Martedì 09 Agosto 2022 | 21:54

In Puglia e Basilicata

Inchiesta Sanità la bufera Asl approda in giunta

Inchiesta Sanità la bufera Asl approda in giunta
BARI - Si attende l'arrivo dal Canada di Nichi Vendola: il presidente della Regione Puglia troverà domani sul suo tavolo un bel pò di matasse da sbrogliare dopo il terremoto provocato dalla Procura di Bari con inchieste sulla sanità e su un giro di affari ed escort che farebbe capo all’imprenditore Tarantini. Inchieste che tra gli altri coinvolgerebbero, a vario titolo, la manager della Asl di Bari, Lea Cosentino, e il vicepresidente della giunta regionale pugliese e assessore allo Sviluppo Economico, Sandro Frisullo (Pd). 
• D'Alema sul Barigate: la politica rispetti i magistrati

29 Giugno 2009

BARI - Si attende l'arrivo dal Canada di Nichi Vendola: il presidente della Regione Puglia troverà domani sul suo tavolo un bel po' di matasse da sbrogliare dopo il terremoto provocato dalla Procura di Bari con inchieste sulla sanità e su un giro di affari ed escort che farebbe capo all’imprenditore Tarantini. Inchieste che tra gli altri coinvolgerebbero, a vario titolo, la manager della Asl di Bari, Lea Cosentino, e il vicepresidente della giunta regionale pugliese e assessore allo Sviluppo Economico, Sandro Frisullo (Pd). 

“Non mi sono dimessa. Comunicherò domani al presidente Vendola le mie decisioni”, ha detto oggi Lea Cosentino. Domani alle ore 14 è convocata la giunta regionale pugliese ma con ogni probabilità la riunione dell’esecutivo slitterà di qualche ora perchè l’arrivo di Vendola è atteso nella tarda mattinata. E il presidente della Regione Puglia incontrerà, prima della riunione di giunta, Lea Cosentino. E, ovviamente, anche Frisullo, uomo di peso del Pd pugliese. Il vicepresidente della giunta regionale ha ribadito anche oggi di essere completamente estraneo a tutto, che ci sono processi in atto basati sul nulla e i più vicini a lui sono pronti a giurare che Frisullo è finito in un vero e proprio “tritacarne mediatico”. 

Vendola, sin dal suo insediamento e sin dal suo primo incontro con la sua 'squadra', nel 2005, fu chiaro: nessun sospetto, nessuna ombra, sulla sua giunta. Ecco perchè quando qualche mese fa trapelò la notizia di un coinvolgimento dell’allora assessore alla Sanità Alberto Tedesco (Pd) in una delle inchieste, lo stesso assessore, prima ancora di ricevere formalmente comunicazione dalla Procura, si dimise immediatamente dall’incarico (ora svolto dal 'tecnicò Tommaso Fiore, anestesista ed ex consulente di Vendola per la sanità).
Intorno alle 12 il presidente della Regione incontrerà anche l'assessore alle Politiche della Salute, Tommaso Fiore. 

“Lo informerò – annuncia Fiore – di quello che è accaduto in questi giorni e sulle riunioni tecniche che abbiamo avviato da sabato scorso per riorganizzare il settore del sistema degli appalti sanitari”. “Stiamo lavorando da sabato scorso – aggiunge l’assessore – per stabilire quali possono essere i provvedimenti tecnici da adottare per riorganizzare tutto il settore”. 

Sono quindi due le strade parallele che nelle prossime ore saranno percorse alla Regione Puglia dai 'fedelì di Vendola: una riguarda la macchina di riorganizzazione tecnica di gran parte del settore della sanità, l’altra la macchina della discussione politica. Ma su quest’ultimo aspetto sarà Vendola domani a chiarire la situazione.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725