Lunedì 08 Agosto 2022 | 12:08

In Puglia e Basilicata

Lecce, 1 milione per andare in bici

Lecce, 1 milione per andare in bici
Un finanziamento di un milione 142mila 850 euro per aiutare la mobilità sostenibile. Lo ha riconosciuto il Ministero dell’Ambiente all’amministrazione comunale accogliendo la richiesta di potenziamento del servizio di trasporto pubblico. In particolare, con 360mila euro è stato finanziato l’acquisto di quattro bus alimentati a metano; con 250mila euro saranno attivate altre quattro stazioni nel servizio di bike-sharing; con altre 250mila euro saranno installate altre venti paline intelligenti ad altrettante fermate del filobus.

20 Agosto 2009

Un finanziamento di un milione 142mila 850 euro per aiutare la mobilità sostenibile. Lo ha riconosciuto il Ministero dell’Ambiente all’amministrazione comunale accogliendo la richiesta di potenziamento del servizio di trasporto pubblico. In particolare, con 360mila euro è stato finanziato l’acquisto di quattro bus alimentati a metano; con 250mila euro saranno attivate altre quattro stazioni nel servizio di bike-sharing; con altre 250mila euro saranno installate altre venti paline intelligenti ad altrettante fermate del filobus. E’ da precisare che il Ministero eroga il settanta per cento dell’importo complessivo, mentre il restante trenta è a carico del Comune.

«E’ stata premiata la politica dell’Amministrazione riguardo i trasporti - spiega l’assessore Giuseppe Ripa - orientata all’attuazione della mobilità sostenibile».

In questo senso va anche il riconoscimento, giunto nei giorni scorsi, da parte dell’Anci con l’inclusione del Comune di Lecce nel Comitato nazionale per il traffico e la mobilità. Si tratta di un tavolo operativo che, al momento, sta lavorando alle modifiche al Codice della Strada in discussione alla Camera. Il Comune di Lecce è già stato convocato per le riunioni in calendario i prossimi 10 settembre e 10 ottobre.

Tornando agli interventi finanziati, è da aggiungere che, quanto al bike-sharing, le quattro stazioni saranno a Porta Napoli, in via XXV Luglio (davanti al castello di Carlo V), a Porta San Biagio e in via Torre del Parco. Si aggiungono alle altre sette postazioni già individuate all’ex Foro Boario (con 14 posti per altrettante bici), all’ex Carlo Pranzo (altri 14 mezzi), all’ex Arena Aurora (12 bici), in piazza Sant’Oronzo (altre 12), in piazza Mazzini (otto bici), in via Trinchese (all’altezza del palazzo Alleanza, dieci posti) ed alla stazione ferroviaria (16 bici).

Il bike-sharing è un sistema di noleggio di biciclette che consentirà, tramite l’acquisto di una card prepagata, di prendere in affitto la due ruote sa un posteggio e consegnarla in un altro. Un servizio che agevola, soprattutto ai visitatori, l’uso di un mezzo alternativo alle auto, comodo in una città relativamente piccola qual è Lecce e ad impatto ambientale zero. «Uno strumento di pianificazione strategica in termini di mobilità - aggiunge Ripa - che consentirà di rendere la nostra città ancora più vivibile e salubre. Proprio questi nostri sforzi sono stati premiati con il supplemento di finanziamenti ministeriali».

Riguardo le paline intelligenti, le ulteriori venti ai aggiungono alle quaranta già previste. In tutto, dunque, saranno sessanta e consentiranno agli utenti del filobus di conoscere se i mezzi della linea interessata sono nei tempi previsti dalla tabella di marcia o portano ritardo oppure in anticipo, ottimizzando l’uso a vantaggio dell’utenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

EDITORIALI

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725