Sabato 13 Agosto 2022 | 11:31

In Puglia e Basilicata

Foggia, tenta di uccidere la vicina, poi si suicida

Foggia, tenta di uccidere la vicina, poi si suicida
Un uomo ha tentato di uccidere una donna con colpi di arma da fuoco e dopo averla gravemente ferita, probabilmente credendola morta, si è tolto la vita con la stessa arma. E’ accaduto poco fa a Foggia, in un edificio nella centrale via Pesola

30 Giugno 2009

FOGGIA - Un uomo ha tentato di uccidere una donna con colpi di arma da fuoco e dopo averla gravemente ferita, probabilmente credendola morta, si è tolto la vita con la stessa arma. E’ accaduto poco fa a Foggia, in un edificio nella centrale via Pesola. 
L'uomo si chiamava Mario Santolupo, di 67 anni, ed ha tentato di uccidere una vicina di casa, sparandole con una pistola nella sua abitazione, poi ha rivolto l’arma contro di sè e si è tolto la vita. 
Il grave fatto di sangue in un «basso» di via Pesola dove l’uomo viveva. Sul posto i carabinieri stanno effettuando i «rilievi tecnici». La donna, Giuseppina Gramegna, di 53 anni, colpita al torace da un proiettile è riuscita farsi soccorrere in un vicino studio medico ed è ora ricoverata in gravi condizioni agli Ospedali Riuniti di Foggia.

Da una prima ricostruzione sembra che Santolupo verso le 10 mentre era all’interno dell’ edificio abbia incontrato la donna, Giuseppina Gramegna, (pare che si occupi delle pulizie nello stabile), con la quale  avrebbe avuto un violento litigio. Durante il diverbio Santolupo ha impugnato una pistola e ha  sparato contro di lei: due proiettili, secondo i primi  accertamenti, l’hanno raggiunta a un fianco e un altro al  torace. Subito dopo l’uomo si è ucciso sparandosi un colpo alla  testa.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725