Martedì 16 Agosto 2022 | 12:01

In Puglia e Basilicata

Sulla rotta di capitan Ruggiero  Da Barletta a Trani fino a Margherita di Savoia

Sulla rotta di capitan Ruggiero  Da Barletta a Trani fino a Margherita di Savoia
di GIUSEPPE DIMICCOLI
Chiunque salga a bordo della accogliente motonave Nap potrà trascorrere una giornata a mare per godersi il vento ed ammirare la bellezza di gran parte della costa pugliese, tra la provincia Bat e Foggia. Un’attività legata al pescaturismo finalizzata alla conoscenza «dell’universo marino». La barca ha ospitato anche gite di diversamente abili, garantendo loro momenti unici

13 Agosto 2009

di GIUSEPPE DIMICCOLI 

«I l mare è un luogo del quale bisogna avere rispetto che consente di poter vedere le nostre bellezze architettoniche e storiche da un osservatorio privilegiato. A bordo della mia barca tutti hanno un ruolo determinante. Parola d’ordine divertirsi e godersi una giornata indimenticabile. Vi aspetto a braccia aperte». Non ha dubbi Ruggiero Napoletano, per tutti capitano Ruggiero, nel presentare la sua speciale attività pescatursimo finalizzata alla conoscenza «dell’universo marino». Chiunque salga a bordo della accogliente motonave Nap potrà trascorrere una giornata a mare per godersi il vento ed ammirare la bellezza della costa esistente da Margherita di Savoia fino a Trani, partendo da Barletta. Ruggiero, comandante cortese che solca il mare dall’età di 13 anni, disponibile e sempre con la battuta pronta, organizza delle piacevoli passeggiate tra le onde. Sulla sua barca, oltre a tanti turisti italiani, hanno avuto il piacere di navigare stranieri provenienti dalla Francia, Svizzera e Germania. A bordo, sin dal primo momento in cui si sale, si respira atmosfera di grande cordialità. Capitan Ruggiero suona la campana di bordo ed annuncia il percorso della giornata. Mostra carte marine e, bussola alla mano, decide con i «marinai» quale rotta intraprendere. Durante l’estate i suoi principali assistenti sono i tre figli Claudia, Marco e Fabio, mentre il simpaticissimo Cosimo Partucci, marinaio di lungo corso, tiene tutto sotto controllo. 

Il momento «clou» è quando, bloccata la barca con l’ancora a mare, tutti si tuffano a mare e fanno un bagno nelle acque più blu del cielo. A bordo della barca è possibile gustare degli ottimi stuzzichini, rigorosamente a base di mare, tanto per «aprire lo stomaco». Poi a terra, la signora Daniela moglie di Ruggiero, al’interno di un accogliente ristorantino prepara delle leccornie indimenticabili e di pregevole gusto. «Andare per mare d’estate è molto bello. Ammirare i bambini che giocano e che si tuffano è un quadretto unico. È molto interessante anche ascoltare le riflessioni delle scolaresche durante i progetti didattici - continua Ruggiero -. Ma se proprio devo fare una scala di valori mi emoziono molto quando penso ai diversamente abili che ho ospitato nella mia barca. Loro hanno offerto una lezione di vita di grande spessore». 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725