Martedì 16 Agosto 2022 | 11:17

In Puglia e Basilicata

Sanità, Tarantini controllava il 15% del mercato protesi 

Sanità, Tarantini controllava il 15% del mercato protesi 
BARI - Dagli 1,8 milioni di fatturato del 2002 ai quasi 7 milioni del 2007 per la Tecno Hospital. E poi il boom della Global System (Gsh), che nel 2006 ha toccato gli 1,4 milioni di giro d’affari. Eccoli qui i numeri dell’«impero-Tarantini. «Una sorprendente impennata», secondo le indagini dei carabinieri, avvenuta persino mentre lo stesso impero era nel mirino della procura che indaga sui Tarantini dal 2001.
L'affare: 11mila interventi l'anno: 6mila sul ginocchio; 5mila sull'anca
Ma la Global Service finisce in liquidazione

30 Agosto 2009

di Massimiliano Scagliarini

BARI - Dagli 1,8 milioni di fatturato del 2002 ai quasi 7 milioni del 2007 per la Tecno Hospital. E poi il boom della Global System (Gsh), che nel 2006 ha toccato gli 1,4 milioni di giro d’affari. Eccoli qui i numeri dell’«impero-Tarantini», le cifre che mostrano l’incremento vorticoso nel business del giovane imprenditore barese che partendo dalle protesi è riuscito ad arrivare a Berlusconi. «Una sorprendente impennata», secondo le indagini dei carabinieri, avvenuta persino mentre lo stesso impero era nel mirino della procura che indaga sui Tarantini dal 2001.

Per la Tecno Hospital, l’azienda madre della famiglia Tarantini, i bilanci mostrano un andamento ascendente che, tuttavia, non basta da solo a spiegare l’elevato tenore di vita del giovane imprenditore barese: gli utili, infatti, sono sempre abbastanza modesti. Ma è un fatto che nel 2007, l’ultimo anno per il quale sono disponibili i bilanci approvati, l’azienda sia arrivata a quota 6,9 milioni di fatturato: quasi il 15% della spesa totale pugliese per protesi d’anca e di ginocchio. Barletta, Conversano, ma anche il Foggiano: queste le zone in cui la Tecno Hospital (e, poi, anche la Gsh) hanno guadagnato quote crescenti di mercato. Ecco cosa annotano i carabinieri a proposito della ex Asl Bari/5: «L’anno della “consacrazione” è stato il 2003, ovvero quello nel corso del quale si sono consolidati i rapporti sapientemente tessuti sin dal 2002 da Salvatore Greco sotto il profilo politico». Ma non c’era soltanto Greco, presunto socio occulto dei Tarantini, dicono gli inquirenti: Claudio, il fratello minore di Gianpaolo, aveva instaurato un rapporto consolidato di amicizia («se pur dettata da comuni interessi») con il primario Raffaele Bancale, mentre una collaboratrice della Tecno Hospital curava quelli con i dottori Amatulli di Conversano, Garofalo di Gioia del Colle e Dell’Aera di Monopoli.

Ancora nel 2007, prima che scoppiasse il caso delle escort ma dopo che l’attività delle loro aziende era finita già da anni nel mirino degli inquirenti, i Tarantini stavano ancora espandendo i loro orizzonti. Prima hanno venduto a Tecno Hospital le loro quote nella Global System Hospital, portando a casa 370mila euro. Poi hanno acquistato, sempre tramite Tecno Hospital, una società milanese attiva nel settore delle forniture ai centri benessere (società poi trasferita a Bari e ora messa in liquidazione). Infine, a novembre del 2007, un importante distributore di protesi ortopediche accorda a Tecno Hospital un finanziamento di 2,5 milioni di euro. Un evidente tentativo di espandere ulteriormente l’attività dell’azienda barese.

L’inchiesta dei carabinieri, che ora fa capo al pm Roberto Rossi, ha seguito passo passo le operazioni dei Tarantini tra il 2001 e il 2003 ascoltando oltre 100mila telefonate, ed ha ricostruito gli aspetti economici della loro attività fino al 2006-2007. Alla procura, i carabinieri hanno segnalato in stato di libertà 23 persone, ipotizzando a vario titolo l’associazione per delinquere, la corruzione, il falso ideologico e materiale Gianpaolo Tarantini, nel frattempo, ha lasciato la Tecno Hospital, in cui non ha più né ruoli operativi né quote di proprieta: potrebbe essere un modo per ridimensionare il suo ruolo, facendo venir meno il rischio di reiterazione del reato.

[m.sc.]
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725