Lunedì 08 Agosto 2022 | 03:47

In Puglia e Basilicata

Bologna, leccese evaso sequestra tassista: preso

Bologna, leccese evaso sequestra tassista: preso
BOLOGNA - Ieri sera e' salito su un taxi alla stazione di Bologna, ha annunciato al malcapitato autista di essere un pericoloso latitante e di avere con sè una borsa piena di esplosivo poi, puntandogli un coltello alla gola e minacciandolo di morte, lo ha costretto a imboccare l’ autostrada A14 con destinazione Brindisi. L’aggressore – Valerio Marcellino, 37 anni, di Lecce, con vari precedenti penali e di polizia per reati contro la persona e il patrimonio, tra cui anche una rapina – era evaso il 13 agosto dagli arresti domiciliari che stava scontando in una comunità di Lecce.

23 Agosto 2009

BOLOGNA - Ieri sera e' salito su un taxi alla stazione di Bologna, ha annunciato al malcapitato autista di essere un pericoloso latitante e di avere con sè una borsa piena di esplosivo poi, puntandogli un coltello alla gola e minacciandolo di morte, lo ha costretto a imboccare l’ autostrada A14 con destinazione Brindisi. Ma un passante ha visto sfrecciare in via Stalingrado, alla periferia di Bologna, il taxi con il passeggero che puntava il coltello contro l’ autista e ha avvisato la Polizia che, dopo un inseguimento in autostrada, ha fermato l’auto. 

L’aggressore – Valerio Marcellino, 37 anni, di Lecce, con vari precedenti penali e di polizia per reati contro la persona e il patrimonio, tra cui anche una rapina – era evaso il 13 agosto dagli arresti domiciliari che stava scontando in una comunità di Lecce e a carico del quale era stato emesso un mandato di cattura. 

La segnalazione è arrivata al 113 di Bologna attorno alle 22. Una volante ha individuato il taxi che aveva imboccato prima la tangenziale e poi l’autostrada verso Ancona, e si è lanciata all’inseguimento, con la collaborazione della Polstrada di Ravenna. Il taxi è stato raggiunto e fermato vicino all’area di servizio Bevano, nei pressi di Forlì. Alla vista della polizia l’evaso ha cercato di nascondere il coltello gettandolo sotto il sedile del passeggero, ma gli agenti hanno recuperato e sequestrato l’arma, lunga 15 cm.

 Al tassista, l’uomo aveva raccontato di dovere andare a Brindisi per salire su un traghetto per l’Albania. E’ stato arrestato per violenza privata aggravata, porto abusivo d’arma, minacce gravi, interruzione di pubblico servizio.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

EDITORIALI

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725