Sabato 25 Maggio 2019 | 13:52

NEWS DALLA SEZIONE

No al concordato
Mercatone Uno, è fallimento: operai informati via whatspp

Mercatone Uno, è fallimento: negozi chiusi, operai «licenziati» via whatspp

 
Nel Tarantino
Maltratta madre per avere soldi per alcol e droga: in cella 45enne

Maltratta madre per avere soldi per alcol e droga: in cella 45enne

 
Dalla Polizia
Taranto, sequestrata casa a luci rosse in centro: via vai di uomini

Taranto, sequestrata casa a luci rosse in centro: via vai di uomini

 
L'inchiesta
Bari, pm dissequestra beni a ex dirigente Policlinico

Bari, pm dissequestra beni a ex dirigente Policlinico

 
Controlli del Noe
Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

 
L'incidente
Lecce, si insedia e cade: frattura per il neo presidente della Corte di appello

Lecce, si insedia e cade: frattura per il neo presidente della Corte di appello

 
Denuncia Coldiretti
Xylella, l'asssurdo della Puglia: espianti frenati da mala burocrazia

Xylella, assurdo in Puglia: espianti frenati da mala burocrazia

 
Al Comune
Taranto, ecco chi sono io nuovi assessori del Melucci-ter

Taranto, ecco chi sono i nuovi assessori del Melucci-ter

 
Campagna elettorale
Bari, Decaro allo sprint finale. E a Salvini: «Noi terroni ma non "trimoni"»

Bari, lo sprint finale di Decaro. E a Salvini: «Noi siamo terroni ma non "trimoni"» Video

 
I fondi
Xylella, Lezzi: «Impegno non finisce con Dl emergenze»

Xylella, Lezzi: «Impegno non finisce con Dl emergenze»

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Bellinazzo.: "Il Bari in serie A un affareVarrebbe tra i 70 e gli 80 milioni di euro"

Bellinazzo: «Bari in serie A un affare tra i 70 e gli 80 mln di euro»

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraImpianto Intrec
Nucleare, i dati a Rotondella ok ma si teme inquinamento

Nucleare, i dati a Rotondella ok ma si teme inquinamento

 
FoggiaL'avviso
Trinitapoli, Comune: stop a quel pesticida, è usato troppo

Trinitapoli, Comune: stop a quel pesticida, è usato troppo

 
TarantoDai carabinieri
Marina di Ginosa, abusi edilizi: sequestrato un lido

Marina di Ginosa, abusi edilizi: sequestrato un lido

 
BariL'inchiesta
Bari, pm dissequestra beni a ex dirigente Policlinico

Bari, pm dissequestra beni a ex dirigente Policlinico

 
PotenzaControlli del Noe
Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

 
LecceL'incidente
Lecce, si insedia e cade: frattura per il neo presidente della Corte di appello

Lecce, si insedia e cade: frattura per il neo presidente della Corte di appello

 
BrindisiDai Cc
Ceglie Messapica, droga nella lavatrice: arrestato un 34enne

Ceglie Messapica, droga nella lavatrice: arrestato un 34enne

 
BatNella Bat
Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

 

i più letti

La corsa a taroccare l'Isee

Basilicata, boom di trucchi e falsi per ottenere il reddito di cittadinanza

Richieste nei Caf lucani. E aumentano i cambi di residenza

Basilicata, reddito di cittadinanza per 10mila

Galeotto fu il cambio di residenza. Che sempre più spesso fa rima con l’improvvisa separazione. Dei coniugi, ma non solo: a volte, infatti, è il figlio che va a vivere improvvisamente da solo. Sono alcuni degli escamotage più gettonati che, a quanto pare, gli italiani starebbero mettendo in pratica per accaparrarsi il reddito di cittadinanza, la misura di contrasto alla povertà che il Governo «gialloverde» ha varato la settimana scorsa, vera e propria bandiera del Movimento 5 Stelle. Adesso che il reddito di cittadinanza è legge, sembra che gli italiani stiano già studiando il metodo che possa portarli ad applicare, da buoni italiani appunto, il detto «fatta la legge, trovato l’inganno». In questo caso, pur a fronte di un vero e proprio irrigidimento dei controlli, stando a quanto riferito dagli operatori di alcuni Caf (Centri di assistenza fiscale) lucani, sarebbero già in atto vere e proprie «moine» per aggirare il problema del reddito Isee (Indicatore di situazione economica equivalente). La manovra «madre» è quella del cambio di residenza. Il motivo è presto spiegato: se faccio parte di un nucleo familiare dove c’è già qualcuno che lavora, o, comunque, di un nucleo il cui reddito Isee è superiore ai 9mila 360 euro, non potrò avere diritto al beneficio. A questo punto mi conviene cambiare residenza, sì da risultare da solo. In tale contesto, hanno altresì sottolineato dai Caf lucani, non è solo l’escamotage del figlio ad essere praticato. Sempre più spesso, infatti, anche i coniugi tendono a separarsi. Ma anche in questo caso la separazione è fittizia. O, meglio, preordinata al cambio di residenza. Morale della favola?

In certi casi è necessario dimostrare di essere da soli. Per non superare il tetto previsto dalla legge, pena l’impossibilità di ottenere il beneficio del reddito di cittadinanza. Non ci sono solo i fenomeni descritti, però. Spesso, infatti, il cittadino tenderebbe a non presentare tutta la documentazione necessaria al Caf per omettere redditi che, altrimenti, farebbero gonfiare l’Isee. In tal caso, hanno precisato gli operatori Caf, la «manfrina» è sempre più difficile perché i controlli sono serrati. Altra manovra è quella di «taroccare» l’Isee. Anche in tal caso, però, sembra che la guardia alta renda difficile centrare l’obiettivo. Insomma, se qualcuno aveva mosso critiche a questa misura di sostegno alla povertà sottolineando che sarebbe stata solo l’occasione per alimentare truffe e manfrine, sembra che non avesse tutti i torti. Proprio per evitare questo, però, le forze dell’ordine (in particolare la Guardia di Finanza) starebbe per mettere in atto una massiccia attività di contrasto o, meglio, di prevenzione. Al fine di evitare che i soliti furbetti passino per poveri pur non essendo tali. Una cosa è certa: i Caf lucani segnalano un vero e proprio assalto alla diligenza, cioè un boom di domande. Sportelli presi d’assalto, o quasi, dunque. Da questo punto di vista, quindi, la misura sembrerebbe aver colto nel segno. Sulla fattibilità economico-finanziaria dell’operazione e sulla sua copertura, invece, il dibattito è sempre aperto. Ma questo, evidentemente, sarà più chiaro tra qualche tempo. Così come solo nei prossimi mesi sapremo se e quanti furbetti della povertà saranno stati smascherati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400