Mercoledì 10 Agosto 2022 | 19:19

In Puglia e Basilicata

Brindisi, si solleva l'asfalto e l'acqua invade le strade

Brindisi, si solleva l'asfalto e l'acqua invade le strade
L’asfalto si è spaccato sollevandosi sotto la pressione di una massa d’acqua che in pochi istanti ha invaso via Villafranca e le strade vicine, ieri mattina tra i rioni Santa Chiara e Commenda. Un testimone: «È passata più di un’ora prima che qualcuno intervenisse sul posto»

29 Giugno 2009

BRINDISI - Scene da città disastrata del terzo mondo, ieri mattina presto a Brindisi, in via Villafranca, al rione Santa Chiara. Erano le 06.14, quando alcuni lavoratori che avevano appena terminato il turno notturno in fabbrica, recandosi al «Bar 900» per la solita colazione mattutina, hanno visto l’asfalto della sede stradale letteralmente spaccarsi e sollevarsi con la contestuale fuoriuscita di acqua in abbondanza, proprio in corrispondenza dei punti in cui l’asfalto si era spaccato e sollevato. 

Una scena quasi da calamità naturale, «causata sicuramente - come segnalato da un lettore trovatosi sul posto al momento in cui il fatto si è verificato - dalla rottura della linea di acqua potabile, o fogna bianca». acqua per strada a Brindisi
Un problema forse favorito anche dalle precipitazioni di questi giorni, che potrebbero aver causato una pressione nelle condotte particolarmente forte al punto che, per smaltirla, non è bastato lo «sfogo» costituito dai tombini che saltano, come avviene ormai abitualmente al minimo acquazzone che si abbatte sulla città. 

Ma la cosa ancor più da città del terzo mondo è stato quanto accaduto nei lunghissimi minuti successivi alla rottura, mentre le strade della zona andavano via via allagandosi: «Alle 6.22 - racconta il testimone che ha voluto segnalare l’episodio - sono stati chiamati i Vigili urbani ma non potevano intervenire perché la loro attività alle ore 07; i Vigili del fuoco sono stati chiamati 06.26 ma l’intervento non rientra nelle loro competenze; alla fine, alle ore 07.20, è stato chiamato il 113. Ma ci si chiede: a chi sarebbe toccato intervenire se il fatto avesse comportato qualcosa di più grave?». [a. neg.]
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725