Martedì 09 Agosto 2022 | 21:25

In Puglia e Basilicata

Concorso al Politecnico di Bari: tre proiettili per il rettore Marzano

Concorso al Politecnico di Bari: tre proiettili per il rettore Marzano
Presunte irregolarità nella gestione del concorso per l'assunzione di 17 impiegati (la magistratura ha aperto un'inchiesta) e, alla vigilia della prova scritta, fissata per oggi, minacce di morte per il rettore del Politecnico di Bari, Salvatore Marzano. «Se una di queste persone dovesse vincere il concorso, tu morirai», recita la missiva. E poi: «Marzano, guardati le spalle perchè potrebbe capitarti un brutto incidente. Sei avvertito». E sul foglio - accompagnato da tre proiettili con l’avvertimento «questi sono per te» - compare un elenco con i nomi dei candidati

28 Luglio 2009

BARI - Una nuova, inquietante minaccia per il rettore del Politecnico di Bari, Salvatore Marzano: «Se una di queste persone dovesse vincere il concorso, tu morirai». E poi: «Marzano, guardati le spalle perchè potrebbe capitarti un brutto incidente. Sei avvertito». E sul foglio - accompagnato da tre proiettili con l’avvertimento «questi sono per te» - compare un elenco con i nomi dei candidati. Il motivo dell’intimidazione, dunque, è per la seconda volta lo stesso: presunte irregolarità nella gestione del concorso per l’assunzione di 17 impiegati. L’invio della lettera non è casuale: precede di un giorno la prova scritta riservata ai 269 aspiranti addetti amministrativi che hanno superato le selezioni. La convocazione è infatti per stamattina, nella facoltà di Ingegneria del Campus.

 La missiva è stata vergata con un pennarello rosso, a mano, e quindi attaccata sullo specchio dell’ascensore. Proprio quella cabina che giovedì scorso era stata segnata da messaggi offensivi nei confronti di Marzano. «È una minaccia di morte - dice Marzano che ha denunciato l’episodio alla procura e al prefetto - che tende a impedire l’espletazione del concorso per ragioni che non sono comprensibili». 

Si tratta di un concorso contestato e sul quale la magistratura ha aperto un’inchiesta. Le selezioni si sono tenute lunedì 20 nel Palatour di Bitritto. Alcuni partecipanti hanno chiamato i carabinieri per segnalare presunte irregolarità: le fotocopie dei test sarebbero state infatti riprodotte in un negozio vicino alla struttura e non all’interno del Palatour. E i candidati avrebbero comunicato con l’esterno attraverso il telefonino; i ritardi sarebbero stati di alcune ore. «Si è tentato in varie maniere di bloccare il concorso», dice il rettore. Sarebbe stato sgradito al personale interno che avrebbe voluto l’immissione in ruolo a proprio favore.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725