Mercoledì 17 Agosto 2022 | 13:18

In Puglia e Basilicata

L'Università di Tokio studia il borgo antico di Cisternino

L'Università di Tokio studia il borgo antico di Cisternino
Cisternino ombelico del mondo e meta turistica mondiale. Tutto è iniziato per caso o per predestinazione quando un giorno il maestro illuminato Babaji che viveva in India, ha individuato Cisternino per la realizzazione di un centro Bhole Baba. Era il 1979 e Lisetta Carmi avviò i lavori del tempio che ancora oggi è identico a quello di Hairakhan, in India.

17 Luglio 2009

Cisternino ombelico del mondo e meta turistica mondiale. Tutto è iniziato per caso o per predestinazione quando un giorno il maestro illuminato Babaji che viveva in India, ha individuato Cisternino per la realizzazione di un centro Bhole Baba. Era il 1979 e Lisetta Carmi avviò i lavori del tempio che ancora oggi è identico a quello di Hairakhan, in India.

Quello di Cisternino è stato il primo Centro Ashram fondato in Occidente e quanti seguono gli insegnamenti di Babaij sono convinti che l’area di Valle d’Itria che circonda il tempio sia l’ombellico del mondo. Da quegli anni ad oggi la presenza del Centro Induista Buddista continua ad esercitare un forte richiamo. Poi è arrivato l'architetto giapponese di fama mondiale Hidenobu Jinnai che negli anni '60 iniziò a studiare l’architettura del Borgo Antico che a suo dire è unica ed è diventata oggetto di studio anche all’Università di Architettura di Tokio.

Di recente Jinnai ha ottenuto una laurea honoris causa in Architettura dell’Unione europea per l’apporto fondamentale allo sviluppo disciplinare nel campo degli studi sulla città e il territorio, grazie alle ricerche condotte in forme sperimentali e innovative su scala mondiale. L’architetto e professore Jinnai insegna presso l’Hosei University di Tokyo dal 1990, è stato borsista del Governo Italiano dal 1973 al 1975 e da allora ha svolto con continuità studi e ricerche in Italia e in Giappone. Ha lavorato nel campo dell’architettura e dell’urbanistica portando contributi riconosciuti in tutto il mondo e che gli hanno fatto ricevere numerosi premi e onorificenze. Nel 2002 gli è stato conferito il titolo di Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Negli stessi anni arrivò anche l’architetto Edward Allen che ha realizzato numerose pubblicazioni sulla Puglia ed in particolare sulle pietre e la malta che caratterizzano i trulli e il Borgo di Cisternino.

Sono solo alcuni dei luminari di tutto rispetto che hanno dedicato anni della propria vita all’architettura del Borgo Antico di Cisternino. Erano gli stessi anni in cui in cui tanti Cistranesi “fuggivano” da una realtà che aveva poco da offrire. Si andava a lavorare e cercare fortuna in America, in Svizzera, in Germania, in Belgio. Quanti sono tornati quasi non riconoscono più il proprio paese Adesso è una cittadina nota ovunque, è una meta ambita da tutte le fasce d’età. Si apprezza tutto ciò che di antico si riesce a conservare: la natura incontaminata, i monumenti, le tipicità gastronomiche, tutto sembra rallentato. Pensare ad una Cisternino senza rassegne musicali, artistiche, turisti che pullulano per le vie del Borgo e quant'altro, sembra davvero impossibile.

Milena Fumarola

cisternino
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725