Mercoledì 17 Agosto 2022 | 12:36

In Puglia e Basilicata

I rifiuti di Ugento ora a Conversano

I rifiuti di Ugento ora a Conversano
UGENTO La discarica Burgesi, che per 17 anni ha accolto i rifiuti solidi urbani dell’Ato Le/3 e per alcuni periodi anche quelli dell’Ato LE/2, a partire da oggi resterà chiusa. Finisce così l’incubo dei cittadini di Acquarica, Presicce, Ugento e la frazione di Gemini. Un incubo supportato da alcuni dati che ancora oggi tengono in allarme la gente del luogo e che parlerebbero di una percentuale di casi di patologie tumorali e tiroidee in particolare molto superiore al dato provinciale.

01 Luglio 2009

di GIANCARLO COLELLA

UGENTO La discarica Burgesi, che per 17 anni ha accolto i rifiuti solidi urbani dell’Ato Le/3 e per alcuni periodi anche quelli dell’Ato LE/2, a partire da oggi resterà chiusa. Finisce così l’incubo dei cittadini di Acquarica, Presicce, Ugento e la frazione di Gemini. Un incubo supportato da alcuni dati che ancora oggi tengono in allarme la gente del luogo e che parlerebbero di una percentuale di casi di patologie tumorali e tiroidee in particolare molto superiore al dato provinciale.

La storia della discarica Burgesi è un esempio di procedure tortuose che hanno fatto da cornice a episodi confluiti in azioni giudiziarie culminate, ad esempio, nella condanna dei dirigenti dell’impianto per aver smaltito all’interno dell’impianto i fusti di policlorobifenile rinvenuti a ottobre del 2000. Proprio questo episodio aveva finito con l’avvalorare l’ipotesi che nella discarica non venissero trattati solo rifiuti solidi urbani. La paura di contaminazioni da sostanze pericolose generò la protesta di capodanno scorso, quando un centinaio di cittadini di Gemini, Ugento, Acquarica e Presicce occuparono per una settimana l’impianto.

Da qui la richiesta di chiusura immediata dell’impianto. Richiesta che alla fine venne sottoscritta dai rappresentanti istituzionali in un incontro tenuto presso la Prefettura di Lecce il 7 gennaio scorso. Tenendo fede all’impegno assunto in quella data la Burgesi è stata chiusa e, in attesa dell’attivazione dell’impianto di biostabilizzazione, prevista per il prossimo autunno, i rifiuti dei comuni dell’Ato LE/3 verranno conferiti ad un impianto di Conversano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725