Giovedì 11 Agosto 2022 | 08:31

In Puglia e Basilicata

"Amianto: si usi nome Bridgestone per vittime di Bari"

"Amianto: si usi nome Bridgestone per vittime di Bari"
BARI - Potrà continuare a chiamarsi col nome che si è scelto, l«'Associazione dei familiari delle vittime e degli esposti all'amianto della Bridgestone Italia Spa, ex Firestone Brema di Modugno, in memoria di Benedetto Piscazzi, manutentore elettrico vittima dell'amianto»: il Tribunale di Bari, in composizione collegiale e in sede cautelare, ha respinto il reclamo presentato dalla Bridgestone Italia Spa contro il provvedimento con cui, il 9 aprile scorso, il giudice monocratico Luigi Agostinacchio aveva respinto il ricorso d'urgenza presentato dalla multinazionale in base all'art.700 del codice di procedura civile.

14 Luglio 2009

BARI - Potrà continuare a chiamarsi col nome che si è scelto, l«'Associazione dei familiari delle vittime e degli esposti all'amianto della Bridgestone Italia Spa, ex Firestone Brema di Modugno, in memoria di Benedetto Piscazzi, manutentore elettrico vittima dell'amianto»: il Tribunale di Bari, in composizione collegiale e in sede cautelare, ha respinto il reclamo presentato dalla Bridgestone Italia Spa contro il provvedimento con cui, il 9 aprile scorso, il giudice monocratico Luigi Agostinacchio aveva respinto il ricorso d'urgenza presentato dalla multinazionale in base all'art.700 del codice di procedura civile.

La Bridgestone chiedeva nei confronti dell'associazione, rappresentata dall'avvocato Patrizia Dibari, l'inibizione dell'uso del nome sociale Bridgestone Italia Spa ex Firestone Brema di Modugno e «di ogni comportamento denigratorio nei confronti» della società. Per il collegio (presidente Nicola Magaletti, relatore Enrico Scoditti) «dalla documentazione emerge un fumus di veridicità (e correttezza) quanto al collegamento stabilito nella denominazione associativa fra vittime dell'amianto e società ricorrente, stante la pluralità di sentenze di primo grado della sezione lavoro del Tribunale di Bari prodotte, nelle quali risulta riconosciuto in favore del lavoratore il diritto al beneficio previdenziale nei confronti dell'Inps, previsto dalla legge n.257/92 per il rischio da esposizione all'amianto».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725