Martedì 02 Giugno 2020 | 13:50

NEWS DALLA SEZIONE

L'inervista
Raffaele Fitto e Giorgia Meloni

Verso il voto, la doppia sfida di Fitto: «Puglia e Ue, cambiamo»

 
Lutto
Bari calcio, addio a Gigi Frisini ex biancorosso e dirigente sportivo

Bari calcio, addio a Gigi Frisini ex biancorosso e dirigente sportivo

 
Coronavirus
Basilicata sempre più «Covid free»: sesto giorno zero contagi su 468 test

Basilicata sempre più «Covid free»: sesto giorno zero contagi su 468 test

 
2 giugno
Bari, ministro Boccia alla cerimonia al sacrario E il centrodestra srotola il tricolore sul lungomare

Bari, ministro Boccia al Sacrario Flash mob centrodestra sul lungomare

 
La tragedia
Cerignola, trattore si ribalta sulla Sp 75: un morto e un ferito

Cerignola, trattore si ribalta sulla Sp 75: un morto e un ferito

 
Il caso
Rssa «Bilanzuoli» di Minervino

Minervino, anziani abbandonati: chiusa pure la Rsa «Bilanzuoli»

 
Fase 2
Puglia, i tamponi non crescono nonostante i laboratori privati

Puglia, i tamponi non crescono nonostante i laboratori privati

 
Calcio serie A
Fabio Liverani

Milan e Juventus in quattro giorni: Lecce prepara il bavaglio alle grandi

 
La mobilitazione
«Gazzetta bene culturale»: lettera dell' Accademia Pugliese delle Scienze

«Gazzetta bene culturale»: lettera dell'Accademia Pugliese delle Scienze

 
La nostra vertenza
Crisi «Gazzetta», stipendi a rischio ma spunta il giallo dei 4,5 milioni

Crisi «Gazzetta», stipendi a rischio ma spunta il giallo dei 4,5 milioni

 
l'accordo
Petrolchimico Brindisi, in serata arriva l'intesa: Comune revoca sospensione

Petrolchimico Brindisi, in serata arriva l'intesa: Comune revoca sospensione

 

Il Biancorosso

Lutto
Bari calcio, addio a Gigi Frisini ex biancorosso e dirigente sportivo

Bari calcio, addio a Gigi Frisini ex biancorosso e dirigente sportivo

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceSanità post emergenza
Il San Giuseppe da Copertino

L’ospedale di Copertino riapre ma l’organizzazione è disastrosa

 
BariEstate alle porte
Cala San Giovanni

Fase 2, lettini personalizzati nell’azzurro di Polignano

 
Tarantoatti persecutori
Taranto, armato si fa trovare sotto la casa della ex: arrestato stalker 48enne

Taranto, armato si fa trovare sotto la casa della ex: arrestato stalker 48enne

 
BatIl caso
Rssa «Bilanzuoli» di Minervino

Minervino, anziani abbandonati: chiusa pure la Rsa «Bilanzuoli»

 
Brindisil'accordo
Petrolchimico Brindisi, in serata arriva l'intesa: Comune revoca sospensione

Petrolchimico Brindisi, in serata arriva l'intesa: Comune revoca sospensione

 
PotenzaDal 3 giugno
Basilicata, nuova ordinanza di Bardi: aperture in sicurezza e assembramenti vietati

Basilicata riapre in sicurezza e senza assembramenti: nuova ordinanza di Bardi

 
Materanel Materano
Grassano, ladri strappano la cassaforte dell'ufficio postale

Grassano, ladri «strappano» la cassaforte dell'ufficio postale

 

i più letti

Il bollettino

Coronavirus Puglia, curva in leggero calo: 91 casi in un giorno, 1549 contagiati. Crescono i morti: 15. I dati per provincia

Trend stabile per il sesto giorno. 658 i positivi ricoverati in ospedale: dato in linea con le previsioni. Le vittime salgono a 86

Coronavirus Puglia, curva in leggero calo: 91 casi in un giorno,  1549 contagiati. Crescono i morti: 15. I dati per provincia

Continua l'emergenza Coronavirus in Puglia. Gli esperti incrociano le dita ma i dati dei contagiati da Covid 19 mantengono un andamento costante, leggermente in calo rispetto a ieri. Secondo l'ultimo bollettino della Regione diffuso dal governatore Emiliano sono stati registrati altri 15 morti e 91 nuovi casi. Le vittime in totale dall'inizio dell'epidemia sono 86 in tutta la Regione, venti delle quali avevano dai 30 ai 69 anni. Nella giornata di oggi sono stati effettuati 861 test per l'infezione Covid-19 coronavirus e sono risultati positivi 91 casi, così suddivisi: 49 nella Provincia di Bari; 2 nella Provincia Bat; 4 nella Provincia di Brindisi; 22 nella Provincia di Foggia; 0 nella Provincia di Lecce; 6 nella Provincia di Taranto; 1 fuori regione 7 non attribuiti.

Sono stati registrati altri 15 decessi, 2 in provincia di Bari (93 e 90 anni), 2 in provincia di Lecce (85 e 97 anni), 10 in provincia di Foggia (77, 93, 77, 89, 74, 69, 87, 93, 84 e 69 anni), 1 in provincia di Brindisi (83 anni).

