Domenica 14 Agosto 2022 | 12:31

In Puglia e Basilicata

Noemi? L'esilarante duello fuorionda del presidente della Bat

Noemi? L'esilarante duello fuorionda del presidente della Bat
BARLETTA - «Ventola versus Straniero». Così il popolo del web ha initolato l'esilarante duello televisivo (ma si tratta in realtà di un fuorionda che quindi non è andato in trasmissione), che vede protagonisti il giornalista di Telesveva Roberto Straniero e l’attuale presidente della Provincia di Barletta Andria Trani, Francesco Ventola (Pdl). I due sono in attesa di registrare una intervista nell’ambito del «pacchetto elettorale» commissionato dal candidato del centrodestra. Nell’attesa, si parla dei fatti del giorno. Anzi, «del» fatto del giorno, il caso della ragazza di Casoria, Noemi Letizia

03 Luglio 2009

di PAOLO PINNELLI

BARLETTA - «Ventola versus Straniero». Così il popolo del web ha initolato l'esilarante duello televisivo (ma si tratta in realtà di un fuorionda che quindi non è andato in trasmissione), che vede protagonisti il giornalista di Telesveva Roberto Straniero e l’attuale presidente della Provincia di Barletta Andria Trani, Francesco Ventola (Pdl). I due sono in attesa di registrare una intervista nell’ambito del «pacchetto elettorale» commissionato dal candidato del centrodestra. Nell’attesa, si parla dei fatti del giorno. Anzi, «del» fatto del giorno, il caso della ragazza di Casoria, Noemi Letizia al cui diciottesimo compleanno lo scorso 26 aprile partecipò anche il premier Silvio Berlusconi, con tutto quello che poi è seguito. 

Straniero perora i diritti delle famiglie di fatto e lancia i suoi strali, in italiano e in barlettano, contro la morale «doppiopesista» del premier e dei politici che predicano bene e razzolano male. Un attacco frontale, che viene ripreso come se si fosse in trasmissione. Il futuro presidente, imbarazzato dal martellante nonché colorito incalzare del giornalista, fronteggia sempre più sulla difensiva. 

Una discussione che poteva restare nei meandri del «non visto», ma che da qualche giorno è venuta prepotentemente allo scoperto. Il video, dapprima è circolato su «Facebook», riservato ai soli «amici» del possessore dell’originale, cioè di Michele Marmo (giornalista della famiglia proprietaria di Telesveva). Poi è finito anche su «Youtube», a disposizione di tutti. Ma non solo: anche il Pd di Canosa nel suo sito, lo presenta nella versione in cui Straniero, nella foga, fa ricorso ad espressioni dialettali in barlettano verace, addirittura sottotitolate da «Papagnol», autore di un noto sito web barlettano doc. I contatti sono ben presto schizzati verso l’alto ed il passaparola da Facebook si è spostato in tutto il web e così la palla di neve è diventata valanga. 

«Non l’ho visto e ne sono sorpreso - dice il presidente Francesco Ventola -. Quella trasmissione faceva parte di un pacchetto di trasmissioni commissionate per la mia campagna elettorale a Telesveva. Eravamo in attesa del via del regista e Straniero ha espresso la sua opinione sulla questione morale. Io la mia, molto serenamente. Non pensavo che la registrazione fosse già partita». È evidente che il «fuori programma» è risultato poco gradito a Ventola. «Il filmato sarà stato visto almeno da diecimila utenti - commenta Straniero -- Come abbiamo fatto per altri filmati, abbiamo deciso di metterlo in rete sabato scorso. Ora mi ritrovo con una montagna di contatti. Mi piace che si sia aperto un dibattito su questi argomenti, forse per il tipo di esternazione risultata più efficace di mille dibattiti “compìti” sul tema». 

Sul web, c’è chi sottoscrive in pieno l’invettiva italian-vernacolare del conduttore di Telesveva, ma c’è anche chi, pur condividendo, sottolinea che forse tutto sarebbe dovuto avvenire in diretta. Straniero replica: «C’era la par condicio», ma stavolta sulla difensiva appare lui.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725