Lunedì 08 Agosto 2022 | 03:55

In Puglia e Basilicata

Massima attenzione a Castel del Monte siringhe abbandonate

Massima attenzione a Castel del Monte siringhe abbandonate
di MICHELE PALUMBO 
Lodevolissimo intervento di bonifica delle Guardie ecologiche ambientali (sezione naturalista federciana – enalcaccia) e dei Pionieri di Protezione civile, nella zona della pineta di Castel del Monte. Hanno raccolto un mare di rifiuti mentre trenta siringhe (usate da tossicodipendenti) e alcuni cucchiai che servivano per liquefare la droga, con l'aiuto dell'accendino, saranno recuperate durante la prossima bonifica (sabato prossimo, 18 luglio), in quanto è necessaria la presenza dell'Ufficiale Sanitario della Asl

13 Luglio 2009

CASTEL DEL MONTE (ANDRIA) - Le Guardie ecologiche ambientali (sezione naturalista federciana – enalcaccia) e i Pionieri di Protezione civile, hanno realizzato la seconda bonifica nella zona della pineta di Castel del Monte. Anche in questo caso il dato è piuttosto sconfortante. Per capire perché, la parola al responsabile delle Guardie ecologiche ambientali, Francesco Martiradonna: «La nuova bonifica è stata svolta presso la pineta del Castel del Monte, nelle vicinanze della Masseria Cipoluzza. È stato operato il taglio delle erbe, con un decespugliatore, lungo il perimetro del tratturo e l’inter no della siepe. Contemporaneamente è stata bonificata l’area raccogliendo i rifiuti che indecentemente vengono lasciati ed abbandonati. Cosa abbiamo trovato? Presto detto: scarpe per andare al mare, sandali, bottiglie di vino, di birra e di liquore, cartoni di succhi di frutta, scatole, piatti e bottiglie e posate di plastica, copertoni e pneumatici. Sono stati riempiti cinque bustoni, che sommati a quelli della prima bonifica, svolta una settimana fa, e cioè sette, fanno dodici bustoni di rifiuti, vale a dire di inciviltà». 

Le guardie ecologiche ambientali ed i pionieri della protezione civile ambientale che hanno partecipato alla bonifica, hanno fatto notare che: «I cinque bustoni sono stati riempiti, purtroppo, in un’area non toppo estesa, e questo significa che i rifiuti aumentano. L’assurdo è che è stato riempito un bustone solo lungo il bordo della strada statale, con direzione dalla masseria al bivio che porta al castello: nelle cunette sono state lasciate molte bottiglie di birra, e certamente sono state lanciate dalle automobili». 

bonifica a Castel del MonteIl gruppo dei volontari inoltre ha anche individuato trenta siringhe (usate da tossicodipendenti) e alcuni cucchiai che servivano per liquefare la droga, con l’aiuto dell’accendino. «Queste siringhe – ha spiegato Martiradonna - saranno recuperate durante la prossima bonifica, in quanto è necessaria la presenza dell’Ufficiale Sanitario della Asl. In questo modo, con attrezzi adeguati e procedure corrette le siringhe verranno recuperate senza pericolo alcuno e poste in sicurezza». Il prossimo intervento di bonifica della pineta di Castel del Monte verrà effettuato sabato prossimo, 18 luglio, e riguarderà proprio il perimetro del castello federiciano.
MICHELE PALUMBO
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

EDITORIALI

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725