Sabato 01 Ottobre 2022 | 16:24

In Puglia e Basilicata

Taranto, Borsci sull'orlo del crack: cig a zero ore

Taranto, Borsci sull'orlo del crack: cig a zero ore
Cassa integrazione a zero ore per tutti e 26 i lavoratori della Borsci industria liquori, l'azienda fondata nel 1840 e produttrice tra l’altro del famoso Elisir San Marzano, oggi sull'orlo del fallimento, confermato dall’aggravamento dello stato di insolvenza nei primi mesi del 2009. La cassa integrazione è stata stabilita in un incontro tra azienda e sindacati. Nel corso dell’incontro sono state smentite le voci di un interessamento all’acquisizione della società da parte di gruppi industriali del settore

03 Agosto 2009

BARI – Cassa integrazione a zero ore per tutti e 26 i lavoratori della Borsci industria liquori, l'azienda fondata nel 1840 e produttrice tra l’altro del famoso Elisir San Marzano, oggi sull'orlo del fallimento, confermato dall’aggravamento dello stato di insolvenza nei primi mesi del 2009. 

La cassa integrazione è stata stabilita in un incontro tra azienda e sindacati convocato dal presidente della Provincia di Taranto, Gianni Florido, con l’assessore provinciale al Lavoro, Vito Miccolis. 

Nel corso dell’incontro sono state smentite le voci di un interessamento all’acquisizione della società da parte di gruppi industriali del settore. 

Resta tuttavia in piedi – a quanto è stato reso noto – la trattativa con un altro gruppo industriale ionico che sta valutando l’ipotesi di rilevare la storica azienda dolciaria tarantina.

Due, in particolare, gli aspetti che i potenziali acquirenti – è stato sottolineato nel corso della riunione – “dovranno prendere in seria considerazione: salvaguardia dello stabilimento tarantino e difesa degli assetti occupazionali. Su queste basi, il gruppo Borsci si Š dichiarato disponibile ad avviare eventuali trattative”. All’incontro hanno preso parte, trab gli altri, l’assessore provinciale al Lavoro, Vito Miccolis, Egidio Borsci, presidente del consiglio di amministrazione dell’omonima azienda, i sindacalisti Cosimo Stasi, Antonio Castellucci e Antonio Trenta in rappresentanza di Flai-Cgil, Fai-Cisl e Uila-Uil, Giorgio Meschiari per Confindustria Taranto, Roberto Solito per la direzione provinciale del Lavoro. Presenti anche le rsu aziendali. 

“Abbiamo garantito un sostegno al reddito a tutti i dipendenti della Borsci – ha commentato l’assessore Miccolis – e mi sembra un risultato certamente importante che va sottolineato. Come Provincia di Taranto, su impulso del presidente Florido, abbiamo manifestato l’intenzione di seguire passo dopo passo questa vicenda. Ci interessa ovviamente tutelare i livelli occupazionali e dare uno sbocco positivo alla vertenza. Ecco, questo significa incarnare l’idea di sindacato del territorio che vogliamo rappresentare come istituzione locale al servizio della Terra Ionica”. Nei prossimi giorni è previsto un nuovo incontro per fare il punto della situazione.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -

FOGGIA

 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725