Domenica 14 Agosto 2022 | 11:34

In Puglia e Basilicata

Domenica e lunedì allarme afa a Bari

Domenica e lunedì allarme afa a Bari
Secondo le ultime rilevazioni del Sistema di prevenzione delle ondate di calore curato dalla Protezione civile, domenica le città «a rischio» saranno 10: l’allerta di «livello 3», il più alto scatterà a Civitavecchia, Messina, Perugia, Rieti e Roma mentre ad Ancona, Bari, Brescia, Campobasso e Milano sarà allerta di «livello 2» (arancione). Lunedì le città a rischio scenderanno a 5, con «livello 2» per Bari e Palermo. La temperatura sarà di 38 gradi. Alto il tasso di umidità

01 Agosto 2009

ROMA – Domenica torrida in buona parte dell’Italia. Secondo le ultime rilevazioni del Sistema di prevenzione delle ondate di calore curato dalla Protezione civile, domani le città «a rischio» saranno 10: l’allerta di «livello 3», il più alto (quello contrassegnato dal colore rosso, che impone l’adozione di «interventi di prevenzione mirati») scatterà a Civitavecchia, Messina, Perugia, Rieti e Roma mentre ad Ancona, Bari, Brescia, Campobasso e Milano sarà allerta di «livello 2» (arancione). Lunedì le città a rischio scenderanno a 5, con «livello 2» per Bari e Palermo e «livello 3» per Civitavecchia, Messina e Roma. 

Domani le massime si manterranno sopra i valori stagionali un pò ovunque, ma a creare problemi saranno soprattutto afa e umidità che contribuiranno a far percepire «picchi» di 38 gradi a Civitavecchia, Messina, Bari, Cagliari e Milano, di 37 a Catania e a Napoli, di 36 a Perugia, Roma, Frosinone, Latina e Pescara. Lunedì la temperatura percepita toccherà di nuovo i 38 gradi a Civitavecchia, Messina, Bari, Cagliari e Catania. 

«Ancora per oggi – spiegano i meteorologi del dipartimento - la penisola è sotto l’influenza di un promontorio che rende il tempo stabile» ma «la vasta circolazione ciclonica atlantica, con centro d’azione sull'Islanda» che da domani entrerà sul Mediterraneo occidentale dovrebbe determinare «un peggioramento delle condizioni atmosferiche dapprima sui settori alpini e successivamente, nella giornata di lunedì, anche al resto del nord e parzialmente alle regioni del centro, con una flessione anche del campo termico». 

Per martedì è prevista poi la formazione di «un minimo in quota sulle regioni centrali in spostamento verso quelle meridionali italiane con tempo perturbato sulle regioni adriatiche e meridionali in genere».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725