Sabato 16 Febbraio 2019 | 21:24

NEWS DALLA SEZIONE

Le dichiarazioni
Autonomia, parlano i deputati della Lega Puglia: «È una grande opportunità»

Autonomia, parlano i deputati della Lega Puglia: «È una grande opportunità»

 
Il premio
Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie da 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie dà 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

 
La denuncia sui social
Teppisti a Triggiano, lanciano sasso con fionda e colpiscono una donna

Teppisti a Triggiano, lanciano sasso con fionda e colpiscono una donna

 
Serie B
Foggia, finisce 1-1 con il Padova: sfuma al 90esimo il match salvezza

Foggia-Padova, 1-1 al 90esimo: tifoso ferito

 
La manifestazione
Taranto, anche Caparezza sostiene la fiaccolata per i bimbi morti di cancro

Taranto, anche Caparezza sostiene la fiaccolata per i bimbi morti di cancro

 
Controlli
Corato, chiuso il Jubilee di Corato: problemi con i Vigili del fuoco

Chiuso il Jubilee di Corato: problemi con i Vigili del fuoco

 
Incontri d'autore
Ex-Otago ospiti della «Gazzetta del Mezzogiorno»: segui la diretta

Ex-Otago ospiti della «Gazzetta»: rivedi la diretta

 
Il processo
Acque reflue a Torre Guaceto, assolti dirigenti Regione e Aqp

Acque reflue a Torre Guaceto, assolti dirigenti Regione e Aqp

 
L'annuncio
Tolo Tolo, il nuovo film di Checco Zalone nelle sale a Natale 2019

«Tolo Tolo», il nuovo film di Checco Zalone nelle sale a Natale 2019

 
Il caso
Autonomia, M5S Puglia: «Guai a creare cittadini di serie A e B»

Autonomia, M5S Puglia: «Guai a creare cittadini di serie A e B»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl premio
Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie da 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie dà 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

 
BariL'appello
Puglia, i giovani di Forza Italia: «Il rilancio del partito passa da noi»

Puglia, i giovani di Forza Italia: «Il rilancio del partito passa da noi»

 
LecceVerso le elezioni
Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

 
MateraIl caso
matera bari

Matera, svaligiavano appartamenti: in manette 3 ladri baresi

 
BatDavanti al porto
Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

 
BrindisiAi domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
PotenzaDal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 

La cerimonia

Matera 2019, il grande giorno: domani l'inaugurazione, ecco tutto il programma

Via alle 48 settimane che vedranno Matera protagonista dell'Europa

Matera 2019, domani l'inaugurazioneEcco tutto il programma

L’evento eccezionale per il Mezzogiorno è alle porte. Dopo la designazione del 17 ottobre 2014, il 19 gennaio - giorno dell’inaugurazione ufficiale di Matera-Basilicata «Capitale della Cultura Europea 2019» - è arrivato. Una giornata in cui si darà inizio alle 48 settimane di eventi che per tutto l’anno che vedranno la città dei Sassi e la Basilicata protagoniste assolute in Europa. L’inaugurazione si snoderà su tre giorni, dal 18 al 20 gennaio, per un avvenimento che cercherà la partecipazione collettiva e la condivisone: le stesse capacità che hanno accompagnato tutto il processo di candidatura.
Venerdì 18 gennaio, il giorno prima della cerimonia inaugurale, installazioni d’arte e di luce vestiranno Matera. Due eventi che vedranno protagonisti i cittadini: Lumen/social light a cura di Giovanna Bellini e Open Design School (idea sostenuta da Enel e Calia Italia) e Matera alberga diretto da Francesco Cascino e Christian Caliandro in collaborazione con il Consorzio Albergatori di Matera e il Comune di Matera e sostenuto da Fondazione Carical.

