Martedì 27 Settembre 2022 | 03:53

In Puglia e Basilicata

ELEZIONI POLITICHE 2022

Centrodestra

43,79%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

26,13%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,79%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,43%

Movimento 5 Stelle

Centrodestra

44,02%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

25,99%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,74%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,55%

Movimento 5 Stelle

 

Omicidio Stramaglia il presunto killer catturato in Germania

Omicidio Stramaglia il presunto killer catturato in Germania
BARI - Con l'accusa di omicidio e' stato arrestato in Germania il latitante barese Giovanni Pancotto, 48 anni (nella foto), ritenuto responsabile di aver ucciso con un colpo di pistola all’addome il presunto boss Michelangelo Stramaglia, 49 anni. L’omicidio fu compiuto a Valenzano (Bari) il 24 aprile 2009. 

25 Agosto 2009

BARI - Con l'accusa di omicidio e' stato arrestato in Germania il latitante barese Giovanni Pancotto, 48 anni, ritenuto responsabile di aver ucciso con un colpo di pistola all’addome il presunto boss Michelangelo Stramaglia, 49 anni. L’omicidio fu compiuto a Valenzano (Bari) il 24 aprile 2009. 

Pancotto è stato catturato ad Irschenberg dalla polizia tedesca su indicazione dei carabinieri del comando provinciale di Bari, che avevano inviato dettagliate informazioni all’Interpol e alla divisione Sirene (Supplementary information request national entries). 

Nei confronti del latitante pendeva un mandato di cattura internazionale firmato dal gip del tribunale di Bari il 3 giugno scorso, su richiesta del pm inquirente della Dda Elisabetta Pugliese. 

Secondo le indagini dei carabinieri, Stramaglia era a capo di un clan mafioso-camorristico che gestiva il traffico di sostanze stupefacenti e l’usura nella cittadina di Valenzano e in alcuni Comuni limitrofi. La vittima era inoltre ritenuta referente dello storico clan mafioso Parisi di Bari.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725