Martedì 09 Agosto 2022 | 04:38

In Puglia e Basilicata

Lecce, si prepara al G8 dell'Economia Il centro sarà off limits

Lecce, si prepara al G8 dell'Economia Il centro sarà off limits
di PIERO BACCA
LECCE - La città si prepara ad una serie di chiusure «strategiche» per assicurare allo svolgimento del G8 dei ministri dell’economia la massima tranquillità. I provvedimenti scatteranno a partire da giovedì 11 giugno e proseguiranno, con delle variazioni, fino al 14. Quattro giorni durante i quali la viabilità cittadina vivrà delle modifiche funzionali ad un evento di portata mondiale che attirerà sul Salento, il 12 e 13 giugno, l’attenzione degli osservatori internazionali.

07 Giugno 2009

di PIERO BACCA

LECCE - La città si prepara ad una serie di chiusure «strategiche» per assicurare allo svolgimento del G8 dei ministri dell’economia la massima tranquillità. I provvedimenti scatteranno a partire da giovedì 11 giugno e proseguiranno, con delle variazioni, fino al 14. Quattro giorni durante i quali la viabilità cittadina vivrà delle modifiche funzionali ad un evento di portata mondiale che attirerà sul Salento, il 12 e 13 giugno, l’attenzione degli osservatori internazionali.

Numerosi gli incontri che si sono tenuti negli ultimi giorni per pianificare le misure di sicurezza richieste dal protocollo. Un’organizzazione che fa capo alla Prefettura ed alla Questura, ma che coinvolge anche l’amministrazione comunale e tutte le forze preposte al controllo ed alla tutela del territorio.

In queste ore vengono messi a punto molti dettagli e per domani mattina è previsto proprio in Prefettura un vertice dal quale emergeranno il quadro organizzativo, il piano della viabilità e dei servizi che accompagneranno lo svolgimento del summit.

Circa le chiusure si può dire, in linea di massima, che sono state stabilite tenendo presenti le cosiddette zone sensibili; in particolare il castello di Carlo V, che è il luogo del summit economico, e le sedi istituzionali. In pratica sono state individuate due zone: nella prima ricadono le aree “rosse” cioè quelle dove i veicoli non potranno circolare, ad esclusione di quelli dei residenti e dei domiciliati. La seconda zona sarà un’area “cuscinetto”, più ampia, dove sarà consentito il libero spostamento dei residenti (ma solo all’interno) con limitazioni all’accesso per chi giunge da fuori.

«I provvedimenti - spiega l’assessore alla Mobilità, Giuseppe Ripa - verranno attuati dalla Questura con la quale stiamo collaborando e che ha la regìa di tutto. Ci saranno delle variazioni nei provvedimenti sulla mobilità, anche a seconda dei giorni, delle esigenze di sicurezza e delle manifestazioni che in quei giorni sono previste in varie parti della città. Il quadro completo, comunque, si avrà solo dopo il vertice di lunedì in Prefettura».

Un altro dei provvedimenti previsti sarà il momentaneo spostamento del mercato giornaliero di piazza Libertini. L’area di piazza dell POste dovrà essere sgombra dall’11 al 14 giugno ed i commercianti avranno l’opportunità di allestire le bancarelle nella zona di Settelacquare. Quanto ai commercianti del centro, ed in particolare delle zone interessate dall’evento internazionale, l’amministrazione comunale ha dato libera facoltà di tenere aperti o chiusi i propri negozi (ne parliamo nell’articolo a parte).

Anche la polizia municipale sarà impegnata a garantire un clima di tranquillità al vertice. «Il progetto sicurezza - spiega in proposito l’assessore Lucio Inguscio - scatterà un giorno prima del summit, cioè il giorno 11. Opereremo in sintonia ed in stretto contatto con le forze dell’ordine, non solo per presidiare gli accessi e controllare la viabilità. Agiremo anche sul piano della prevenzione, pattugliando il centro per monitorare anche di notte ogni situazione. Tra l’altro - aggiunge Inguscio - vigileremo perché che non vi siano scritte o slogan ingiuriosi che possano danneggiare luoghi pubblici o privati, o anche monumenti. Il mio invito alla cittadinanza, come sempre, è quello di collaborare perché tutto si svolga nella massima serenità, nel rispetto dei provvedimenti che verranno emanati, nell’interesse e per la tutela della città e dei suoi luoghi più preziosi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725