Domenica 14 Agosto 2022 | 10:44

In Puglia e Basilicata

Natuzzi, la Regione Basilicata non firmerà accordo

Natuzzi, la Regione Basilicata non firmerà accordo
MATERA - La Regione Basilicata non firmera' con le industrie Natuzzi alcun accordo di programma, perchè ha abbandonato la provincia di Matera, ma è disposta a sottoscriverne un altro che comprenda l’intero settore del distretto del mobile imbottito. Lo ha detto oggi a Roma, presso il Ministero, il dirigente del Dipartimento regionale Attività produttiveche ha annunciato la pubblicazione di un bando dotato di risorse per 50 milioni di euro dall’1 luglio 2009.

23 Giugno 2009

MATERA - La Regione Basilicata non firmera' con le industrie Natuzzi alcun accordo di programma, perchè ha abbandonato la provincia di Matera, ma è disposta a sottoscriverne un altro che comprenda l’intero settore del distretto del mobile imbottito. Lo ha detto oggi a Roma, presso il Ministero per lo sviluppo economico, il dirigente del Dipartimento regionale Attività produttive, Vito Laurenza, che ha annunciato la pubblicazione di un bando dotato di risorse per 50 milioni di euro dall’1 luglio 2009. 

La notizia è stata riferita da Mino Paolicelli, coordinatore degli stabilimenti Natuzzi delle province di Bari, Taranto e Matera. All’incontro, presieduto dal dirigente del Ministero, Giampietro Castano, hanno partecipato segretari nazionali e territoriali pugliesi di Cgil, Cisl e Uil e di settore, e amministratori dei comuni di Santeramo in Colle, Cassano Murge, Altamura (Bari) e Ginosa (Taranto).

L'incontro - secondo quanto si e' appreso – è servito a chiarire finalità e contenuti di  “accordo” e “contratto di programma”. Per quest’ultimo strumento la Natuzzi si è impegnata a presentare un piano per la prima decade di settembre. Si è insediato, inoltre, il gruppo di lavoro per l’accordo di programma che coinvolgerà sindacati, Ministero, Regione Puglia e Natuzzi. L’incontro di Roma segue all’accordo siglato il 16 giugno scorso presso il Ministero del Lavoro sulla questione della cassa integrazione straordinaria. 

Il Gruppo Natuzzi, in una nota, ha informato che “oggi sono state avviate le consultazioni per l’attivazione di una programmazione negoziata finalizzata al rilancio dell’impresa e alla ricollocazione dei collaboratori in esubero”. 

“Oggi – ha detto Francesco Basile, direttore centrale risorse umane ed organizzazione della Natuzzi – abbiamo iniziato un percorso che aiuterà sia il Gruppo Natuzzi che l’intero Distretto del Mobile imbottito ad uscire dalla crisi e ad impostare le basi per la salvaguardia del territorio e di chi in esso opera. Oggi è stato il primo passo di questo cammino che nei prossimi mesi ci vedrà impegnati per il raggiungimento di questi importanti obiettivi”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725