Lunedì 25 Gennaio 2021 | 11:14

NEWS DALLA SEZIONE

nel Tarantino
Massafra, in 4 aggrediscono e rapinano un 21enne: arrestati braccianti

Massafra, in 4 aggrediscono e rapinano un 21enne: arrestati braccianti

 
alla guida dell'arcidiocesi
Bari, è il giorno di Monsignor Satriano: alle 17 la prima messa in Cattedrale

Bari, è il giorno di Monsignor Satriano: alle 17 la prima messa in Cattedrale

 
la tragedia
San Severo, carambola tra auto sulla Sp 109: due le persone morte

San Severo, carambola tra auto sulla Sp 109: il bilancio è di due morti

 
Il mistero
Rotondella, omicidio ingegnere: eseguita autopsia. L'amico ferito è in coma

Rotondella, omicidio ingegnere: eseguita autopsia. L'amico ferito è in coma

 
L'emergenza
Puglia, vaccini anti Covid: utilizzato 80% dosi a disposizione. Attese domani 27mila fiale Pfizer, poi quelle Moderna

Puglia, vaccini Covid: utilizzato 80% dosi disponibili. Attese domani 27mila fiale Pfizer, poi quelle Moderna

 
dati nazionali
Covid in Italia, 11.629 casi e 299 morti: tasso positività risale al 5,3%. Vaccini: effettuati 75mila richiami

Covid Italia, 11.629 casi e 299 morti: tasso positività al 5,3%. Vaccini: effettuati 75mila richiami

 
Serie C
Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

 
Serie B
Lecce, i giallorossi pareggiano in casa contro la capolista Empoli: 2-2 il finale

Lecce, i giallorossi pareggiano 2-2 in casa contro la capolista Empoli

 
dati regionali
Covid in Puglia, meno di mille nuovi casi (954) ma in calo i test effettuati (11%): registrati altri 14 decessi

Covid in Puglia, altri 14 decessi e 954 nuovi casi ma con meno test effettuati (11%): 3mila morti dall'indizio pandemia. Due focolai nel Foggiano: 24 positivi

 
Serie C
Bari calcio, oggi (ore 15) al San Nicola derby col Francavilla: Auteri pretende punti e gioco

Bari calcio, oggi (ore 15) al San Nicola derby col Francavilla: Auteri pretende punti e gioco

 

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaLotta al virus
Foggia, controlli polizia locale: sequestrate mascherine vendute in strada senza permesso

Foggia, controlli polizia locale: sequestrate mascherine vendute in strada senza permesso

 
Tarantonel Tarantino
Massafra, in 4 aggrediscono e rapinano un 21enne: arrestati braccianti

Massafra, in 4 aggrediscono e rapinano un 21enne: arrestati braccianti

 
BariIl furto
Molfetta, a 16 anni ruba 2 smartphone da un negozio di elettronica: arrestato

Molfetta, a 16 anni ruba 2 smartphone da un negozio di elettronica: arrestato

 
Materanel Materano
Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

 
Covid news h 24Emergenza contagi
Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

 
Leccela polemica
Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 

i più letti

Verifiche sugli «elenchi»

Puglia, vaccini ai «raccomandati»: scattano i controlli dei Nas

Stretta della Regione sui nominativi per valutare gli errori di classificazione

Puglia, vaccini ai «raccomandati»: scattano i controlli dei Nas

L’arrivo di altre 29mila dosi consente di procedere senza intoppi con la campagna vaccinale che in Puglia ha superato quota 40mila somministrazioni. E la Regione, tramite le Asl, sta anche effettuando controlli per verificare il rispetto delle disposizioni contenute nel piano operativo: nella prima fase è consentito vaccinare soltanto personale sanitario, ospiti delle Rsa e gli addetti a servizi che prevedono il contatto diretto con i pazienti. Dagli elenchi riassuntivi forniti dalle Asl, invece, emerge la somministrazione anche a rappresentanti di categorie non previste.

È il caso della Asl Bat raccontato ieri dalla «Gazzetta»: cinque insegnanti, un appartenente alle forze dell’ordine, un soggetto «di interesse istituzionale». «Stiamo verificando gli elenchi nominativi», dicono dalla Asl ipotizzando però che l’appartenente alle forze dell’ordine possa essere un errore di classificazione. Per quanto riguarda gli studenti che appaiono negli elenchi di varie altre Asl, potrebbe trattarsi di quelli di infermieristica che hanno diritto al vaccino in quanto considerati tirocinanti (dunque a contatto con il pubblico). In molte Asl viene poi utilizzata in modo massiccio la dizione «personale non sanitario», nella quale rientrano però anche quei dipendenti delle ditte appaltatrici (lavanolo, mense, Sanitaservice) che devono essere vaccinati.

Ma il sospetto su possibili favoritismi nella somministrazione dei vaccini innesca la polemica politica con le interrogazioni presentate da Forza Italia e Lega in Consiglio regionale. «Sui social e su Whatsapp – secondo Giandiego Gatta, Stefano Lacatena e Paride Mazzotta di Fi - circolano foto di persone che non rientrano nelle categorie incluse nel piano mentre si sottopongono a vaccinazione. Se ci sono stati errori, chiediamo di sapere quali provvedimenti verranno presi anche a nome dei cittadini senza “santi in paradiso”». E per Davide Bellomo (Lega) «sarebbe opportuno che le Asl rendessero pubblico il cronoprogramma di massima delle vaccinazioni. Non possiamo tollerare che persone scelte per caso, anche se in buona fede, da parte di volenterosi operatori sanitari ricevano il vaccino prima di determinate categorie».

Negli scorsi giorni gli ambulatori vaccinali di quasi tutti gli ospedali pugliesi sono stati oggetto di controlli da parte dei Nas per la verifica dei requisiti di sicurezza: non sarebbero emersi rilievi. Tuttavia ci sarà un approfondimento sul caso di Brindisi, dove – a seguito dello scongelamento di tutte le fiale presenti – il 4 gennaio sarebbero state vaccinate molte persone che non rientrano nelle categorie previste: una decina secondo la Asl (parenti di medici in pensione), ma potrebbero essere di più. «Non è possibile vaccinare nessuno che non sia compreso nel piano», ripetono dalla Regione che anche ieri ha ribadito di non ammettere deroghe. Anche per questo è stato chiesto agli ospedali, tramite i responsabili dei Noa (i nuclei aziendali), di rivedere meglio la classificazione del personale finora sottoposto a vaccinazione: nella gran parte dei casi le schede raccolte dagli ambulatori non contengono la struttura di appartenenza, rendendo difficili i controlli.

LA RISPOSTA DELLA ASL: NIENTE VACCINAZIONI ANOMALE - "Non ci sono casi di vaccinazioni anomale nella Asl Bt": ad affermarlo è l'avvocato Alessandro Delle Donne, Direttore Generale della Asl Bt. "Sono stati verificati i file nominativi di chi ha eseguito la vaccinazione fino ad oggi - continua Delle Donne - e non sono risultate anomalie". In particolare i 4 "operatori della sicurezza" sono afferenti alla Marina Militare (medici e infermieri) e sono in servizio presso la Postazione Medica Avanzata di Barletta mentre in altri due casi per un'assistente sanitaria ed una farmacista è stato commesso un mero errore di classificazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie