Martedì 27 Settembre 2022 | 04:30

In Puglia e Basilicata

ELEZIONI POLITICHE 2022

Centrodestra

43,79%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

26,13%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,79%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,43%

Movimento 5 Stelle

Centrodestra

44,02%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

25,99%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,74%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,55%

Movimento 5 Stelle

 

Il Miur "boccia" gli atenei apulo-lucani e taglia i fondi

Il Miur "boccia" gli atenei apulo-lucani e taglia i fondi

Per la prima volta in Italia il ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca ha assegnato una parte dei fondi destinati alle Università sulla base di nuovi criteri di valutazione della qualità. Malissimo tutti gli atenei di Puglia e Basilicata che si vedono sottrarre fondi (Foggia perde un milione di euro) che verranno destinati, in blocco, alle università del Nord. Unica eccezione, il Politecnico di Bari

• Il rettore di Foggia: provvedimento penalizza le università del Sud

25 Luglio 2009

ROMA  - Italia divisa in due sugli atenei virtuosi premiati dai finanziamenti del Ministero dell’Istruzione sulla base di nuovi criteri di valutazione della qualità: il 38,8% degli ateni "promossi" è al Centro-Nord (21 sedi), mentre il 42,6% dei bocciati è invece del Centro-Sud (23 sedi). 

Le università virtuose del Centro-Sud sono l’11,1% (6 atenei), quelle non all’altezza che hanno sede al Centro-Nord il 7,4% (4). Lo rivela la classifica sulle università virtuose pubblicata oggi dal Miur, con le percentuali che indicano i finanziamenti in più o in meno ricevuti quest`anno in base ai nuovi criteri. 

Gli atenei meritevoli sono: Trento +10,69%, Politecnico Torino +5,22%, Politecnico Milano +4,14%, Bergamo +2,82%, Genova +2,52%, Milano-Bicocca +2,51%, Roma 'Foro Italicò +2,35%, Torino +2,18%, Udine +1,95%, Tuscia +1,80%, Milano +1,69%, Venezia +1,65%, Chieti +1,50%, Padova +1,37%, Insubria +1,36%, Bologna +1,33%, Roma 'Tor Vergatà +1,28%, Ferrara +1,12%, Della Calabria +1,09%, Modena e Reggio Emilia +1,05%, Politecnica delle Marche +1,01%, Pisa +0,99%, Piemonte Orientale +0,79%, Sannio di Benevento +0,75%, Pavia +0,33%, Verona +0,31%, Politecnico Bari +0,26%. 

I meno competenti sono invece, nell’ordine, Brescia -0,39% (dove si è laureata il ministro Gelmini), Perugia -0,56%, Roma Tre -0,79%, Parma -0,91%, Mediterranea di Reggio Calabria -1,06%, Salerno -1,06%, Lecce -1,16%, IUAV-Venezia -1,34%, Catanzaro -1,42%, Napoli -1,52%, Catania -1,60%, Bari -1,94%, Parthenope di Napoli -2,03%, Cagliari -2,08%, Roma 'La Sapienzà -2,11%, Teramo -2,17%, Cassino -2,21%, Molise -2,29%, Camerino -2,42%, L'Orientale di Napoli -2,50%, Seconda Università Napoli -2,82%, Basilicata -2,90%, Sassari -2,95%, Messina -3%, Palermo -3%, Foggia -3%, Macerata -3%.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725