Mercoledì 17 Agosto 2022 | 06:56

In Puglia e Basilicata

Mediterraneo, il "Festival dei popoli" al via nel capoluogo pugliese

Mediterraneo, il "Festival dei popoli" al via nel capoluogo pugliese
di MARIA GRAZIA RONGO
Da lunedì, al Fortino Sant’Antonio, a Bari, parte «Di porta in porto», il terzo Festival dei popoli del bacino del Mediterraneo. La rassegna di spettacoli teatrali, musicali, di danza, recital di poesie, mostre, workshop e momenti di dibattito, tutti incentrati sulle molteplici suggestioni del «mare nostrum», è curata dall'associazione culturale barese Badathea, per la direzione artistica di Nicola Valenzano

19 Giugno 2009

BARI - «Di porta in porto». Parla il linguaggio dell’accoglienza il terzo Festival dei popoli del bacino del Mediterraneo, che apre i battenti lunedì prossimo al Fortino Sant’Antonio, a Bari. Una rassegna di spettacoli teatrali, musicali, di danza, recital di poesie, mostre, workshop e momenti di dibattito, tutti incentrati sulle molteplici suggestioni che il «mare nostrum» offre, sulle peculiarità e sulle similitudini dei tanti popoli che lo abitano, dove importantissimo è il ruolo della Puglia e di Bari appunto. Curato dall’associazione culturale barese Badathea, per la direzione artistica di Nicola Valenzano, il festival rientra nel calendario dell’Estate barese, promosso dall’assessorato alle Culture del Comune. Il programma delle iniziative è stato presentato ieri mattina al Fortino, da Silvia Godelli, assessore al Mediterraneo della Regione Puglia, Nicola Laforgia, assessore comunale alle Culture e da Nicola Valenzano. Protagonista della kermesse sarà la donna, infatti la manifestazione è dedicata a «La donna nutre il mondo», con il «sapere, le culture, il lavoro delle donne nel Mediterraneo». 

SANDRA E CATERINA - Ad aprire il festival, con un recital poetico-musicale, saranno infatti due protaginiste indiscusse del panorama teatrale e cinematografico italiano: Sandra Milo e Caterina Costantini. Accompagnate al pianoforte da Leonardo Smaldone, le due attrici si cimenteranno con alcuni dei più bei testi della poesia d’ogni tempo. E poi tanti dibattiti, come quello su «La donna e la prevenzione», con la senologa Antonietta Ancona, la ginecologa Giulia Car adonna e la giornalista della Gazzetta Enrica Simonetti; «La donna nell’editoria, il punto di vista di una scrittice », con l’autrice e psicoterapeuta Donatella Caprioglio; «La donna sul web», con la scrittrice Simona Sparaco e la psicologa Paola Nisto. 

DANZA E POESIA - E ancora spettacoli di danza, come quello di danze arabe tradizionali (Belly dance), interpretate da Valentina Mahira e Layali. Venerdì 26, alle 20.30, da non perdere il recital di poesie con gli attori Primo Reggiani e Pietro Manigrasso, e a seguire lo spettacolo «Donne di vita e di morte» con Tiziana D’Ang elo. In conclusione domenica 28, alle 20.30, andrà in scena la pièce teatrale «Insulatard » della compagnia Espa - ce Theatrale 88 de Sousse, su testo di Lofti Ben Salah. All’interno della manifestazione, anche la mostra «Ballade» della pittrice franco-giordana Rana Abu-Laban. Il programma completo della manifestazione è consultabile sul sito: www.badathea.org
di MARIA GRAZIA RONGO
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725