Giovedì 18 Agosto 2022 | 22:03

In Puglia e Basilicata

Trani capitale cultura ebraica per la «Giornata europea»

La ricorrenza il prossimo 6 settembre. Il tema comune per tutte le 59 località italiane e i 27 Paesi europei che vi aderiscono è quello delle «Feste ebraiche e tradizioni», alcune delle quali come «Shabbat » (sabato ebraico), «Yom Kippur» (giorno della espiazione dei peccati e della riconciliazione), «Pesach» (Pasqua) sono diventate familiari anche in Italia
• Puglia, castelli e musei. Ecco «Città aperte» '09

23 Luglio 2009

di OSVALDO SCORRANO 

È Trani la città capofila della decima edizione della «Giornata europea della cultura ebraica», fissata per il prossimo 6 settembre. Il cui tema comune per tutte le 59 località italiane e i 27 Paesi europei che vi aderiscono è quello delle «Feste ebraiche e tradizioni», alcune delle quali come «Shabbat » (sabato ebraico), «Yom Kippur» (giorno della espiazione dei peccati e della riconciliazione), «Pesach» (Pasqua) sono diventate familiari anche in Italia. La scelta di Trani, quale capitale di questo evento culturale presentato al ministero dei Beni culturali, è del tutto naturale, perché la città pugliese ha ospitato da tempi remoti una delle più antiche comunità ebraiche, offrendosi ora come un centro di riferimento per chi in Puglia vuole interessarsi alla vita e alla cultura degli ebrei, dopo che la sinagoga di Scolanova - che per secoli era stata trasformata in chiesa cristiana - è ritornata recentemente ad essere un luogo ebraico di preghiera. E da Trani, al termine della giornata del 6 settembre, partirà, con uno spettacolo di Gioelel Dix («La Bibbia ha quasi sempre ragione») il primo «Festival della cultura ebraica in Puglia»: un progetto promosso dall’Unione delle Comunità ebraiche italiane e dalla Regione, e che fino al 10 settembre coinvolgerà alcune città come Andria, Bari, Lecce, Oria, Otranto, San Nicandro Garganico, dove l’ebraismo è di casa. «È la prima volta che l’ebraismo italiano propone un’iniziativa così importante in una regione come la Puglia ricca di storia e di tracce delle presenza ebraica, manifestando oggi un interessante risveglio per quella cultura e tradizione», ha dichiarato Renzo Gattegna, presidente dell’Unione delle Comunità ebraiche italiane. Gli fa eco il governatore della Puglia Nichi Vendola, che per il festival ha coniato il titolo «Negba. Verso il Mezzogiorno». «Noi abbiamo organizzato - ha detto Vendola - dei treni della memoria “verso il N o rd ”, diretti a Cracovia, Auschwitz per portarvi i nostri giovani, gli studenti e farli riflettere sulla terribile atrocità dell’Olo - causto. Ora ritorniamo “verso il Sud” d ove non c’è solo la Shoah, ma la ricchezza dell’ebraismo, la gente, i sapori, le tradizioni. Già l’anno scorso abbiamo cercato di addentrarci in queste tematiche con il numero zero di questo festival a Bari; ora invece, con questa iniziativa, ci vogliamo impegnare con tutta la nostra forza, perché essa è centrale in una politica culturale che parte dal Mediterraneo e proietta la Puglia fin dentro le case di altri popoli, in un processo di crescita reciproca». Ed aggiunge: «Questo evento è una semina buona, u n’iniziativa che, in un momento in cui riaffiorano il razzismo e l’anti - semitismo, può riannodare i fili della cooperazione tra i popoli, della solidarietà e della condivisione, gli unici veri anticorpi per scacciare i fantasmi della paura e della diversità». E per meglio sottolineare il ruolo della Puglia in questo processo, Vendola fa sue le parole di don Tonino Bello, quando sosteneva che «la Puglia non deve essere un arco di guerra puntato verso il Sud, ma un arco di pace rivolto verso il mondo». Il sottosegretario ai Beni culturali Francesco Maria Giro ha lodato «parole profonde » di Vendola e ha dato pieno sostegno alla manifestazione, che mette in cantiere spettacoli (da non perdere Ottavia Piccolo al Paisiello di Lecce), concerti, mostre, incontri, conferenze; e si è augurato di «camminare insieme verso l’uomo, verso l’a ltro».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725