Il primo progetto preve quindici installazioni luminose originali, per illuminare il passato e il futuro del sud Italia e realizzare nuovi percorsi di visita della città riscoprendo la tradizione delle luminarie realizzate, per l’occasione, dalla comunità lucana e da alcune tra le più importanti aziende del settore del Mezzogiorno (ci sarà una visita guidata fino ad esaurimento posti che partirà dalle ore 18 da «Porta Pistola» nei Sassi di Matera). Il secondo progetto, invece, preve che l’arte contemporanea esca dai musei e traslochi nelle location, simbolo di accoglienza e incontro tra gli abitanti e i suoi visitatori: gli alberghi; durante tutta la giornata, dalle ore 11 alle 17, sarà possibile fruire delle installazioni artistiche di Alfredo Pirri presso corte San Pietro, di Filippo Riniolo alla locanda di San Martino e di Dario Carmentano nelle vicinanze dell’hotel «Dimore dell’Idris».
Sempre il 18 gennaio, tornerà «Matera cielo stellato» una manifestazione che nel progetto di candidatura è stata inserita come parte delle cerimonie di inaugurazione, curata dall’associazione culturale «Scorribande Culturali» di Francesco Foschino. Un’antica tradizione ricorda che «al calar del sole e allo squillo di una tromba, nel buio, i cittadini materani ponevano davanti alle loro case un lume, facendo in modo che il Sasso Barisano sembrasse riflesso nel cielo illuminato di tante stelle». Sia il 18 gennaio ma anche il 19, dalle ore 16,30 alle 18 (come leggeremo in seguito), si spegneranno le luci del Sasso Barisano e verranno accesi 2019 lumini per ripetere questa antica e magica atmosfera. Ma non solo. Durante l’evento parteciperanno due cori polifonici che con i loro canti creeranno un’atmosfera ancora più magica e a conclusione una mongolfiera a forma di luna si solleverà in volo con un artista che eseguirà esibizioni acrobatiche.

Il 19 gennaio, giornata della cerimonia d’apertura di «Matera Capitale Europea della Cultura», si dividerà in cinque momenti principali:
Open Sounds/ Cava del Sole alle ore 10: tutti gli spazi di Cava del Sole saranno inaugurati. I cittadini materani saranno invitati a partecipare all’inaugurazione che sarà accompagnata dalle sinfonie e dagli inni di tutta Europa. Si esibiranno quattordici bande, sette lucane e sette europee, mentre sul palco – insieme ai conduttori Filippo Solibello di Radio 2 e Doris Zaccone di Radio Capital – si esibiranno la banda di Matera e quella di Plovdiv, le due città «Capitali Europee della Cultura 2019».

Open City/ Rioni di Matera a partire dalle ore 13: al borgo La Martella (Teatro Quaroni), Serra Rifusa (Parrocchia Maria Madre della Chiesa), Villa Longo (Associazioni Anziani Uniti di Matera), San Pardo (Guinness Pub), Piccianello (Scuola Primaria Marconi), Spine Bianche (Parrocchia S. Pio X), Serra Venerdì (Scuola Primaria Pascoli plesso Nitti), Lanera (Scuola Primaria Padre Giovanni Semeria), Cappuccini (Caritas), Agna-Le Piane (Casino Padula), San Giacomo (Scuola Bramante Piazza degli Olmi). I musicisti animeranno Matera e verranno accolti dai cittadini nei Rioni della città in un grande momento conviviale. L’intera cittadinanza accoglierà le bande e aprirà le porte di abitazioni, scuole, parrocchie, sedi di associazioni. Grazie al sostegno di Coldiretti verranno preparati oltre cinquemila piatti di crapiata, uno dei pasti tipici di Matera, da distribuire ai musicisti.
Open Lights / Sasso Barisano, Sasso Caveoso e Piazza del Duomo dalle ore 16,30: al calare del sole il Sasso Barisano si animerà di migliaia di luci rivolte verso il cielo. La cerimonia si sposterà tra il Sasso Barisano, il Sasso Caveoso e Piazza Duomo. Alle 16,30 il Sasso Barisano rilucerà di migliaia di lumini grazie al progetto «Matera Cielo Stellato» di Francesco Foschino con l’Associazione «Scorribande Musicali». Da piazza Duomo risuoneranno le voci di due cori polifonici materani ed evoluzioni acrobatiche della Compagnia dei folli mentre nel Sasso Caveoso le installazioni tecnologiche di Lumen/Social Light faranno da contrappunto.

