Mercoledì 10 Agosto 2022 | 17:21

In Puglia e Basilicata

Puglia, castelli e musei Ecco «Città aperte» '09

Puglia, castelli e musei Ecco «Città aperte» '09
di MARIANTONIETTA RACANELLI 
«Città aperte» anche per il 2009: torna per il terzo anno consecutivo l’appuntamento con il progetto turistico-culturale finanziato dall’assessorato al turismo della regione Puglia e realizzato dall’Azienda di promozione turistica di Bari. «Città aperte è come il salotto buono di casa da mostrare agli ospiti» afferma il presidente dell’Apt di Bari, Franco Chiarello (nella foto), che considera il progetto una grande opportunità per turisti e cittadini di godere non solo del mare e delle bellezze naturali, ma anche del ricco patrimonio culturale ed artistico della nostra terra

22 Luglio 2009

di MARIANTONIETTA RACANELLI

«Città aperte» anche per il 2009: torna per il terzo anno consecutivo l’appuntamento con il progetto turistico-culturale finanziato dall’assessorato al turismo della regione Puglia e realizzato dall’Azienda di promozione turistica di Bari. Scopo dell’iniziativa è migliorare la qualità dell’offerta turistica attraverso una serie di attività ed eventi che si prolungheranno anche oltre il periodo estivo. Già da quest’anno infatti l’inizio di «Città aperte» è stato anticipato ad aprile, in coincidenza dell’avvio della stagione crocieristica e si protrarrà fino a dicembre. «Città aperte è come il salotto buono di casa da mostrare agli ospiti» afferma il presidente dell’Apt di Bari, Franco Chiarello (nella foto), che considera il progetto una grande opportunità per turisti e cittadini di godere non solo del mare e delle bellezze naturali, ma anche del ricco patrimonio culturale ed artistico della nostra terra. 

L’iniziativa, partita come un esperimento, si è estesa quest’anno alle città della Bat (che rientrano nel circuito delle «Città Aperte in Puglia Imperiale», con un programma unitario di aperture straordinarie prolungate di siti e monumenti), fino a comprendere anche i comuni di San Ferdinando, Trinitapoli e Margherita di Savoia, una volta in provincia di Foggia. Una scommessa vinta grazie all’apprezzamento dei numerosi turisti, soprattutto stranieri, che continuano a scegliere la Puglia per le loro vacanze. E che quest’anno potranno godere di un’offerta più ricca e differenziata. 

Ecco alcune delle novità. A partire dai castelli: il programma prevede le aperture prolungate e straordinarie dei castelli svevi di Bari e Trani, di Castel del Monte, del castello aragonese di Conversano e di quello angioino di Mola. Resteranno aperte fino a tardi, anche nel fine settimana, oltre 50 chiese in dieci comuni, fra cui le cattedrali di Bari, Ruvo, e Altamura, come pure i musei e i siti archeologici (il museo diocesano e palazzo Simi a Bari, la galleria nazionale Devanna a Bitonto, il museo Jatta a Ruvo, il sito dell’Uomo di Altamura).
In programma anche le visite guidate ai luoghi di rilevanza storico-culturale, artigianale ed enogastronomica, come le masserie dei briganti a Noci, le cantine e i frantoi, i cantieri navali a Molfetta, le serre per la produzione dei fiori a Terlizzi. 

Fitto di appuntamenti il calendario di concerti ed eventi che animeranno le lunghe notti estive. Ce n’è per tutti i gusti: il 12 settembre il concerto di Vinicio Capossela ad Alberobello, e si continua con l’Orchestra popolare Notte della Taranta a Ruvo di Puglia, le notti bianche, i concerti del conservatorio di Bari al castello svevo, le rassegne musicali di Bitonto, Giovinazzo e Molfetta. Nel progetto rientra anche «Rosati in tour», la campagna itinerante di degustazione di vini rosati pugliesi che toccherà dieci comuni della provincia di Bari per promuovere i prodotti d’eccellenza dell’enologia locale. A scendere in piazza le 19 aziende aderenti all’associazione «Buona Puglia» che proporranno i vini delle più rinomate cantine locali. 

«Intrecciare turismo ed enogastromia» secondo il presidente Chiarello «è la scelta vincente per comporre un’offerta turistica integrata. Il turismo non è un settore a sé» continua «ma ha bisogno del concorso di tanti fattori perché funzioni al meglio».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725