Sabato 13 Agosto 2022 | 11:55

In Puglia e Basilicata

Il premio Gazzetta al «mesagnese» Rubini

Il premio Gazzetta al «mesagnese» Rubini
Organizzata dalla Pro Loco di Mesagne fin dal 2001 – con una lunga pausa e la ripresa nel 2005 – per premiare quei concittadini che si siano particolarmente distinti nella propria attività, la VI edizione della Palma d’Oro celebra anche, con la sezione intitolata al centenario quotidiano meridionale, chi, pur non mesagnese, abbia saputo dare lustro alla città messapica. Personaggio speciale quest’anno, il regista pugliese ottiene il premio per aver scelto Mesagne per la seconda volta come location di un suo film

21 Agosto 2009

A Sergio Rubini il Premio Speciale de «La Gazzetta del Mezzogiorno» nell’ambito della prestigiosa Palma d’Oro. Organizzata dalla Pro Loco di Mesagne fin dal 2001 – con una lunga pausa e la ripresa nel 2005 – per premiare quei concittadini che si siano particolarmente distinti nella propria attività, la VI edizione della Palma d’Oro celebra anche, con la sezione intitolata al centenario quotidiano meridionale, chi, pur non mesagnese, abbia saputo dare lustro alla città messapica. Personaggio speciale quest’anno, il regista pugliese ottiene il premio per aver scelto Mesagne per la seconda volta come location di un suo film. 

Durante la serata di sabato sera, come annunciato durante una conferenza stampa dal presidente della Pro Loco Gianfrancesco Castrignanò insieme al vice presidente Vincenzo Gatto ed al segretario Daniele Morleo, saranno assegnati altri significativi riconoscimenti: su indicazione dell’intero consiglio comunale, la Palma d’O ro alla Memoria a Carmelo Solimeo, pioniere della libertà di informazione; la Palma d’Oro alla Cultura al ventinovenne Don Gino Epicoco, prete universitario della diocesi di L’Aquila; la Palma d’Oro alla Carica Istituzionale al Generale della GdF Francesco Rosato; la Palma d'Oro all’Impegno Sociale a Bruno Mitrugno, direttore della Caritas provinciale; la Palma d’Oro all’Arte al pittore Emanuele Attanasio; la Palma d'Oro alla Sanità ad Emanuele Perez, fisiologo dell’Università di Bologna. 

Nella suggestiva cornice di piazza Orsini del Balzo sarà anche conferito il premio Giovani Imprenditori di Confindustria Brindisi alle dieci ragazze mesagnesi – tutte in una stessa classe - licenziate con il massimo dei voti al liceo classico brindisino «Marzolla»; nell’occasione sarà ricordato con una speciale menzione il centenario della nascita dell’Arciprete Don Daniele Cavaliere. 

Castrignanò tiene a sottolineare una novità di questa edizione: «Nell’organizzazione della serata abbiamo voluto valorizzare i talenti mesagnesi. Sulla scorta della passata esperienza si è compreso che la affollata partecipazione, anche quest’anno saranno occupate tra le 700 e le 750 sedie, non dipende dal cammeo di questo o quel cantante nazionale, ma dalla curiosità che questa sorta di gran galà cittadino suggerisce». 

«Dunque - spiega il presidente della Pro Loco -, oltre alla presentatrice brindisina Maria Di Filippo, si esibiranno sul palco allestito dall’artista Adriano Radeglia: un’orchestra di 23 elementi, quasi tutti mesagnesi o della zona diretti dal M° Pezzolla; il giovane ballerino Federico Politano, allievo di Tony Candeloro; la band emergente Sonomatika; la promessa Denise Degirolamo; il poeta Emanuele Castrignanò che declamerà versi per Carmelo Solimeo e per Don Daniele Cavaliere; tutto con la regia audio-video di Marco Massaro». Un’occasione davvero all’inse gna delle qualità del territorio. (Giuseppe Florio)
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725