Mercoledì 10 Agosto 2022 | 07:34

In Puglia e Basilicata

«Carceri di Puglia sovraffollate» potestano gli agenti a Bari

«Carceri di Puglia sovraffollate» potestano gli agenti a Bari
Il Segretario Generale della UILPA Penitenziari Eugenio Sarno: le criticità più evidenti in Puglia (dove si registra un sovraffollamento medio pari al 62,4%) attengono agli Istituti di Lecce dove sono presenti 1321 detenuti a fronte dei 659 previsti (146 % sovraffollamento) e Bari dove sono reclusi 545 detenuti per un massimo di 296 (84,12 di sovraffollamento) e Foggia dove i detenuti sono 696 a fronte dei 403 previsti (72,70% sovraffollamento)

28 Luglio 2009

BARI - «I circa 70 poliziotti penitenziari convenuti a Bari da tutte le province pugliesi per partecipare alla protesta odierna rappresentano, senza ombra di dubbio, la validità e la giustezza delle nostre posizioni assunte in solitaria rispetto alle altre organizzazioni sindacali. Ancor più in ragione che la gran parte dei manifestanti ha rinunciato ad un giorno di riposo o ad un giorno di ferie per portare in piazza, il disagio, la rabbia, la frustrazione e la demotivazione che anima la polizia penitenziaria. Dopo Bologna, Milano e Napoli, quindi, possiamo ben dire di aver fatto poker». 

È molto soddisfatto il Segretario Generale della UILPA Penitenziari Eugenio Sarno per la manifestazione di oggi a Bari. «E non è finita qui – aggiunge – la nostra stagione di mobilitazione continuerà il 7 settembre a Palermo, il 16 a Cagliari per culminare in una manifestazione nazionale già convocata per il 22 settembre davanti alla Camera dei deputati. Nel frattempo il 30 luglio sarò in visita a Perugia il 5 agosto a Frosinone e il 15 agosto a Lecce».

Oltre alle rivendicazioni generali oggi i poliziotti penitenziari della Puglia hanno manifestato anche per sensibilizzare l’opinione pubblica e la politica rispetto alle condizioni di lavoro e alle condizioni di detenzione che si registrano negli istituti penitenziari della regione. «Mi pare di poter dire – conclude Sarno – che le criticità più evidenti in Puglia (dove si registra un sovraffollamento medio pari al 62,4%) attengono agli Istituti di Lecce dove sono presenti 1321 detenuti a fronte dei 659 previsti (146 % sovraffollamento) e Bari dove sono reclusi 545 detenuti per un massimo di 296 (84,12 di sovraffollamento) e Foggia dove i detenuti sono 696 a fronte dei 403 previsti (72,70% sovraffollamento). Tutto ciò ha un impatto diretto e negativo anche sulle condizioni di lavoro. In molte realtà pugliesi, infatti, il personale di Polizia Penitenziaria è costretto a rinunciare a ferie e riposi per garantire i livelli minimi di sicurezza . Nonostante questa disponibilità e questi sacrifici il personale comunque deve subire anche la beffa di non vedersi riconosciute le proprie spettanze economiche; lo straordinario non viene pagato da tre mesi e da ben un anno si attende il pagamento delle missioni».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725