Giovedì 11 Agosto 2022 | 08:14

In Puglia e Basilicata

Oggi a Melpignano la Notte della Taranta

Oggi a Melpignano la Notte della Taranta
Alle 22.30 scocca l’ora della dodicesima Notte della Taranta. Le mega torri del concertone si vedono già imboccando lo svincolo per Melpignano. Sono maestose. Sovrastano il palcoscenico da 250 metri quadrati e alto circa 15 metri sul quale stasera, l’Orchestra popolare diretta per la terza volta consecutiva da Mauro Pagani, farà ballare le migliaia di tarantolati che affolleranno il piazzale degli Agostiniani. 
Treni speciali. Attese 50mila persone

22 Agosto 2009

di Flavia Serravezza

Alle 22.30 scocca l’ora della dodicesima Notte della Taranta. Le mega torri del concertone si vedono già imboccando lo svincolo per Melpignano. Sono maestose. Sovrastano il palcoscenico da 250 metri quadrati e alto circa 15 metri sul quale stasera, l’Orchestra popolare diretta per la terza volta consecutiva da Mauro Pagani, farà ballare le migliaia di tarantolati che affolleranno il piazzale degli Agostiniani. 

«Proporremo 28 brani, classici della musica popolare salentina e inediti degli ospiti tra atmosfere world, venature jazz, suggestioni arabe, musica d’autore italiana e sonorità africane», ha spiegato ieri Pagani durante la presentazione del concertone che si è svolta come da tradizione a Melpignano. Nell’affollata sala dell’ex convento degli Agostiniani non è passata inosservata la presenza dell’onorevole Pierluigi Bersani giunto a braccetto con Sergio Blasi. Nel pubblico anche lo scrittore Carlo Lucarelli chiamato insieme ad altri scrittori a scrivere le sue impressioni sulla Notte della taranta.

In serata, invece, si sono svolte le prove generali dello spettacolo che quest’anno vedrà esibirsi due splendide voci internazionali, quella israeliana di Noa, cittadina onoraria di Melpignano che torna sul palco della Taranta dopo sette anni, e Mira Awad, attrice e cantante palestinese. L’orchestra le accompagnerà sulle note di Damme nu ricciu e Diavica. Fra gli altri ospiti internazionali, Angelique Kidjo, ambasciatrice della musica africana nel mondo, canterà un suo pezzo, Africa, e poi Aremu insieme ad Alessia Tondo. 

La ritmica afro-punk di Z-Star, invece, travolgerà il pubblico sulle note di No Love Lost (brano tratto dal suo nuovo disco in uscita a gennaio) e Ndo, Ndo, Ndo insieme alle voci di Ninfa Giannuzzi e Stefania Morciano. Z duetterà anche con Pagani in Domani 21 aprile 2009, canzone scritta dallo stesso maestro e cantata da 56 “Artisti uniti per l’Abruzzo”. L’attesa è grande soprattutto per l’esibizione della salentina Alessandra Amoroso che sarà alle prese con Ferma Zitella. Mentre ha già un “precedente” alla Taranta Eugenio Finardi, ospite il mese scorso di un concerto dell’Ensemble con Stewart Copeland a Lugano.

 «In Svizzera – ha detto - ho avuto modo di saggiare la forza travolgente di questa musica, ero a rischio di infarto, penso di aver perso 3 chili in quella serata». Stasera, quindi, Finardi ripeterà l’esperienza cantando L’acqua te la funtana. Simone Cristicchi si esibirà invece con il coro dei minatori di Santa Fiora, mentre non avrà problemi a interagire con l’orchestra (avendone fatto parte) Mimmo Epifani specialista della mandola. Il concertone si concluderà con la stura al “larirollarirolallero” di Kalinifta intorno alle 2.30, anche se l’esperienza insegna che si ballerà fino alle prime luci dell’alba.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725