Sabato 13 Agosto 2022 | 12:19

In Puglia e Basilicata

Sant’Arcangelo diventa  patria dell’heavy metal

Sant’Arcangelo diventa  patria dell’heavy metal
Il 10 agosto ospiterà la rassegna «Agglutination». Tra gli artisti c’è anche Udo. Tra i protagonisti anche il gruppo di punta del metallo italiano, gli Extrema. Sul sito della manifestazione (www.agglutination.it) sono disponibili le informazioni per i bus organizzati: sono previsti pullman dalla Sicilia, dalla Puglia, dalla Campania e naturalmente dalla Basilicata

20 Luglio 2009

Torna anche quest’anno l’appuntamento con il festival dell’heavy metal. Il 10 agosto, a Sant’Arcangelo, nel campo sportivo, raduno di appassionati di rock duro con «Agglutination metal festival», una delle rassegne musicali più importanti del Mezzogiorno. Sul palco, tra gli altri artisti, ci saranno anche gli Udo, headliners della manifestazione. La band, che prende il nome dal suo frontman, è una «costola» degli Accept, gruppo degli anni ‘80 molto conosciuto negli ambienti metal. 

«Chi ama questa musica - dice Gerardo Cafaro, promotore dell’iniziativa - non può non aver ascoltato una sola volta gli Accept o canzoni immense come Fasted As a Shark, o Metal Heart per citarne solo due. Ebbene Udo Dirkschneider porterà per la prima volta live al Sud Italia quei mitici pezzi insieme ai suoi grandi successi di oggi». Il nuovo album dei tedeschi Udo uscirà il 21 agosto per Afm Records. Il disco è stato provvisoriamente intitolato «Domnator». 

Il 26 giugno è uscito il singolo «Infected», contenente la title track, due tracce che non saranno presenti sul full length e due pezzi live. Udo è uno dei pochi gruppi di fama mondiale a non aver mai suonato al sud Italia. Come sempre il festival abbraccia tutti i generi heavy e per cui non poteva mancare oltre alla parte power, anche la frangia più estrema: spazio ai polacchi Vader, una delle espressioni più interessanti nel campo del Death Metal europeo.

Inoltre all’Agglutination suonerà il meglio della scena metal Italiana, ad iniziare dagli Extrema appena usciti con il loro nuovo lavoro «Pound for Pound». La band meneghina sta raccogliendo ottime recensioni in tutto il mondo ed è pronta a portare il suo «massacro collettivo» al Sud. Grande curiosità per la partecipazione al festival di padre Cesare Bonizzi, il frate cappuccino che ha formato il suo gruppo dedito all’heavy metal con testi cristiani. La sua band «Fratello Metallo» farà tappa la prima volta al Sud, per portare il suo... verbo. 

Sul palco di Sant’Arcang elo, infine, ci saranno anche Fabio Lione, voce dei Rapsody In fire con il suo progetto solista, oltre a giovani talenti con i Trick or Treat, Symbolic e i potentini Ecnephias. Sicura la presenza anche di uno dei gruppi culto della scena Black Metal Italiana ossia i Forgotten Tomb. Il loro stile musicale è ispirato a quello di Katatonia e Burzum. Sul sito della manifestazione (www.agglutination.it) sono disponibili le informazioni per i bus organizzati: sono previsti pullman dalla Sicilia, dalla Puglia, dalla Campania e naturalmente dalla Basilicata.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725