Venerdì 18 Gennaio 2019 | 15:12

NEWS DALLA SEZIONE

Morirono 10 persone
Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

 
La visita
Criminalità, capo polizia Gabrielli: «Foggiano area difficile, sottovalutata criminalità»

Criminalità, capo polizia Gabrielli: «Foggiano area difficile, sottovalutata criminalità»

 
Il movimento nel Salento
Melendugno: No Tap protestano in tute anticontaminazione

Melendugno: No Tap protestano in tute anticontaminazione

 
Nel Brindisino
Fasano, fatturato in tempo record, l'azienda manda i dipendenti in crociera

Fasano, fatturato in tempo record, l'azienda manda i dipendenti in crociera

 
Nel Leccese
Copertino, incendio in capannone Fse: danneggiato treno merci

Copertino, incendio in capannone Fse: danneggiato treno merci

 
Il furto nel Foggiano
Mezzi per la raccolta dei rifiuti rubati e ritrovati a Cerignola: è caccia ai responsabili

Mezzi per la raccolta dei rifiuti rubati e ritrovati a Cerignola: è caccia ai responsabili

 
Serie B1 pallavolo
La Pvg Bari cerca la quarta vittoria consecutiva

La Pvg Bari cerca la quarta vittoria consecutiva

 
Probabile formazione
Bari, contro il Cittanova senza Piovanello e Pozzebon

Bari, contro il Cittanova senza Piovanello e Pozzebon

 
Operazione dei Carabinieri
Droga, operazione dei carabinieri a Barletta: arresti

Traffico di droga, blitz a Barletta: 21 arresti contro clan Cannito-Lattanzio VD

 
Si chiama Francesco Tomaiuolo
Foggia, saluta la madre e non torna a casa: 15enne scomparso da 5 giorni

Foggia, saluta la madre e non torna a casa: 15enne scomparso da 5 giorni

 

inquinamento

Ilva, «Ecco tutti i veleni
che uccidono Taranto»

«Con questo video - spiega Fabio Matacchiera - desideriamo dimostrare che la situazione permane grave per la popolazione e per gli stessi operai»

Ilva taranto

TARANTO - Il Fondo antidiossina onlus ha diffuso su youtube un video della durata di due minuti sulle emissioni del Siderurgico di Taranto, chiamato «Inside Ilva», girato a più riprese nel mese di gennaio. Le ultime immagini si riferiscono alla giornata di ieri.
«Con questo video - spiega il presidente della onlus Fabio Matacchiera - desideriamo dimostrare che la situazione permane grave per la popolazione e per gli stessi operai».

Il video riporta le immagini realizzate con potenti teleobiettivi, il giorno e l’orario in cui sono state girate. «La città di Taranto, dopo innumerevoli decreti, rimane sotto scacco - aggiunge Matacchiera - dei fumi industriali e della volontà della politica che ha deciso di immolare la popolazione per gli interessi dell’economia nazionale. Interessi che, però, non hanno un vero riscontro poichè il colosso siderurgico permane in una grave situazione debitoria e continua a bruciare decine di milioni di euro al mese».

L’ambientalista ricorda che «a Taranto, rispetto alla media regionale, i bambini sono i più colpiti: mortalità infantile in generale +21%, mortalità tra 0-14 anni + 54%. L’eccesso di mortalità a Taranto, secondo il Rapporto 2014 Istituto Superiore di Sanità, per le malattie oncologiche è anche superiore alla media nazionale e persino a quella rilevata in Campania nella Terra dei Fuochi». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400