Venerdì 20 Settembre 2019 | 05:58

NEWS DALLA SEZIONE

Gli allenamenti
Lecce-Napoli, differenziato per Meccariello e Dell'Orco

Lecce-Napoli, differenziato per Meccariello e Dell'Orco

 
Nel Salento
Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

 
Le dichiarazioni
Emiliano: «Felice per candidatura Elena Gentile alle primarie del centrosinistra»

Emiliano: «Felice per candidatura Elena Gentile alle primarie del centrosinistra»

 
Nel tarantino
Martina Franca, asinelli incatenati e feriti: denunciato allevatore

Martina Franca, asinelli incatenati e feriti: denunciato allevatore

 
ambiente
Taranto, incendio in impianto autodemolizioni: colonna di fumo nero

Taranto, incendio in impianto autodemolizioni: colonna di fumo nero

 
L'allarme
Xylella, vertice a Roma. Bellanova: «Accelerare investimenti per rilancio»

Xylella, vertice a Roma, Bellanova: «Accelerare investimenti per rilancio»

 
trasporti
Bari - Milano, presentato nuovo treno Frecciagento, cresce il comfort sulla linea Adriatica

Bari - Milano, presentato nuovo treno Frecciagento, cresce il comfort sulla linea Adriatica

 
Nel tarantino
Massafra, nigeriano si denuda in strada e sputa contro le auto di passaggio: arrestato

Massafra, nigeriano si denuda in strada e sputa contro le auto di passaggio: arrestato

 
L'accordo
Polis Avvocati, ecco l'alleanza per lo sviluppo territoriale: parla il penalista Laforgia

Polis Avvocati, ecco l'alleanza per lo sviluppo territoriale: parla il penalista Laforgia

 
Tentato omicidio
Matera, lite per le spese del picnic, 31enne accoltella cognato: arrestato

Matera, lite per le spese del picnic, 31enne accoltella cognato: arrestato

 
Nella notte
Bari, furto in stazione di servizio con inseguimento: 2 arresti e 2 ricercati

Bari, furto in stazione di servizio con inseguimento: 2 arresti e 2 ricercati

 

Il Biancorosso

Serie C
Il Bari si dà una mossa: mini-ciclo per la svolta

Il Bari si dà una mossa: mini-ciclo per la svolta

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceNel Salento
Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

 
TarantoNel tarantino
Martina Franca, asinelli incatenati e feriti: denunciato allevatore

Martina Franca, asinelli incatenati e feriti: denunciato allevatore

 
PotenzaSul raccordo Potenza-Sicignano
Furgone portavalori si schianta sul guardrail nel Potentino: un ferito

Furgone portavalori si schianta sul guardrail nel Potentino: un ferito

 
MateraTentato omicidio
Matera, lite per le spese del picnic, 31enne accoltella cognato: arrestato

Matera, lite per le spese del picnic, 31enne accoltella cognato: arrestato

 
BatLa proposta
Barletta, un'app sui cellulari per segnalare i cattivi odori

Barletta, un'app sui cellulari per segnalare i cattivi odori

 
Foggianel foggiano
Cerignola, polizia scopre autorimessa centrale del riciclaggio: 3 arresti

Cerignola, polizia scopre autorimessa centrale del riciclaggio: 3 arresti

 
BrindisiNel Brindisino
Villa Castelli, il paese festeggia la prima unione civile

Villa Castelli, il paese festeggia la prima unione civile

 

i più letti

La corsa a taroccare l'Isee

Basilicata, boom di trucchi e falsi per ottenere il reddito di cittadinanza

Richieste nei Caf lucani. E aumentano i cambi di residenza

Basilicata, reddito di cittadinanza per 10mila

Galeotto fu il cambio di residenza. Che sempre più spesso fa rima con l’improvvisa separazione. Dei coniugi, ma non solo: a volte, infatti, è il figlio che va a vivere improvvisamente da solo. Sono alcuni degli escamotage più gettonati che, a quanto pare, gli italiani starebbero mettendo in pratica per accaparrarsi il reddito di cittadinanza, la misura di contrasto alla povertà che il Governo «gialloverde» ha varato la settimana scorsa, vera e propria bandiera del Movimento 5 Stelle. Adesso che il reddito di cittadinanza è legge, sembra che gli italiani stiano già studiando il metodo che possa portarli ad applicare, da buoni italiani appunto, il detto «fatta la legge, trovato l’inganno». In questo caso, pur a fronte di un vero e proprio irrigidimento dei controlli, stando a quanto riferito dagli operatori di alcuni Caf (Centri di assistenza fiscale) lucani, sarebbero già in atto vere e proprie «moine» per aggirare il problema del reddito Isee (Indicatore di situazione economica equivalente). La manovra «madre» è quella del cambio di residenza. Il motivo è presto spiegato: se faccio parte di un nucleo familiare dove c’è già qualcuno che lavora, o, comunque, di un nucleo il cui reddito Isee è superiore ai 9mila 360 euro, non potrò avere diritto al beneficio. A questo punto mi conviene cambiare residenza, sì da risultare da solo. In tale contesto, hanno altresì sottolineato dai Caf lucani, non è solo l’escamotage del figlio ad essere praticato. Sempre più spesso, infatti, anche i coniugi tendono a separarsi. Ma anche in questo caso la separazione è fittizia. O, meglio, preordinata al cambio di residenza. Morale della favola?

In certi casi è necessario dimostrare di essere da soli. Per non superare il tetto previsto dalla legge, pena l’impossibilità di ottenere il beneficio del reddito di cittadinanza. Non ci sono solo i fenomeni descritti, però. Spesso, infatti, il cittadino tenderebbe a non presentare tutta la documentazione necessaria al Caf per omettere redditi che, altrimenti, farebbero gonfiare l’Isee. In tal caso, hanno precisato gli operatori Caf, la «manfrina» è sempre più difficile perché i controlli sono serrati. Altra manovra è quella di «taroccare» l’Isee. Anche in tal caso, però, sembra che la guardia alta renda difficile centrare l’obiettivo. Insomma, se qualcuno aveva mosso critiche a questa misura di sostegno alla povertà sottolineando che sarebbe stata solo l’occasione per alimentare truffe e manfrine, sembra che non avesse tutti i torti. Proprio per evitare questo, però, le forze dell’ordine (in particolare la Guardia di Finanza) starebbe per mettere in atto una massiccia attività di contrasto o, meglio, di prevenzione. Al fine di evitare che i soliti furbetti passino per poveri pur non essendo tali. Una cosa è certa: i Caf lucani segnalano un vero e proprio assalto alla diligenza, cioè un boom di domande. Sportelli presi d’assalto, o quasi, dunque. Da questo punto di vista, quindi, la misura sembrerebbe aver colto nel segno. Sulla fattibilità economico-finanziaria dell’operazione e sulla sua copertura, invece, il dibattito è sempre aperto. Ma questo, evidentemente, sarà più chiaro tra qualche tempo. Così come solo nei prossimi mesi sapremo se e quanti furbetti della povertà saranno stati smascherati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie