Domenica 08 Dicembre 2019 | 20:46

NEWS DALLA SEZIONE

Nuoto
La biscegliese Elena Di Liddo è argento europeo nei 100 farfalla

La biscegliese Elena Di Liddo è argento europeo nei 100 farfalla

 
L'arresto
Preparavano assalto ad un bancomat a Chieti: in manette 4 foggiani

Preparavano assalto ad un bancomat a Chieti: in manette 4 foggiani

 
Il siderurgico
Cantiere Taranto, a studio sgravi del 100% per chi assume lavoratori ex Ilva

Cantiere Taranto, a studio sgravi del 100% per chi assume lavoratori ex Ilva

 
Il riconoscimento
Transumanza patrimonio dell'Unesco, settimana clou per decidere

Transumanza patrimonio dell'Unesco, settimana clou per decidere

 
Tradizione
Puglia, Immacolata in tavola: da Gioia a Rutigliano tra pesce, ragù, pettole e dolci

Puglia, Immacolata in tavola: da Gioia a Rutigliano tra pesce, ragù, pettole e dolci

 
Il match
Lecce-Genova, 90 minuti di show poi finisce 2-2: giallorosso sotto poi rimontano

Lecce-Genova, 90 minuti di show poi finisce 2-2: giallorossi sotto di due gol poi rimontano FOTO

 
Coldretti
Puglia, giù il prezzo ma nei depositi 9 milioni di chili di olio straniero

Puglia, giù il prezzo ma nei depositi 9 milioni di chili di olio straniero

 
La decisione
Foggia, le società e i rapporti con il boss Trisciuglio: Tar rigetta ricorsi su interdittive

Foggia, le società e i rapporti con il boss Trisciuoglio: Tar rigetta ricorsi su interdittive

 
Blitz nella notte
Bari, sosta selvaggia per la movida: 50 multe nella zona Umbertina

Bari, sosta selvaggia per la movida: 50 multe nella zona Umbertina

 
Al San Nicola
Il Bari aggancia il Potenza: la partita giocata in casa finisce 2-1

Il Bari aggancia il Potenza: il match finisce 2-1. Rivedi la diretta

 

Il Biancorosso

Al San Nicola
Il Bari aggancia il Potenza: la partita giocata in casa finisce 2-1

Il Bari aggancia il Potenza: il match finisce 2-1. Rivedi la diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaFestività 2019
Al via il Natale a Foggia con ruota panoramica, pista di pattinaggio e albero illuminato

Al via il Natale a Foggia con ruota panoramica, pista di pattinaggio e albero illuminato

 
BariLa cena del cuore
Metti una sera a cena con i bimbi autistici dietro i fornelli

Metti una sera a cena a Bari con i bimbi autistici dietro i fornelli

 
BatNuoto
La biscegliese Elena Di Liddo è argento europeo nei 100 farfalla

La biscegliese Elena Di Liddo è argento europeo nei 100 farfalla

 
PotenzaL'intervista
Cappelli: «Il Capodanno Rai ci ha fatto scoprire Potenza»

Cappelli: «Il Capodanno Rai ci ha fatto scoprire Potenza»

 
HomeIl siderurgico
Cantiere Taranto, a studio sgravi del 100% per chi assume lavoratori ex Ilva

Cantiere Taranto, a studio sgravi del 100% per chi assume lavoratori ex Ilva

 
BrindisiPub Ciporti
Fasano, incendio a un pub: terzo attentato in pochi mesi

Fasano, incendio a un pub: terzo attentato in pochi mesi

 
LecceL'analisi
Lecce, il boom della grande distribuzione: in provincia ci sono 402 strutture

Lecce, il boom della grande distribuzione: in provincia ci sono 402 strutture

 
MateraOperazione dei Cc
Pisticci, sorpresi in garage con 800 grammi di marijuana: in cella due 21enni

Pisticci, sorpresi in garage con 800 grammi di marijuana: in cella due 21enni

 

i più letti

Politica e giustizia

Inchiesta Emiliano, soldi alle primarie: «Altri 6 mesi di indagini»

La Procura di Bari chiede una proroga. La difesa: «Non hanno prove»

Inchiesta Emiliano, soldi alle primarie: «Altri 6 mesi di indagini»

BARI - È necessario approfondire ulteriormente i rapporti tra Michele Emiliano e i due imprenditori che - secondo l’accusa - avrebbero pagato la sua campagna per le Primarie Pd del 2017 vinte da Renzi. È per questo che la Procura di Bari ha chiesto al gip Antonella Cafagna la seconda proroga delle indagini, l’ultima possibile, a carico del governatore Michele Emiliano e di altre quattro persone: il fascicolo resterà aperto fino alle elezioni regionali.

