Mercoledì 16 Giugno 2021 | 13:38

NEWS DALLA SEZIONE

La svolta dell’ex governatore
Bari, «Vendola garantista non convince»

Bari, «Vendola garantista non convince»

 
Incendio
Ruffano, le fiamme divorano campi e capannone agricolo

Ruffano, le fiamme divorano campi e capannone agricolo

 
Calcio
Il Lecce punta su Olivieri per l'attacco

Il Lecce punta su Olivieri per l'attacco

 
I forum della Gazzetta
Bari, la corsa a ostacoli della ripartenza

Bari, la corsa a ostacoli della ripartenza

 
Blitz nel porto
Brindisi, un chilo di coca nel doppiofondo del tir

Brindisi, un chilo di coca nel doppiofondo del tir

 
La visita
Bari panoramica

Israele deve venire in Puglia, il «tallone» d'Italia

 
Sanità
Bari, l'ospedale in Fiera va smontato a luglio

Bari, l'ospedale in Fiera va smontato a luglio

 
L'incidente
Carovigno, 14enne investito mentre era in bici: morto sul colpo

Carovigno, 14enne investito mentre era in bici: morto sul colpo

 
Il caso
Bari, morto il 54enne in intensiva dopo dose J&J: era in coma per trombosi. Il caso segnalato ad Aifa

Bari, morto il 54enne in intensiva dopo dose J&J: era in coma per trombosi.
Il caso segnalato ad Aifa

 
Scuola
Maturità 2021, domani al via in Puglia e Basilicata: gli auguri di Bardi e dell'assessore Leo

Maturità 2021, al via in Puglia e Basilicata: gli auguri agli studenti di Bardi e dell'assessore Leo

 
Lotta al virus
Vaccini, in Puglia somministrate 2.952.843 di dosi. Prenotati 11mila ragazzi tra 12 e 15 anni

Vaccini, in Puglia somministrate 2.952.843 di dosi. Prenotati 11mila ragazzi tra 12 e 15 anni

 

GDM.TV

Il Biancorosso

verso il futuro
Il Bari di Mignani vira verso il 4-3-1-2

Il Bari di Mignani vira verso il 4-3-1-2

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl caso
Taranto, Picchia un farmacista e lo manda in ospedale

Taranto, Picchia un farmacista e lo manda in ospedale

 
BariLa svolta dell’ex governatore
Bari, «Vendola garantista non convince»

Bari, «Vendola garantista non convince»

 
MateraTelevisione
Matera, Imma Tataranni è tornata

Matera, Imma Tataranni è tornata

 
HomeIncendio
Ruffano, le fiamme divorano campi e capannone agricolo

Ruffano, le fiamme divorano campi e capannone agricolo

 
PotenzaIl progetto
Potenza, una scuola per «coltivare boschi»

Potenza, una scuola per «coltivare boschi»

 
FoggiaSanità
San Giovanni Rotondo, bimba di 18 mesi salva dopo un intervento al cervello

San Giovanni Rotondo, bimba di 18 mesi salva dopo un intervento al cervello

 
BrindisiBlitz nel porto
Brindisi, un chilo di coca nel doppiofondo del tir

Brindisi, un chilo di coca nel doppiofondo del tir

 
BatAmbiente
Bat, continua la moria di tartarughe

Bat, continua la moria di tartarughe

 

i più letti

Il caso

Vaccini, «A Monopoli i furbetti sono in Comune»

In Procura la denuncia di un consigliere: «Il sindaco ha fatto vaccinare i dipendenti con le dosi avanzate»

vaccino

Le dosi «avanzate» nell’hub vaccinale di Monopoli sono state utilizzate per i dipendenti comunali, sulla base di elenchi forniti dai dirigenti «su indicazione del sindaco», e dunque senza rispettare i criteri contenuti nelle varie circolari della Regione. Le carte su un altro presunto caso di cattiva gestione delle somministrazioni sono finite in Procura dopo un interrogazione consiliare, quella presentata due settimane fa da alcuni esponenti di opposizione.

Il caso di Monopoli è dunque finito all’attenzione della Procura di Bari, che sta tirando le fila del lavoro svolto negli ultimi tre mesi dai carabinieri del Nas. Tutto comincia, appunto, da una interrogazione (primo firmatario il consigliere Giuseppe Campanelli del gruppo Misto) che è stata discussa nella seduta del 16 aprile. La questione riguarda i criteri per impiegare le dosi residue al termine di ogni giornata, dosi che - per indicazione del commissario straordinario Francesco Paolo Figliuolo, recepita nelle circolari regionali - devono andare in via prioritaria agli ultraottantenni, e solo in subordine possono essere utilizzate «per il primo che passa» (definizione dello stesso Figliuolo). A Monopoli, invece, non è andata così, come lo stesso sindaco Annese ha confermato in risposta alla interrogazione di Campanelli: sono stati vaccinati i dipendenti comunali, che non rientrano in nessuna specifica categoria di priorità soprattutto perché - ha detto il consigliere che ha sollevato il caso - molti di loro continuano a lavorare in smartworking.

Sarà dunque la Procura di Bari, che ha in mano la copia dell’interrogazione con la risposta del sindaco Annese, a stabilire se possano esserci state delle violazioni gravi al Piano vaccinale. Ed è per questo che sarà necessario acquisire gli elenchi delle persone vaccinate nell’hub di Monopoli dal 3 marzo a oggi, così da verificare la corretta applicazione delle regole.
La scorsa settimana il procuratore facente funzioni Roberto Rossi, con l’aggiunto Alessio Coccioli e il pm Baldo Pisani ha ascoltato le prime 27 persone nei cui confronti sono stati ipotizzati i reati di i inosservanza dei provvedimenti dell’autorità amministrativa (il Piano vaccinale), false dichiarazioni sulle qualità personali, truffa aggravata al Servizio sanitario, falso ideologico e falso in documenti informatici. Altre 26 persone saranno ascoltate come indagate il 10 maggio, ma al vaglio ci sono all’incirca altre 80 posizioni per un totale di circa 130 furbetti individuati in provincia di Bari. Tra gli indagati ci sono gli imprenditori Domenico e Luigi De Bartolomeo e Nicola Canonico: tutti e tre hanno spiegato di essere stati chiamati a presentarsi in ambulatorio vaccinale in quanto responsabili di imprese che svolgono manutenzioni negli ospedali, di frequentare abitualmente i cantieri e di non aver chiesto alcun tipo di favore. È indagato anche il sindaco di Noicattaro, il grillino Raimondo Innamorato, per la «dose avanzata» ricevuta il giorno dell’Epifania: si è difeso spiegando che non c’era nessun altro disponibile e che se non si fosse presentato lui, chiamato dal medico vaccinatore, la dose sarebbe stata buttata via. La Procura ha ascoltato anche diverse persone che lavorano in studi medici tra Bari e Altamura, e che hanno ricevuto il vaccino (ai primi di gennaio) nonostante svolgano mansioni di segreteria: i pm hanno voluto sapere da chi materialmente sono stati chiamati, e chi materialmente ha somministrato loro la dose. Ma al vaglio dei Nas c’è anche il caso di Triggiano, denunciato da un volontario di una associazione: nel Palasport del paese sarebbero state effettuate vaccinazioni con Pfizer a una trentina di persone indicate dal sindaco uscente, Antonio Donatelli, in base a un elenco che veniva «spuntato» dalla moglie del primo cittadino. A Triggiano si voterà a settembre: il sospetto è che possa trattarsi di «vaccino di scambio».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie