Martedì 09 Agosto 2022 | 22:37

In Puglia e Basilicata

Checco Zalone, un Borat  italiano in salsa pugliese

Checco Zalone, un Borat  italiano in salsa pugliese
Così Luca Medici, alias Checco Zalone, barese, nato a Capurso 32 anni fa, descrive «Cado dalle nubi» di Gennaro Nunziante, con cui il suo personaggio, reso celebre da Zelig e ispirato ai cantanti neomelodici, sbarcherà al cinema. La pellicola, prodotta da Taodue è distribuita da Medusa, che la farà uscire a inizio novembre. La storia ruota intorno ad un giovane pugliese che lascia il suo paese, Polignano e arriva a Milano con il sogno di diventare un cantante famoso

17 Giugno 2009

ROMA – Una commedia pura, «un Borat all’Italiana. La forza di Checco Zalone, è di essere ignorante e sgrammaticato ma candido, con una sua altà moralità. Può dire tutto, può essere politicamente scorretto». Così Luca Medici, alias Checco Zalone, descrive «Cado dalle nubi» di Gennaro Nunziante, con cui il suo personaggio, reso celebre da Zelig e ispirato ai cantanti neomelodici, sbarcherà al cinema. La pellicola, prodotta da Taodue è distribuita da Medusa, che la farà uscire a inizio novembre. 
Zalone, 32 anni, nato a Capurso in provincia di Bari, pensa che Checco «sia lo scudo per fare un certo tipo di comicità in maniera libera. Lui nel film dice la sua sui gay, la Lega, gli extracomunitari, ma compie anche un percorso di crescita» spiega l’attore, mentre è in attesa di cominciare a girare nella grande villa alle porte della capitale in cui oggi si svolgono le riprese, la scena di una festa dove ne combinerà di tutti i colori. 

Come per le sue performance televisive, anche nel film la musica sarà parte integrante della storia. «Ho scritto alcune nuove canzoni, come Gli uomini sessuali, Angela, dedicata alla mia prima fidanzata, 'Facimmo 'stu pontè, e sto anche scrivendo una specie di inno per il partito che nella storia richiama la Lega ma che si chiamerà Partito del Nord. Sarà una musica sulla falsariga del Va pensierò su cui una voce tenorile fa continui riferimenti al fallo». 
Checco Zalone
La storia ruota intorno a Checco Zalone, un giovane pugliese che lascia il suo paese, Polignano e arriva a Milano con il sogno di diventare un cantante famoso. Qui lo ospita il suo cugino gay (Dino Abbrescia), che vive con il compagno (Fabio Troiano). Per l’aspirante artista sarà più difficile del previsto abituarsi alla mentalità milanese, e l'incontro con Marika (Giulia Michelini), di cui si innamora, complica ancora di più le cose. Il padre (Ivano Marescotti) della ragazza infatti è un leghista convinto, pieno di pregiudizi. La vita di Checco, però all’improvviso ha una svolta, quando vince I Want you, uno show in stile X factor e diventa famoso... 

«Checco, l’ho fatto debuttare io qualche anno fa a Telenorba, in Puglia e da allora siamo sempre rimasti in contatto, e abbiamo ideato questa storia – dice Gennaro Nunziante, già attore e sceneggiatore per Alessandro D’Alatri (Casomai, la Febbre, Commediasexi) e Cristina Comencini (Liberate i pesci), qui al suo debutto alla regia -. Il senso piu» profondo della storia è un attacco alla ricerca della fama a tutti i costi che c'è nella società di oggi. Non è vero che uno su mille ce la fa. Ce la fanno tutti e mille». 
Nunziante dice di amare molto «la commedia pura, non gli ibridi. Si ironizza su molti temi ma mai gratuitamente. Per ironizzare devi sapere, conoscere senno è tutto gratuito». Pietro Valsecchi ha deciso di produrre il film con la Taodue perchè trova Checco «un attore graffiante,intelligente e contemporaneo, ha una comicità che ci appartiene». Poi, aggiunge Giampaolo Letta di Medusa «E' un comico della scuderia Mediaset, questo passo del debutto al cinema fa parte diuna linea quasi naturale». Sul set, «c'è un grande buonumore – dice Giulia Michelini – è molto stimolante lavorare con Checco. Con lui sto imparando a improvvisare».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725