Martedì 16 Agosto 2022 | 12:44

In Puglia e Basilicata

Puglia, nuovo piano casa: si potrà ampliare il 20%

Puglia, nuovo piano casa: si potrà ampliare il 20%
 BARI - Approvato dalla Giunta Regionale, nella seduta di ieri, il disegno di legge in attuazione dell'intesa Stato-Regioni-Enti locali che consente in deroga alle norme urbanistiche l'ampliamento entro il limite del 20% della volumetria esistente per gli edifici residenziali uni-bifamiliari e la demolizione e ricostruzione con premio di cubatura entro il limite del 35%. L'orientamento del governo regionale - è spiegato in una nota dell'ente - è stato rivolto a cogliere l'opportunità dell'intesa per offrire sostegno al settore edilizio, migliorando nel contempo le condizioni di sicurezza e accessibilità del patrimonio esistente e la qualità architettonica, ambientale e paesaggistica delle città e del territorio.

01 Luglio 2009

 BARI - Approvato dalla Giunta Regionale, nella seduta di ieri, martedì 30 giugno, il disegno di legge in attuazione dell'intesa Stato-Regioni-Enti locali che consente in deroga alle norme urbanistiche l'ampliamento entro il limite del 20% della volumetria esistente per gli edifici residenziali uni-bifamiliari e la demolizione e ricostruzione con premio di cubatura entro il limite del 35%. L'orientamento del governo regionale - è spiegato in una nota dell'ente - è stato rivolto a cogliere l'opportunità dell'intesa per offrire sostegno al settore edilizio, migliorando nel contempo le condizioni di sicurezza e accessibilità del patrimonio esistente e la qualità architettonica, ambientale e paesaggistica delle città e del territorio.

«Non è compito facile - è detto nel comunicato - contemperare le esigenze di rilancio dell'edilizia con quelle di salvaguardia dell'incolumità pubblica, dell'ambiente e del paesaggio. Ma è doveroso farlo in una Regione che ha tante fragilità idrogeologiche e nel turismo un suo punto di forza. E lo si è fatto ascoltando le istanze di chi rappresenta interessi diretti e diffusi ed acquisendo preventivamente l'intesa degli Enti locali nella Cabina di Regia». Tutti gli interventi sono realizzabili mediante Denuncia di Inizio Attività.

Per snellire ulteriormente il procedimento si è in attesa dell'emanazione da parte del Governo del Decreto legge di semplificazione delle procedure di competenza dello Stato. Tale Decreto - si ricorda nel comunicato - era previsto dall'intesa che fosse emanato entro dieci giorni dal 1ø aprile. In parallelo, è in dirittura d'arrivo un altro disegno di legge che amplia gli incentivi volumetrici già previsti da leggi regionali sull'edilizia sostenibile e sulla rigenerazione urbana, secondo le istanze avanzate dal partenariato istituzionale e socio-economico nelle sessioni di ascolto.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725