Martedì 16 Agosto 2022 | 12:28

In Puglia e Basilicata

Area fieristica a Brindisi «Troppe promesse disattese»

Area fieristica a Brindisi «Troppe promesse disattese»
Una polemica innescata dal consigliere regionale Rollo: «Idea lodevole quella della realizzazione a Brindisi di un quartiere fieristico: ma perchè il presidente dell’Autorità portuale non ha fatto sinora alcun accenno ai tempi di attuazione del progetto e non ne ha ancora avviato l’azione amministrativa, malgrado sia stata già individuata l’area dove costruirlo?»

14 Settembre 2009

BRINDISI - «La ripresa in questi giorni del dibattito relativo al bisogno della città di dotarsi di un quartiere fieristico non può essere letta se non con grande soddisfazione». A precisarlo in una nota è il consigliere regionale Marcello Rollo il quale poi aggiunge: «Giorni fa, in una lunga intervista rilasciata ad una emittente locale, il presidente dell’Autorità portuale ha ribadito la volontà dell’ente di dotare la città di tale strumento tracciandone le linee ispiratrici, rendendone chiari i bisogni, ammonendo sugli eventuali errori che potrebbero essere commessi, fornendo consigli e auspici di buona riuscita. Già in una conferenza stampa congiunta con il nostro primo cittadino, il presidente Giurgola aveva dichiarato la volontà del proprio ente, definito l’area prescelta e affermata la volontà di realizzazione dell’opera». 

«Allora come ora però - dichiara ancora Rollo - non vi è stato alcun accenno ai tempi di realizzazione ed alle azioni amministrative da attivare. Anzi, esse vengono di volta in volta relegate in tempi sempre più vaghi, definiti esclusivamente da frasi più vicine alla speranza vaga che alla concretezza. Credo che questa città non possa sopportare oltre, da parte di nessuno, i vecchi vezzi tutti politici del rinvio, delle promesse disattese, delle pubbliche dichiarazioni distinte e distanti dalle private smentite». 

«Al presidente Giurgola - scrive il consigliere regionale - val la pena ricordare che una conferenza di servizi si è espressa affinchè il quartiere fieristico fosse collocato nell’area ex Montecatini-Sant’Apollinare, che tutti i consiglieri regionali di questa provincia hanno emendato una legge regionale concedendo alla nostra città ulteriore tempo per la realizzazione del quartiere, che lo Snim, che è solo una delle tante manifestazioni che vi troverebbero sede, deve essere messo nelle condizioni di poter avere certezze già durante lo svolgimento della fiera di Genova del 4 ottobre e che questa città, che tanto gli ha dato, non merita i suoi sberleffi e le sue prese in giro». 

«Giurgola deve adoperarsi presto e bene per definire sin da subito tutti i passaggi necessari a dotare anche la nostra città di uno spazio utile e valido per la realizzazione di un quartiere che, come accade in questi giorni per la Fiera del Levante, funzioni da volano per l’intera economia della nostra terra. Se la nostra città perdesse anche questa occasione di presenza nel mercato nazionale ed internazionale ciò ricadrebbe senza dubbio sulla insipienza e sulla furbizia dell’Autorità Portuale».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725