna vaccinale, a fronte di un’organizzazione e logistica insostenibili. Lo hanno fatto solo per senso del dovere e per salvare la vita ai pazienti più a rischio. L’impegno futuro, su cui c'è disponibilità a discutere, deve poter prevedere la possibilità per i medici di famiglia di gestire al meglio tutte le attività ordinarie». Il tema sarà al centro dell’assemblea di Fimmg Bari lunedì prossimo. 

LA VARIANTE DELTA - La variante indiana è presente in Puglia nel 16,2% dei casi positivi individuati: è quanto emerge dall’analisi svolta dai laboratori Covid del Policlinico di Bari e dell’Istituto Zooprofilattico di Puglia e Basilicata che hanno effettuato una «survey» commissionata dall’Istituto superiore della Sanità a livello nazionale. Sono stati 37 i tamponi sequenziati, prelevati nei giorni 21 e 22 giugno, di questi sei sono risultati essere casi di variante Delta, uno di un altro ceppo e 20 di variante inglese (o Alpha). Quindi la variante inglese, in Puglia, è ancora prevalente però «la tendenza è verso un aumento della Delta, che pian piano potrebbe prevalere sempre più», commenta la professoressa di Igiene, Maria Chironna, responsabile del laboratorio Covid del Policlinico e coordinatrice della rete dei laboratori pugliesi. «Negli ultimi giorni - prosegue - stiamo osservando, nonostante i nuovi casi in Puglia siano poche decine, un graduale replacement della variante alpha. Continueremo a monitorare nelle prossime settimane».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie