Mercoledì 10 Agosto 2022 | 16:14

In Puglia e Basilicata

Quelle cinque feste aperte a Vip e politici nel mirino della procura

Quelle cinque feste aperte a Vip e politici nel mirino della procura
La vicenda D’Addario dal punto di vista investigativo, è ritenuta esaurita, dopo aver acquisito tutte informazioni sui suoi spostamenti: come i biglietti aerei, i registri degli hotel si stanno chiarendi i contorni di molte altre ragazze ricevute da Silvio Berlusconi a Palazzo Grazioli o nella sua villa in Sardegna. Ora restano al centro dell'inchiesta della procura di Bari 5 feste aperte a politici e Vip che sarebbero state organizzate dall'imprenditore barese Giampaolo Tarantini
• Imprenditori «lanciati» e belle donne
• Le indagini proseguono nel jet-set barese
• Un nuovo racconto della D'Addario: ballai un lento con Silvio, lui era carico di trucco
 Tarantini: informazioni solo dalla stampa
• Gianpi Tarantini: «Premier mi scusi»
• Berlusconi assicura: «Certo, tengo duro»

22 Giugno 2009

BARI - Gli incontri a palazzo Grazioli, le voci, alcuni mms, immagini rubate con un cellulare. Patrizia D’Addario, la escort barese che ha fatto scoppiare il caso delle feste organizzate nelle residenze di Silvio Berlusconi, potrebbe avere a disposizione ulteriore materiale. Materiale che dovrebbe essere depositato stamattina in procura o negli uffici della guardia di finanza.

Nel frattempo ieri sono saltate fuori le foto di Barbara Montereale e Lucia Rossini, la «terza ragazza» del sexygate in salsa barese, che ieri aveva confermato la sua presenza a palazzo Grazioli, per una sola volta e senza alcun pagamento. Le quattro foto sarebbero state scattate dalla Montereale il 4 novembre nella residenza romana del premier: «Le abbiamo fatte per ricordo - ha raccontato la 24enne soubrette di Modugno - in una occasione speciale. Avevo fatto alcune foto anche a villa Certosa, ma le ho cancellate perché non sono venute bene».

Le nuove registrazioni della D’Addario dovrebbero essere le stesse anticipate ieri dal «Corriere». Sui nastri ci sarebbero telefonate tra la D’Addario e Giampaolo Tarantini, ma anche tra la D’Addario e Montereale. Conversazioni in cui sono raccontati dettagli intimi degli incontri tra Patrizia e il premier, discorsi nei quali la donna si rivolge alla Montereale con linguaggio crudo, suscitando la reazione sorpresa e quasi scandalizzata della sua giovane interlocutrice. Tuttavia fonti vicine alla D’Addario, che in questi giorni è ancora a Bari stando bene attenta a rimanere lontana dai riflettori, smentiscono che verranno consegnate agli inquirenti ulteriori registrazioni oltre quelle già depositate. 

Nel frattempo, gli investigatori ritengono di aver accertato che l’imprenditore Giampaolo Tarantini avrebbe organizzato per conto di Berlusconi almeno cinque incontri a pagamento con ragazze del suo giro barese: per questo l’accusa a suo carico è di induzione alla prostituzione. Tre di questi incontri (due a palazzo Grazioli, uno in Sardegna) sono quelli di cui parlano D’Addario, Montereale e anche Lucia Rossini, la terza ragazza ad aver confermato la sua presenza alla cena romana del 4 novembre. Ci dovrebbero essere, dunque, almeno altre due occasioni in cui Tarantini avrebbe procurato ragazze al premier, e questo spiegherebbe perché la procura di Bari abbia fatto ascoltare numerose ragazze in altre città d’Italia. 

I finanzieri, su delega del pm Giuseppe Scelsi, si sono mossi infatti a Milano e Bologna. Nel capoluogo lombardo è stata ascoltata Maria Teresa «Terry» De Nicolo, una quarantenne molto conosciuta fino a pochi anni fa nel giro dei locali notturni baresi: per lei, a quanto pare, si ipotizzano reati collegati non alla prostituzione ma alla cessione di sostanze stupefacenti.

A margine dell’indagine, secondo quanto riferisce l’Ansa, gli investigatori avrebbero accertato che durante le feste romane l’accesso a palazzo Grazioli era sostanzialmente «incontrollato». «Per entrare con le ragazze mi bastava avvertire con il telefonino», ha raccontato Tarantini: una circostanza «molto preoccupante», secondo fonti della procura di Bari.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725