Martedì 16 Agosto 2022 | 15:36

In Puglia e Basilicata

Franchini (Adp): «L'Onu liberi lo scalo di Brindisi»

Franchini (Adp): «L'Onu liberi lo scalo di Brindisi»
BARI - Il caso dei 42 milioni di euro scippati allo scalo di Brindisi (poi “dirottati” a vantaggio di due scali del nord) potrebbe finire sul tavolo del governo, nel frattempo però il direttore generale di Aeroporti di Puglia Franchini rilancia una antica questione: «Se si vuole ambire allo sviluppo dello scalo - ha concluso - occorre anche trovare un rimedio agli altri fattori che concorrono a limitarne le potenzialità di crescita. Tanto per fare un esempio, l’Onu continua ad occupare grandi spazi che, invece, andrebbero delimitati (e limitati), proprio nell’ottica di sviluppo che si vuole perseguire».

23 Agosto 2009

BARI - Il caso dei 42 milioni di euro - destinati a sancire il passaggio di consegne fra Aeronautica militare ed Enav nella gestione del traffico aereo dello scalo di Brindisi (poi “dirottati” a vantaggio di due scali del nord) - probabilmente finirà sul tavolo delle discussioni nella prossima seduta del Consiglio dei Ministri, in programma il 28 agosto.

Alcuni parlamentari brindisini, infatti, intendono andare avanti per far luce sull’intera vicenda che, nel frattempo - come era inevitabile - ha avuto immancabili strascichi polemici fra politici di opposte fazioni.

L’ex sottosegretario alla Giustizia, l’on. Luigi Vitali (Pdl) ha fatto sapere, ieri mattina, che «è mia intenzione promuovere un incontro prima del prossimo Consiglio dei Ministri, per avere rassicurazioni in merito all’opportunità di discutere in sede parlamentare di tale vicenda. A tale scopo, ho già inviato una lettera al Ministro delle Infrastrutture Matteoli ritenendo opportuna una sua “parola” a chiarimento di una querelle che mi sa tanto di strumentale e sollevata da chi preferisce trasferire altrove l’attenzione dell’opinione pubblica per nascondere le proprie defaillance».

A schierarsi in prima linea c’è anche l’on. Antonio Gaglione (Pd), il quale, dal canto suo, ha affermato che «sono disponibile già domani (oggi per ci legge, ndr) ad incontrare all’aeroporto di Brindisi sia l’amministratore unico di Aeroporti di Puglia, Domenico Di Paola, sia anche il segretario generale del Pd, Michele Emiliano, allo scopo di capire se e come possa essere successo quanto riportato dalla stampa locale. Apprendere queste notizie fa davvero male, specie se si pensa che penalizzano l’aeroporto, ovvero la macchina trainante per lo sviluppo del turismo e, in generale, dell’economia locale, e non si può restare inerti».

Sulla questione è intervenuto anche Marco Franchini, direttore generale di Aeroporti di Puglia: «Non voglio entrare nel merito della vicenda dei 42 milioni - ha detto -, so solo che sono stati destinati a Verona e a Treviso per garantire il mantenimento dei normali livelli occupazionali nella gestione del traffico aereo nei due scali, affidata all’Aeronautica. In altri termini, l’intento è stato quello di rinforzare la presenza dei militari, un obiettivo quindi opposto a quello perseguito a Brindisi, dove invece si punta a smilitarizzare lo scalo in tutto e per tutto». «Fatta questa premessa - aggiunge - dico però che è giusta la battaglia che i parlamentari brindisini vogliono intraprendere per lo sviluppo dell’aeroporto e, in particolare, per sollecitare il Ministero dell’Economia a dare all’Enav le risorse necessarie per realizzare una torre di controllo gestita da soli controllori civili». «Ma se si vuole ambire allo sviluppo dello scalo - ha concluso - occorre anche trovare un rimedio agli altri fattori che concorrono a limitarne le potenzialità di crescita. Tanto per fare un esempio, l’Onu continua ad occupare grandi spazi che, invece, andrebbero delimitati (e limitati), proprio nell’ottica di sviluppo che si vuole perseguire».

[p. potì]

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725