Open Show / San Pietro Caveoso dalle ore 18,50 - 19.55: in piazza San Pietro Caveoso le bande si esibiranno coordinate da un ospite d’eccezione, Stefano Bollani. Durante la diretta Rai condotta da Gigi Proietti, sul palco si alterneranno ospiti nazionali e internazionali – tra gli altri Skin, Rocco Papaleo e Arturo Brachetti.
Ma l’evento più significativo sarà il saluto istituzionale del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, accanto al quale ci sarà il premier Giuseppe Conte. A seguire ci sarà lo spettacolo di fuochi pirotecnici.
Soltanto per questa parte della cerimonia per motivi di sicurezza e per consentire il regolare svolgimento della diretta Rai, l’accesso all’area dei Sassi sarà consentito attraverso specifici varchi grazie a un apposito pass che è stato distribuito l’altro giorno in Prefettura, con tanta, tanta gente che si è messa in coda sotto la pioggia. Non sono tenuti a munirsi di pass i residenti dell’area Sassi e gli ospiti di alberghi/b&b/case vacanza. L’accesso al Sasso Caveoso ai cittadini muniti di pass sarà consentito dalle ore 15,30 alle ore 17,30.

Open Future / Via Ridola - via del Corso – Piazza Vittorio Veneto – Piazza San Pietro Caveoso dalle ore 20 alle 24 : la sfilata si propagherà dai Sassi nei vicoli, nelle strade, in cielo e nei locali, con performance di artisti nazionali e internazionali. La gran parata di 2019 musicisti sfilerà per le vie della città: da via Ridola, a via del Corso, fino a Piazza Vittorio Veneto. La gran parata di 2019 musicisti guidata da alcuni cavalli luminosi della compagnia Quidams, sfilerà per le vie della città, da via Ridola, a via del Corso, fino a piazza Vittorio Veneto dove ci saranno gli artisti della Trans Express.

Dalle ore 17 alle 24 sarà garantito tutto il giorno un servizio navetta continuativo dalle 17 alle 24 dalla Zona Paip 2 a Piazza Matteotti.

Club, bar e locali pubblici ospiteranno dj set, musica live e performance durante tutta la notte. La cerimonia d’apertura del 19 gennaio culminerà in una splendida parata che il giorno seguente vedrà le bande europee esibirsi in tutti i comuni della regione.

Il 20 gennaio, invece, si vedranno le mostre co-prodotte con il Polo Museale della Basilicata: Ars excavandi a cura di Pietro Laureano, al Museo Archeologico Nazionale «Domenico Ridola» dalle ore 12, ingresso con Passaporto. Dopo la cerimonia si aprirà Ars Excavandi, la prima grande mostra di Matera 2019 dedicata alla storia delle città ipogee, un grande esempio per il futuro del pianeta. Possiamo imparare a progettare le città del futuro o la vita su un altro pianeta studiando scavi risalenti a secoli fa? Questi alcuni degli interrogativi che la mostra porrà, attraverso un percorso di rivalutazione e rilettura dell’arte ipogea da un punto di vista contemporaneo.

«Mater(i)a p(i)etra» , mostra fotografica di Carlos Solito a Palazzo Lanfranchi, Piazzetta Pascoli, 1
dalle ore 12, ingresso con Passaporto.
Due sorelle distanti unite dalla roccia: a ricostruire il nesso tra Matera e Petra, già gemellate Unesco, sarà il fotografo Carlos Solito che con video e trenta coppie di fotografie accosterà luoghi, persone e atmosfere delle due città, intessendo una rete di rimandi continui.

PRESENTE ANCHE IL PREMIER CONTE - Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, parteciperà alla cerimonia inaugurale di 'Matera Capitale europea della Cultura 2019'.
Di seguito il programma:
ore 12.00 - Intervento del Presidente Conte alla cerimonia di inaugurazione presso l’Auditorium della Serra del Sole;
ore 15.20 - Breve sosta in Prefettura e successivo passaggio a piedi dal centro della città fino a Piazza del Duomo;
ore 16.30 - Cerimonia «Matera Cielo Stellato», momento in cui avviene l’accensione dei lumini e l’accensione delle Lumen Social Lights;
ore 18.50 - OPEN SHOW in Piazza San Pietro Caveoso, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400