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 12.631 test. Mentre 27 sono i pazienti che risultano guariti. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è quindi di 1.549, così divisi: 518 nella Provincia di Bari; 98 nella Provincia di Bat; 152 nella Provincia di Brindisi; 377 nella Provincia di Foggia; 239 nella Provincia di Lecce; 99 nella Provincia di Taranto; 18 attribuiti a residenti fuori regione; 48 per i quali è in corso l'attribuzione della relativa provincia. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti. 
 

L'ANALISI DI VITTIME E CONTAGI - I contagi nella sola giornata di oggi ammontano a 91 rispetto ai 12.631 tamponi effettuati, dato che conferma una certa stabilità, se non un leggero calo, rispetto a quello di ieri (124 casi). Aumenta invece il numero dei decessi, che ricordiamo sale a 15 solo nella giornata di oggi, mentre sale a 658 il numero dei positivi ricoverati in ospedale: un dato che si conferma al momento nel range di previsione della Regione. Il piano di emergenza. lo ricordiamo, è stato tarato su una stima di 2mila casi, la metà dei quali è da ospedalizzare. In base ai dati di oggi, quindi, il sistema sembrerebbe reggere, fermo ristando l'incognita di un picco che potrebbe già assestarsi oppure far espandere il dato nei prossimi giorni. 

MORTI E GUARITI - Fermo restando che la fascia maggiormente a rischio di decesso è quella compresa tra gli over 70, i dati di oggi registrano anche alcuni casi in una fascia di età inferiore, tra cui 2 nel range 30-39 anni, 2 nella fascia 40-49 anni e altri 4 tra i 50-59 anni e 12 in quella immediatamente superiore e sotto i 70 anni. Gli altri morti riguardano: 23 nella fascia di età 70-79 anni, 28 in quella tra 80 e 89 anni e 15 in quella da 90 anni in poi. L'indice di letalità maggiore (22 %) riguarda la fascia di età compresa che supera gli 80 e i 90 anni. Sale a 27 il numero dei guariti. In isolamento invece ci sono 464 persone.

LE PAROLE DI EMILIANO - «La sanità italiana dopo questa storia non potrà essere uguale a prima, dovrà cambiare radicalmente. Il ruolo della sanità pubblica dovrà essere importantissimo perché una epidemia la combatte la sanità pubblica». Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, in diretta su Rai1 ospite della trasmissione 'Domenica In'.
Alla domanda su quali siano le previsioni per le prossime settimane, Emiliano ha detto: «C'è la possibilità di arrivare ai primi di maggio con questa situazione di chiusura quasi totale. Il governo sta facendo tutto con massima cautela e non ho nulla da rimproverare, mi sento vicinissimo al presidente del Consiglio». «Ci siamo accorti che il danaro non serve a nulla in questa epidemia - ha aggiunto - a noi non mancano i soldi per comprare mascherine e ventilatori ma ci mancano le mascherine». "E' un segnale che dobbiamo leggere - ha concluso - il mondo è interconnesso».

TAMPONI: IL COMMENTO DI FIMMG PUGLIA -  «Ridurre la burocrazia per attivare subito tutti i laboratori presenti sul territorio e fare più tamponi agli operatori sanitari, oltre che ai sintomatici e ai loro contatti», è la richiesta lanciata da Nicola Calabrese, vicesegretario nazionale Fimmg e segretario Fimmg Bari. «In Puglia - spiega - abbiamo una rete straordinaria di laboratori. Usiamola. Occorre seguire il modello del Veneto, dove i tamponi sui medici vengono effettuati due volte la settimana per rendere sicuri ospedali e ambulatori. I numeri ci dicono che le stime ufficiali sull'epidemia sono ampiamente sottostimate. Come dimostrano i dati, in linea quelli di Vò Euganeo, della Corea del Sud - dove sono stati effettuati test di massa - la maggior parte dei contagiati sono giovani (tra i 20 e i 29 anni), asintomatici o paucisintomatici».
«Abbiamo stime sulla letalità del virus - prosegue - cioè sul numero dei deceduti rispetto al numero degli infetti, che sono un artefatto statistico. Derivano da un numero di malati altamente sottostimato». Secondo il segretario del sindacato dei medici di base, «la battaglia contro il Covid-19 si vince sul territorio, isolando gli asintomatici, il cui numero, come dimostra l’esperienza delle regioni del Nord, è maggiore rispetto a quelli testati con i tamponi. In assenza di certificata positività, oggi manca infatti la possibilità di costringere all’isolamento i sospetti e tutti i loro contatti, con il rischio altissimo di un’ulteriore diffusione del contagio». «Se chiedete a qualunque medico di medicina generale - conclude - vi dirà che sta assistendo a domicilio pazienti con sintomatologia riconducibile al Covid-19 a cui non è mai stato fatto il tampone e i cui familiari continuano magari ad uscire di casa per fare la spesa o andare in farmacia. Così l’epidemia non si fermerà mai».

IL DATO NAZIONALE - I dati di oggi, 29 marzo, dimostrano come il totale dei pazienti italiani attualmente positivi ha superato quota 73mila, arrivando a quota 73.880. Aumentano i guariti, che salgono a 13.030 mentre i morti superano i 10mila e arrivano a 10.779. In totale i casi di Coronavirus registrati in Italia sale a 97.689. Si tratta del minor numero di nuovo contagi dal 25 marzo e della minor percentuale nuovi casi da inizio fase epidemica (5,34%).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie