Sabato 13 Agosto 2022 | 10:57

In Puglia e Basilicata

Sono tornati a casa i marinai pugliesi rapiti in Somalia

Sono tornati a casa i marinai pugliesi rapiti in Somalia
Finito l'incubo del sequestro (durato 118 giorni) e dopo l’atterraggio ieri sera a Ciampino, accolti dai familiari e dal sindaco di Molfetta Antonio Azzollini, oggi il direttore di macchina Ignazio Angione e il cuoco Filomeno Troilo, sono rientrati a casa nella cittadina sulla costa nord barese. Grande festa da parte di parenti e amici. In particolare Troilo ha potuto abbracciare il nipotino nato durante la sua forzata assenza
• Angione: mi hanno picchiato

14 Agosto 2009

BARI - Dopo l’atterraggio ieri sera a Ciampino, accolti dai familiari e dal sindaco di Molfetta Antonio Azzollini, sono rientrati a casa nella cittadina sulla costa nord barese i due marittimi molfettesi del «Buccaneer» per 118 giorni ostaggio, assieme al resto dell’equipaggio, dei pirati nel golfo di Aden. Al ritorno a casa a Molfetta, il direttore di macchina Ignazio Angione e il cuoco Filomeno Troilo, hanno trovato parenti e vicini a festeggiarli, con striscioni di benvenuto, festoni colorati e palloncini. In particolare Troilo ha potuto abbracciare il nipotino nato durante la sua forzata assenza.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725