Martedì 09 Agosto 2022 | 04:23

In Puglia e Basilicata

Selezioni Grande Fratello a Brindisi la carica dei 230

Selezioni Grande Fratello a Brindisi la carica dei 230
di TOMMASO VETRUGNO
La carica dei 230 per un posto nella grande casa più spiata d’Italia. Alla selezione del Grande Fratello 10, organizzata da Maurizio Marseglia e Ignazio Degirolamo, sono stati veramente tanti gli aspiranti concorrenti. Nel confessionale posto all’interno dell’agriturismo Le Torri se ne sono viste di cotte e di crude

24 Agosto 2009

BRINDISI - La carica dei 230 per un posto nella grande casa più spiata d’Italia. Alla selezione del Grande Fratello 10, organizzata da Maurizio Marseglia e Ignazio Degirolamo, sono stati veramente tanti gli aspiranti concorrenti. Nel confessionale posto all’interno dell’agriturismo Le Torri se ne sono viste di cotte e di crude. Dai più piccoli, sempre rigorosamente maggiorenni, ai più grandi, passando dalla casalinga fino ad arrivare al professionista in carriera. Di certo la copertina la merita la signora Concettina da Torre che si è presentata con un abbigliamento elegante e fermamente decisa a dire la sua. 

Grande fratello Brindisi“Mi sento – ha affermato – ch e qualcosa succederà. Ho saputo della selezione e non potevo mancare, del resto ho seguito tutte le edizioni del Grande Fratello. Oggi sono qui, ma spero di finire in quella casa”. Per i seguaci di Fedri, il cuoco che ha sbancato la scorsa edizione, non ci sono delle regole prestabilite per ambire ad un posto. Tutti vorrebbero essere «nominati». “Non ci sono regole – afferma Giuseppe Veggia, responsabile del casting Gf10 – tutti possono entrare. Dal più simpatico al più antipatico, passando dal professionista al nullafacente”. Un minuto a testa per ogni concorrente e poche domande alle quali rispondere, cercando di trasmettere tutta la propria personalità. “Io rimarrei anche cinque mesi – afferma Marsel da Mesagne – tanto non saprei... cosa fare”. Sono arrivati anche da Foggia per mettersi in mostra. La simpatia si perde nei dialoghi con i concorrenti, ma c’è anche chi pensa ad un avvenire per il proprio fratello, in questo caso gemello. 

Grande fratello Brindisi“Volevamo – dichiarano Stefano e Massimiliano da San Giorgio Jonico – finire davanti alle telecamere insieme, ma non è stato possibile. Abbiamo fame di notorietà e vogliamo recuperare tutti il tempo perso finora”. Uno arriva direttamente dall’America, impiegato all’Alenia, mentre l’altro cerca un posto di lavoro. “Effettivamente – afferma Stefano – devo pensare anche a mio fratello. Devo pensare al suo avvenire e per lui sono pronto a sacrificarmi per regalargli un impiego”. 
TOMMASO VETRUGNO
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725