Giovedì 11 Agosto 2022 | 11:32

In Puglia e Basilicata

Ryanair annuncia nuovi voli da Puglia

Ryanair annuncia nuovi voli da Puglia
BARI - Ryanair apre nuove basi a Bari e Brindisi oltre a nuove rotte dai due scali aeroportuali pugliesi. Ad annunciarlo oggi a Bari, nell’ambito della 73/a Fiera del Levante, il viceamministratore delegato della compagnia aerea low cost, Michael Cawley, l’amministratore unico di Aeroporti di Puglia, Domenico Di Paola, alla presenza dell’assessore regionale ai Trasporti, Mario Loizzo. 

15 Settembre 2009

BARI - Ryanair apre nuove basi a Bari e Brindisi oltre a nuove rotte dai due scali aeroportuali pugliesi. Ad annunciarlo oggi a Bari, nell’ambito della 73/a Fiera del Levante, il viceamministratore delegato della compagnia aerea low cost, Michael Cawley, l’amministratore unico di Aeroporti di Puglia, Domenico Di Paola, alla presenza dell’assessore regionale ai Trasporti, Mario Loizzo. 

Da gennaio 2010 due aeromobili Ryanair saranno di base a Bari e da febbraio uno a Brindisi. Nel 'Karol Wojtylà saranno aperte 9 nuove rotte (Bruxelles – Charleroi, Dusseldorf – Weeze, Karlsruhe – Baden Baden, Parigi – Beauvais, Valencia, Cagliari, Genova, Trapani e Treviso), portando a 16 il numero di collegamenti in totale operati dalla compagnia irlandese, mentre nel 'Papola-Casalè saranno aperte 4 nuovo rotte (Barcellona – Girona, Eindhoven, Trapani e Treviso), portando a 9 il totale. 

“La base di Bari contribuirà – secondo studi sull'indotto citati dall’ad Cawley – a sostenere 1.200 posti di lavori locali mentre quella di Brindisi 650 posti. Per festeggiare la 35ma e la 36ma base e le 13 nuove rotte saranno messe in vendita da domani (sino alla mezzanotte di giovedì 17) 1 milione di posti a 1 euro per viaggiare da ottobre a novembre su più di 500 rotte in tutta Europa”. 

Per Loizzo l’accordo con Ryanair è “una svolta strutturale a cui si è arrivati con la decisione della regione d’investire e che è stata resa possibile dalla presenza di servizi a terra come il passante ferroviario che farà dello scalo di Bari il terzo in Italia ad essersi dotato di questa importante infrastruttura”.

 L’accordo permetterà al sistema portuale pugliese di “migliorare sensibilmente la propria posizione con forti benefici – secondo Di Paola – nella capacità di attrarre flussi turistici oltre ad un potenziamento dei collegamenti nazionali”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725