La richiesta di proroga, infatti, è di norma sempre accolta. L’atto sottoscritto dal procuratore aggiunto Lino Giorgio Bruno e dal pm Savina Toscani è stato notificato martedì dalla Finanza, che nella sede della presidenza della Regione ha anche acquisito la delibera con cui la giunta ha preso atto della rinuncia della Ladisa spa ai 12 milioni di contributi per l’ampliamento dello stabilimento di Bari. L’inchiesta a carico Emiliano, del suo capo di gabinetto Claudio Stefanazzi e degli imprenditori Giacomo Mescia e Vito Ladisa ipotizza infatti il reato di induzione indebita a dare o promettere utilità, ovvero che i due imprenditori abbiano ottenuto favori dalla Regione in cambio del pagamento del debito di Emiliano con la società piemontese Eggers (che si era occupata della campagna per le Primarie Pd): un decreto ingiuntivo da 65mila euro più Iva che la Eggers ha ritirato dopo i 24mila euro pagati a giugno 2017 dalla Margherita srl di Mescia e i 59mila versati a ottobre dalla Ladisa.
Dalle indagini svolte in questi mesi sui rapporti tra la Regione e le imprese finite nel mirino è emerso, oltre al contributo che PugliaSviluppo aveva concesso alla Ladisa, anche quello che un’altra società controllata da Mescia ha ottenuto a maggio sempre da PugliaSviluppo. La PowerSun di Roma (il cui 51% è della Margherita di Mescia) ha acquistato a rustico il parcheggio multipiano Ex Enel di Lecce (ancora in fase di costruzione), in una operazione da 8,1 milioni di cui 2,6 sono contributo pubblico. Le due operazioni (quella di Ladisa e quella di Powersun) hanno una serie di punti di contatto, a partire dai nomi dei consulenti che le hanno curate.

Ladisa, spiegano fonti vicine alla società, a settembre ha rinunciato al finanziamento pubblico concesso nell’aprile 2018 al progetto «Restart» (12 milioni di euro di finanziamenti) per il venir meno degli affidamenti bancari alla base dell’investimento. A ottobre la giunta ne ha preso atto con una delibera ora finita agli atti dell’inchiesta. Oltre all’induzione indebita (la vecchia concussione), l’indagine ipotizza anche l’abuso di ufficio a carico di Emiliano. A Ladisa e Mescia viene poi contestato l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, quelle emesse della Eggers a copertura dei due pagamenti: all’imprenditore torinese, il quinto indagato, viene per questo contestata l’emissione di fatture false in concorso con Emiliano e Stefanazzi. Dotti è stato già ascoltato due volte nel corso dell’inchiesta, la seconda in veste di indagato. Ladisa ha sempre sostenuto di aver avuto rapporti con la Eggers solo in relazione a una campagna di comunicazione per le mense della città di Torino, e che era dunque a questo che si riferiva la fattura contestata.

Ad aprile, in occasione della prima proroga delle indagini con contestuale acquisizione di documenti e di cellulari, il governatore Emiliano aveva raccontato su Facebook di essere stato avvertito in anticipo della perquisizione. Stavolta a parlare è il difensore del governatore, l’avvocato Gaetano Sassanelli: «Con riferimento all’avvenuta notifica della ulteriore richiesta di proroga, pur trattandosi di atto che, in ragione della sua infondatezza sotto il profilo tecnico-giuridico, avrebbe oggettivamente meritato una opposizione alla sua concessione, è ferma volontà del presidente Emiliano, per motivi di trasparenza, soprassedere da qualsiasi iniziativa e tenere le “porte aperte” a qualsiasi accertamento della magistratura. Sta di fatto che non può farsi a meno di osservare che, nonostante le indagini vadano avanti da ben oltre un anno, al contrario, vi è ancora necessità di proseguirle, evidentemente per la carenza degli indizi raccolti». A carico di Emiliano c’è anche l’indagine di Bari per abuso d’ufficio (la nomina dell’ex sindaco biscegliese Spina a InnovaPuglia) e quella di Foggia per corruzione sul presunto scambio tra voti alle ultime comunali e la nomina nell’Asp di Chieuti chiesta dai due cera, i politici Udc arrestati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie