Giovedì 25 Aprile 2019 | 00:08

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Stupro in Cara Bari, in carcere sesto uomo gang nigeriana

Stupro in Cara Bari, in carcere sesto uomo gang nigeriana

 
Verso il 26 maggio
Bari, due sondaggi sulle comunali: «Decaro vince al primo turno», «Ballottaggio con Di Rella»

Bari, due sondaggi sulle comunali: «Decaro vince al primo turno», «Ballottaggio con Di Rella»

 
A Bari
Concessione spiaggia Torre Quetta: rinvio a giudizio per 3 indagati

Concessione spiaggia Torre Quetta: rinviati a giudizio 3 indagati

 
Serie C
Bari calcio, «San Nicola» boom boom: festa della resurrezione

Bari calcio, «San Nicola» boom boom: festa della resurrezione

 
Elezioni in vista
A Bari e a Lecce ecco i nomi dei «figli d'arte» nelle liste politiche

A Bari e a Lecce ecco i nomi dei «figli d'arte» nelle liste politiche

 
Primo caso a Sud
Taranto, operata di tumore al cervello mentre suona il violino

Taranto, operata di tumore al cervello mentre suona il violino

 
Nel quartiere San Paolo
Bari, col fratello fa irruzione in casa e aggredisce ex moglie: arrestati

Bari, col fratello fa irruzione in casa e aggredisce ex moglie: arrestati

 
Stalking
Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

 
emergenza in puglia
Xylella nel Barese, Noci firma l'ordinanze per bloccare il batterio

Xylella nel Barese, Noci firma l'ordinanza per bloccare il batterio

 
La visita
Ex Ilva, Di Maio a Taranto: scatta il sit in oltre la zona rossa

Ex Ilva, Di Maio a Taranto: «Mai pensato di chiudere lo stabilimento» 
Associazioni vanno via: «È teatrino»

 
La festa non autorizzara
Taranto, si sballano a rave party: 17 denunciati, tra loro un minorenne

Taranto, si sballano a rave party: 17 denunciati, tra loro un minorenne

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"
Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl premio
Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

 
TarantoAmbiente ferito
Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

 
LecceTecnologia
Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

 
BatLavoro
Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

 
FoggiaL'intervista
Giannini: «Al treno-tram la Regione ha rinunciato»

Giannini: «Al treno-tram Foggia-Manfredonia la Regione ha rinunciato»

 
BrindisiStalking
Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 
PotenzaIl nuovo volto della regione
Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

 

Dopo riunione gilet arancioni

Emiliano: «Comprendo motivi dimissioni Di Gioia, ma sono felice se ci ripensa»

Il governatore della Regione Puglia: «Se non le ritira, la delega la terrò io»

Caso Ilva, Emiliano: «L'accordo non mi soddisfa, manca la decarbonizzazione»

«L'assessore Di Gioia ha tutta la mia comprensione, perché ha avuto di fronte un compito molto complicato, che ha gestito nel limite delle sue possibilità e lo ha fatto, devo dire, con grande dedizione». Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, a margine della prima riunione con gli agricoltori pugliesi dei Gilet Arancioni, commentando le dimissioni date ieri dell’assessore regionale all’Agricoltura, Leonardo Di Gioia.

Emiliano ha poi annunciato che non intende nominare un nuovo assessore perché, ha detto, «l'agricoltura è un bellissimo settore e quindi non ho nessuna fretta di liberarmi della delega».
«Dico a tutta la giovane generazione dei politici italiani - ha continuato - che non si debbono scoraggiare alla prima difficoltà, bisogna essere tosti, andare avanti, combattere e soprattutto spiegare alle persone che nessuno di noi è onnipotente, cioè la politica non è solo un posto dove si mostra potenza, la politica è anche un posto dove bisogna gestire le cose che non si riescono a fare, bisogna trovare la maniera di affrontarle comunque nel modo migliore. Ci vuole saggezza e forza. Io sono convinto che Di Gioia, nel seguito della sua carriera politica, mostrerà certamente saggezza e forza»

«Se Di Gioia decide di ritirare le dimissioni io sono felice e sono pronto a riprendere il lavoro insieme al più presto ascoltando con grande attenzione il suo punto di vista». Lo ha dichiarato il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, al termine della prima riunione del tavolo di coordinamento con i Gilet Arancioni pugliesi, tornando sulla questione delle dimissioni dell’assessore regionale all’Agricoltura, Leonardo Di Gioia.
«Questo gruppo di agricoltori - ha detto Emiliano - ha rivolto un appello all’assessore Di Gioia perché rientri al lavoro, anche perché questo non è il momento dei distinguo ma è il momento della lotta. Sono d’accordo con loro perché le posizioni personali sono importanti ma qui è in corso una battaglia contro danni gravi alla agricoltura pugliese che prevede che tutti si impegnino al massimo. Noi cercheremo di impegnare tutte le energie possibili per sostenere il mondo dell’agricoltura».


Il portavoce dei Gilet Arancioni, Onofrio Spagnoletti Zeuli, ha insistito a nome degli agricoltori pugliesi affinché Di Gioia "ritiri le dimissioni, perché un comandante non può abbandonare la nave in questo momento così delicato».
Emiliano ha comunque rassicurato sulla presenza della Regione all’incontro del prossimo 17 gennaio in Commissione agricoltura a Roma.
«Se l’assessore Di Gioia dovesse decidere di non ritirare le dimissioni, - ha detto - ci andrò io personalmente e fino a che non si deciderà diversamente, la delega la terrò io. Non mi manca l’entusiasmo per lavorare con questa gente tosta, difficile, alle volte molto problematica ma anche meravigliosa, che lavora dalla mattina alla sera e che merita l’impegno personale del presidente, senza mancare di rispetto a nessuno».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400