Mercoledì 10 Agosto 2022 | 17:07

In Puglia e Basilicata

"Falsificavano" i maiali un arresto e 16 denunce

"Falsificavano" i maiali un arresto e 16 denunce
MATERA - Avrebbero falsificato i certificati sanitari e i documenti di trasporto di 30mila maiali, nel corso di un anno, così che gli animali (importati dall'estero e allevati chissà da chi e chissà come) potessero essere venduti come suini allevati in Italia. Con l'accusa di truffa e reati fiscali, una persona è stata arrestata, un commerciante di 47 anni di Gioia Tauro (Reggio Calabria), e altre 16 denunciate nel corso di una operazione condotta dal Comando provinciale di Matera della Guardia di Finanza. Nel corso dell'operazione accertata anche un'evasione fiscale pari a sei milioni e mezzo di euro

18 Giugno 2009

MATERA - Circa 30mila maiali, nel corso di un anno, importati dall’estero ma venduti come se fossero stati allevati in Italia. Con l’accusa di truffa e reati fiscali nell’importazione di suini da vari Paesi dell’Unione Europea, una persona è stata arrestata, un commerciante di 47 anni di Gioia Tauro (Reggio Calabria), e altre 16 denunciate nel corso di una operazione condotta dal Comando provinciale di Matera della Guardia di Finanza. 

L'organizzazione, attraverso un reticolo di società, operava in Basilicata tra Policoro e San Giorgio Lucano (Matera), Calabria, Campania e Trentino. 

La truffa consisteva nel falsificare i certificati sanitari e i documenti di trasporto sui quali venivano indicati provenienze e destinazioni diverse da quelle effettive. Nel corso dell’operazione la Guardia di Finanza ha anche accertato un’evasione fiscale pari a sei milioni e mezzo di euro.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725