Martedì 16 Agosto 2022 | 15:17

In Puglia e Basilicata

Scippi e rapine Bari nel mirino

Scippi e rapine Bari nel mirino
BARI - Nonostante i controlli e i continui servizi di pattugliamento predisposti sin dall’estate scorsa, la zona di via Napoli continua ad essere oggetto di scorribande di ladri e rapinatori. Vittime della aggressività della piccola criminalità, ancora una volta, due donne non residenti a Bari. Meno disposte, probabilmente, alle cautele che una vita nella nostra città, genera in modo spontaneo.
Coppietta rapinata a Bari

07 Giugno 2009

BARI - Nonostante i controlli e i continui servizi di pattugliamento predisposti sin dall’estate scorsa, la zona di via Napoli continua ad essere oggetto di scorribande di ladri e rapinatori. Vittime della aggressività della piccola criminalità, ancora una volta, due donne non residenti a Bari. Meno disposte, probabilmente, alle cautele che una vita nella nostra città, genera in modo spontaneo.

Il primo episodio è accaduto in via Napoli, venerdì mattina, a un incrocio semaforico. La vittima, una cittadina di origine francese, è stata aggredita mentre era ferma al «rosso». Agli agenti della squadra Volanti della Polizia di Stato, diretta dal vicequestore Giorgio Oliva, la donna ha dichiarato che, mentre era costretta all’attesa, un malfattore ha aperto la portiera anteriore sinistra della vettura, rubando la borsa che si trovava sul sedile.

All’interno della borsa c’erano effetti personali, documenti e poche centinaia di euro. Il ladro, dunque, ha approfittato dell’effetto sorpresa: la francese ha dichiarato ai poliziotti che mai si sarebbe aspettata una azione del genere. Ad ogni modo, dopo il furto, il malvivente s’è dileguato a bordo di una auto di grossa cilindrata, probabilmente una Bmw, condotta da un complice, che lo attendeva poco distante. La donna è stata costretta a diversi disagi, soprattutto per ottenere una attestazione sostitutiva dei documenti di identità.

Stesso copione nel pomeriggio, sempre di venerdì, e stesso racconto da parte della vittima. Protagonista, questa volta, una cittadina bolognese. La donna, che viaggiava in via Napoli, è stata costretta a fermarsi ad un semaforo, all’altezza della stazione di carburante Q8. I ladri, questa volta, hanno utilizzato una moto. Secondo quanto è stato riferito, sempre agli uomini delle «Volanti» dalla vittima dell’aggressione, i due, in sella ad uno scooter, dopo essersi affiancati alla vettura, hanno aperto la portiera anteriore sinistra, portando via una borsa che si trovava sul sedile. All’interno della borsa, la donna conservava effetti personali, documenti e poche centinaia di euro. La fuga, questa volta, è stata ancora più facile: i malviventi sono scappati a tutto gas, facendo perdere le proprie tracce. La cittadina bolognese si è dichiarata «esterefatta». «Non so che dire» - ha detto ai poliziotti.

Aggressione anche ai danni di un benzinaio, nella notte tra venerdì e sabato. Erano le 3 circa quando la polizia di Stato è dovuta intervenire in viale Europa per constatare una rapina ai danni dei responsabili del distributore di carburante «Agip». Gli agenti hanno accertato che, poco prima, due individui in sella ad uno scooter, di cui uno armato di pistola, dopo essersi fermati con la scusa di fare rifornimento, avevano minacciato il gestore facendosi consegnare l’incasso della giornata. L’uomo non ha avuto altra possibilità che obbedire. I rapinatori sono andati via con circa duemila euro.

Infine: criminalità in azione anche in via Nicolai, dove un appartamento è stato svaligiato. I ladri, approfittando dell’assenza dei proprietari, dopo essere entrati nell’abitazione usando chiavi false, hanno portato via diversi monili in oro e un personal computer portatile per un valore di qualche migliaia
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725