Venerdì 19 Agosto 2022 | 11:00

In Puglia e Basilicata

Brindisi, agli studenti libri scritti e stampati dalla scuola: 25 euro

Brindisi, agli studenti libri scritti e stampati dalla scuola: 25 euro
BRINDISI - Si chiama “Book in progress”. È unico nel suo genere ed è la nuova frontiera dell’apprendimento scolastico... fatto in casa. L’idea - che come tanti ormai sanno (considerata la grande risonanza che ha avuto in ambito nazionale, incontrando il consenso di tutte le associazioni dei consumatori del ministro Gelmini e, sinanche, del Presidente Napolitano) è dell’istituto tecnico industriale “Majorana” di Brindisi - è ora diventata realtà.
L'Università di Foggiasi taglia gli stipendi

13 Settembre 2009

di Pierluigi Potì

BRINDISI - Si chiama “Book in progress”. È unico nel suo genere ed è la nuova frontiera dell’apprendimento scolastico... fatto in casa.

L’idea - che come tanti ormai sanno (considerata la grande risonanza che ha avuto in ambito nazionale, incontrando il consenso di tutte le associazioni dei consumatori del ministro Gelmini e, sinanche, del Presidente Napolitano) è dell’istituto tecnico industriale “Majorana” di Brindisi - è ora diventata realtà.

In concomitanza, infatti, con l’imminente avvio dell’anno scolastico, “Book in progress” ha conosciuto ieri mattina il suo battesimo ufficiale, attraverso la consegna vera e propria, agli alunni di prima classe del biennio dell’industriale e dello scientifico tecnologico, dei libri realizzati (e stampati in sede) dal corpo docenti del “Majorana, assieme alla consegna - iniziativa anch’essa senza precedenti - di uno zaino con su impresso il logo dell’istituto.

Il tutto è stato preceduto dalla conferenza stampa di presentazione del progetto, illustrato dal dirigente scolastico del “Majorana”, Salvatore Giuliano e accolto positivamente dai tre rappresentanti le associazioni dei consumatori presenti (Adiconsum, Adoc e Federconsumatori), oltre che dal vice-sindaco Mauro D’Attis e dal dirigente del Miur (Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca) Antonio Lo Bello.

I più interessati (e... contenti) sono stati, ovviamente, i genitori interessati che di benefici (in termini di “soldoni”) ne trarranno in gran misura, con un risparmio - rispetto ai tetti massimi fissati dal Ministero - di ben 200 euro. Infatti, è previsto il pagamento di 25 euro per i primi fascicoli che sono stati distribuiti ieri, mentre gli altri saranno gratuiti. Tutti, mamme e papà, si sono soffermati a decantare le lodi del progetto, valutato positivamente anche sotto il profilo strettamente didattico.

Coloro che, invece, hanno decisamente... storto il muso (per usare un eufemismo) sono stati i dirigenti degli altri istituti scolastici che considerano l’iniziativa «scarsamente proficua dal punto di vista dell’apprendimento, in quanto riduttiva e semplificata», finendo in alcuni casi nell’intravedere in essa profili di illegalità, come sostenuto dal preside del liceo scientifico “Monticelli”, Salvatore Amorella («la direttiva Gelmini - ha detto - prevede la possibilità di realizzare “book” attraverso la scansione da internet, a condizione che vi sia l’autorizzazione della casa editrice. Altrimenti, si è contro la legge»). Più lapidario (e... sibillino) è stato, invece, il commento del dirigente scolastico del liceo classico “Marzolla”, Antonio Tamburrano che ha solo sottolineato la necessità di «fare molta attenzione prima di intraprendere una simile esperienza».

A prescindere, comunque dagli opposti “schieramenti”, una cosa è certa: “Book in progress” è ormai una realtà, anche se inizierà sotto forma di sperimentazione, e premia l’originalità del corpo docenti del “Majorana” che si sono messi in discussione, esponendosi alle inevitabili critiche (che, puntualmente, sono piovute), ma anche riscontrando larghi consensi.

Del resto, se il 23 e 24 settembre una delegazione degli stessi insegnanti verrà ricevuta in Quirinale dal Presidente della Repubblica in persona, beh... qualcosa vorrà pur dire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725