Lunedì 08 Agosto 2022 | 03:50

In Puglia e Basilicata

Scandalo Sanità Vendola: subito  la nuova giunta

Scandalo Sanità Vendola: subito  la nuova giunta
BARI - ''E' questione di ore'': lo promette il presidente della Regione Puglia. “Sarà un ricambio molto rapido”, aggiunge Nichi Vendola che ieri ha dato vita ad una vera e propria 'rivoluzione poco gentilè nel palazzo sul lungomare di Bari, là dove si riunisce l’esecutivo, 'azzeratò a sorpresa dal governatore. 
 La svolta politica: apertura a Idv, Udc e «Io Sud»
 Il Pdl: Vendola venga in Aula. E anche Poli Bortone esclude di entrare in giunta
 Cesa (Udc): Noi in giunta? Non siamo tappabuchi
 Sospesa «lady Asl»
• Vendola: la sanità è un sistema permeabile alle lobby

01 Luglio 2009

BARI - ''E' questione di ore'': lo promette il presidente della Regione Puglia. “Sarà un ricambio molto rapido”, aggiunge Nichi Vendola che ieri ha dato vita ad una vera e propria 'rivoluzione poco gentilè nel palazzo sul lungomare di Bari, là dove si riunisce l’esecutivo, 'azzeratò a sorpresa dal governatore. 

Lo ha fatto perchè sulla Regione e sulla maggioranza di centrosinistra sono calate 'ombrè, arrivate da inchieste sulla sanità avviate dalla Procura di Bari. Aspetti preoccupanti, di una sanità che in Puglia, per ammissione dello stesso Vendola, è permeabile alla corruzione, ad interessi di lobby. Grossi problemi, dunque, che sempre ieri hanno portato alla sospensione dall’incarico del manager della Asl di Bari, Lea Cosentino, indagata in una delle inchieste. Una questione, quella morale, che Vendola vuole affrontare aprendo il confronto con Udc e Idv ma anche con il movimento Io Sud. Lo ha ribadito oggi, malgrado abbia già incassato il 'nò secco delle tre formazioni. 

Ma Vendola insiste: vuole la sua nuova squadra subito e già nella prossima settimana ci potrebbero essere novità. “Ho bisogno – dice – di interloquire con tutti coloro che sono interessati alla difesa del Sud, e all’arricchimento del laboratorio politico-culturale che si è realizzato in Puglia. Parleremo senza pregiudizi. L’unico pregiudizio è una certa idea della Puglia, degli interessi sociali che vogliamo presidiare, dei diritti civili, dei diritti umani a cui non intendiamo rinunciare. Sono i punti su cui abbiamo fondato l'azione di governo e su questi punti c'è la possibilità di arricchire la coalizione, una possibilità che va vagliata senza atteggiamenti trasformistici. Noi non siamo alla ricerca di un voto in più, siamo alla ricerca di una idea in più”. 

Il governatore vuole stringere i tempi per la nuova squadra anche per bloccare sul nascere il toto-nomine: ma già dalle prime ore del mattino il gioco è cominciato. E oggi non si è parlato d’altro nei corridoi e nell’aula del consiglio regionale, dove avrebbe dovuto tenersi la seduta dell’assemblea, poi rinviata a causa delle proteste del centrodestra che avrebbe voluto una relazione di Vendola, assente per un incontro all’Ilva di Taranto, su quanto accaduto ieri. Il presidente – si legge in un documento diffuso poi dal Pdl – “fugge dallo sfascio e cerca di scaricare la questione morale e politica solo sui suoi assessori. Perchè lui non si è dimesso?”. 

E interrogativi se li pongono anche alcuni dei 14 assessori che sono stati costretti a rimettere il loro mandato nelle mani del presidente. In giunta ieri non sarebbe filato tutto liscio, sono emersi malumori sull'operazione decisa da Vendola. Una decisione, quella di azzerare, che è stata irrevocabile, malgrado il vice di Vendola, Sandro Frisullo (Pd), il cui nome è emerso nell’affaire-escort, abbia offerto al governatore le sue dimissioni su un piatto d’argento. E avrebbe anche cercato di incontrare Vendola prima della fatidica riunione dell’esecutivo, ma senza riuscirci.
Cambierà tutta la squadra del Pd nella giunta? E chi rimarrà nell’esecutivo? 

“E' una prerogativa del presidente, sarà lui a decidere”, ha detto oggi il capogruppo del Pd in consiglio regionale, Antonio Maniglio. Il gruppo si è riunito oggi e all’unanimità ha detto di “condividere la scelta politica di Vendola”. Per la nuova giunta il governatore – giura Maniglio – “ha carta bianca”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

EDITORIALI

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725